Connect with us
Pubblicità

Le Dirette

Basket, fantastica Aquila contro tutti e tutto. Pareggio 2-2 in Finale Scudetto. Shields straccia Milano con 31 punti

Pubblicato

-

Shavon Shields, 31 stratosferici punti in gara 4

Una partita difficile che avrebbe distrutto un toro ma non l’Aquila Trento che pareggia 2-2 vincendo 77-74 una pazzesca gara 4 alla Blm Arena.

Indescrivibili le difficoltà, i fischi arbitrali e lo svantaggio nel terzo quarto che solo una grande squadra, a livello mentale, non ha subito come una mazzata psicologica.

Nel quarto periodo quarto fallo di Sutton, trascinato via da Forray per non esplodere, e altre cose strane. Ma arriva l’ondata devastante dell’Aquila Basket che piazza un 19-0 mentre Shields diventa immarcabile, stratosferico. 31 punti alla fine.

Pubblicità
Pubblicità

Milano si innervosisce e protesta anche, ma Trento ha avuto una forza d’animo incredibile. Alla fine è vano il recupero dell’Armani che arriva corta al traguardo.

Pareggio quindi. Si va a gara 5 a Milano e sicuramente alla 6 a Trento. Almeno.

Dopo il 2-0 maturato in Lombardia, l’Aquila si è ripresa benissimo in gara 3 con il dominio di Sutton e Hogue.

Pubblicità
Pubblicità

La cronaca in diretta

Aquila Basket e il pubblico tributano un lungo applauso al fotografo Dino Panato.

PRIMO QUARTO

Inizio freddo da entrambe le parti. Goudelock mette i primi punti in avvicinamento, sempre marcato da Sutton, in missione speciale sul bomber. Trento non riesce a trovare il canestro nei primi minuti e perde anche palla con infrazioni e falli. 2:30, 0-4 Milano. Valanga di errori al tiro, anche del capitano Forray, per fortuna il solito Hogue domina a rimbalzo e prende i liberi dopo 3 minuti. 2 di Hogue e 2 di Shields che pareggia. La gara cambia dopo l’ingresso di Gutierrez al posto di un appannato Forray. Trento fa muro in difesa anche se in attacco fatica. Cinciarini e Micov rimettono Milano avanti di 4, Sutton sbaglia due liberi. Silins trova un prezioso gioco da tre punti. Buscaglia si gioca la carta Lechtaler a sorpresa. Il centro rotaliano prende subito un rimbalzo in difesa e poi segna due liberi dall’altra parte. Trento avanti 9-8. Controsorpasso di Micov, due falli di Gutierrez e Sutton. Manca il pareggio Lechtaler, errori di Kuzminskas. Sutton conquista altri due liberi. Pareggio a 11. Anche Pianigiani tira fuori dalla panchina Abass e Cusin. Quest’ultimo mette il canestro finale del quarto. 11-13, basso punteggio e grande intensità.

Micov 4, Silins 3

SECONDO QUARTO

Milano allunga con un gioco da tre di Bertans e Jerrells. 11-18. Canestro di Sutton, errori sfortunati di Franke e Forray. Tarczewski allunga, errori di Shields e Sutton. Goudelock mette il 13-22. Forray va finalmente a segno ma Trento prende un’altra schiacciata di Tarczewski. Errori di Beto e Sutton, Goudelock piazza la bomba del 15-27. Immediata la risposta di Silins da tre punti. Timeout Milano sul 18-27. Segna Sutton, un libero Shields ma Trento concede una tripla pesante a Goudelock. 21-30. Shields risponde con 2 punti in sospensione, Tarczewski ne mette altri due del +9. Sutton schiaccia dopo una buona azione di squadra, Gudaitis ben difeso da Silins, Beto finta e va dentro per un’altra schiacciata. L’Aquila Basket si galvanizza. 27-32. Ottima difesa di Shields che va poi a procurarsi e segnare i liberi del meno 3. Micov realizza dopo una bella azione di squadra. Non va la tripla di Beto. 29-34 dopo un primo tempo difficile per Trento.

10 punti Goudelock, 8 Sutton

Percentuali: Trento 31, Milano 38

TERZO QUARTO

Tripla di Cinciarini, a segno Hogue e Goudelock. 31-39. Parziale 6 a 0 Trento con Shields e Sutton. 37-39. I giocatori bianconeri vengono caricati di falli. 3 a testa di Hogue, Sutton e Gutierrez. Milano ne approfitta per andare sul +7 con bomba di Kuzminskas. Shields si traveste da protagonista con 5 punti. 42-44. Bomba di Micov, ancora Tarczewski. Gli arbitri fischiano tutto contro l’Aquila, va detto in questa fase. Goudelock e Micov allungano fino al 42-53. Buscaglia deve fermare la partita. Al rientro, piano piano, Trento ha la forza d’animo di ricostruire con 4 punti di Shields e una tripla pesantissima di Sutton. 49-53 di un’Aquila Basket indomita. Hogue mette 1 libero su 2. Gutierrez sbaglia un tiro facile, Shields perde palla per passi. Gudaitis segna in taglio. Hogue va a realizzare in controtempo un canestro quasi impossibile. Non va il tiro di Jerrells. 52-55 che rende merito ai bianconeri, mai distrutti anche dalle circostanze difficili.

20 Shields, 13 Sutton, 14 Goudelock, 11 Micov

QUARTO QUARTO

2 falli subito a Milano, ma il quarto fischiato a Sutton che deve uscire, arrabbiatissimo. Hogue mette il meno, sempre in mezzo a tante botte non fischiate. Al giro seguente si prende il quarto fallo, probabilmente non esistente. Resta però in campo. Micov fa +3, ma Hogue risponde subito pur col problema falli. Shields ha la classe per segnare il vantaggio in sospensione. Favoloso. Trento difende, ruba palla. Beto va a prendere i liberi. Uno su due. Stoppata di Silins su Cinciarini. Il lettone mette la super tripla dall’altra parte. Esplode il pubblico. 62-57. Cinciarini sbaglia la tripla, Shields in contropiede. Il fallo subito e il canestro, palesemente tolto da un intervento irregolare dopo il fischio. 2 punti validi e 3 col libero. 65-57. Altra grande difesa, contropiede e 2 di Gutierrez per un 67-57 che è fantascienza visto il clima in campo. La folla si gasa e Milano comincia a sbagliare tutti i tiri a causa del nervosismo. Shields diventa superstar. Altri 2 liberi e un’entrata vincente (sempre col fallo ma sorvoliamo). 71-57. Milano in barca. Per Shields 29 punti favolosi. L’Armani va in palla, Shields ruba e prende altri due liberi. Scollina i 30. Goudelock non segna più, Olimpia a 57 da tempo immemore. 19-0 di parziale dopo il 57-54 per l’Armani. Gudaitis va in lunetta a 2:26 dalla fine. Due punti che spezzano l’ondata travolgente dell’Aquila Basket. Liberi da entrambe le parti. Shields sbaglia finalmente un tiro. Bertans segna il meno 12 ma manca un minuto. Forray va dentro ma non segna in acrobazia. Bomba di Bertans e Buscaglia ferma il match. 50 secondi, 75-66. Trento comincia a tremare col fallo di Gutierrez, che esce e il 2+0 di Jerrells. 75-68. Lo stesso Jerrells manda ai liberi Hogue dopo il libero sbagliato. Ne mette uno. 40 secondi. Sbaglia Kuzminskas e fallo automatico su Hogue. Linea del traguardo in vista. Bomba del meno 5 di Jerrells ma è tardi per l’Armani.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]
  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]

Categorie

di tendenza