Connect with us
Pubblicità

Trento

«Pruner, Casagranda e Sembenotti vi prenderebbero a calci in culo» e scoppia il caos in consiglio provinciale

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Tutto è scoppiato quando si stava discutendo la mozione, poi respinta a votazione segreta con 21 no e 8 sì che aveva l’obiettivo di impegnare la Giunta a rivedere l’applicazione dell’obbligatorietà per i Comuni ad esercitare in forma associata, compiti e attività indicate nella legge e a sospendere le decisioni fin qui assunte.

Walter Kaswalder nel suo intervento ha ricordato di aver votato la riforma ma con delle modifiche quando era in maggioranza, che sono state poi bocciate, cosciente che le gestioni associate avrebbero causato problemi

«Tutti i comuni manifestano dubbi e la Giunta sta correndo ai ripari su tutto ormai, a partire dagli orsi e lupi» – ha spiegato Kaswalder che poi  ha annunciato un emendamento all’assestamento di bilancio per impedire agli assessori tecnici di candidarsi.

Pubblicità
Pubblicità

Poi il consigliere, dichiarando il suo sì alla mozione, ha detto che va ridata dignità ai comuni, anche con la certezza dei finanziamenti ed ha attaccato la politica del Patt che avrebbe tradito gli ideali di Pruner, Fedel e Sembenotti. «Pruner, Casagranda e Sembenotti se potessero rivivere vi prenderebbero tutti a calci in culo» – ha tuonato rivolto verso i consiglieri del PATT

Dorigatti ha subito ripreso Kaswlader che però è stato spalleggiato dai Consiglieri Cia, Bezzi e Savoi,  che alla fine hanno ribadito gli stessi suoi concetti. Daldoss ammettendo alcuni errori «nessuna riforma nasce perfetta» – ha spiegato, ha comunque difeso il suo operato.

Bezzi, in replica, rivolgendosi a Daldoss, ha chiesto una sospensione per votare almeno il punto uno, visto che lo stesso assessore ha detto che la riforma non è perfetta.

Pubblicità
Pubblicità

Daldoss non ha fatto concessioni e ha ribadito che il tema del personale è già chiuso perché i comuni possono sostituire il 100% di chi va in pensione nel 2018 e si sta lavorando sui vuoti del 2017. L’assessore ha detto che non sono mai state minacce ai comuni, ma al massimo diffide per il rispetto della legge. Sui soldi, c’è stata una forte responsabilizzazione dei comuni in questa legislatura, stanziando 80 milioni di euro per progetti fatti dai municipi.

Anche su i fondi di riserva ha detto di sfidare un comune a dire che non ha trovato soddisfazione. Tutte le riforme, ha continuato, non nascono perfette, ma i problemi non si risolvono negandoli ed ha ricordato che in Lombardia e Veneto le gestioni associate ci sono da anni. Certo, ha aggiunto, ci vuole flessibilità, ma non si possono lasciare i piccoli comuni soli.

Quindi, il processo non è eludibile, anche se ci sono modifiche da fare, ad esempio sul personale, ma l’obiettivo va perseguito per il bene dei comuni. Civettini ha replicato che la Giunta deve imparare a parlare con i sindaci ed ha ricordato che il Consorzio dei comuni dovrebbe avere più autonomia e non fare il portavoce della Giunta. Una Giunta, ha concluso, delle retromarce.

Bezzi ha replicato dicendo che Daldoss non dovrebbe arroccarsi nella difesa di questa riforma ma indossare gli abiti politici per creare una discontinuità con la linea della maggioranza andando incontro ai comuni.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Italia ed estero2 ore fa

“Se togli il reddito di cittadinanza ammazzo te e tua figlia”: le scioccanti minacce di morte contro Meloni

Piana Rotaliana2 ore fa

Tenta di rubare un auto lasciata aperta, 60 enne italiano arrestato a Lavis

Trento2 ore fa

Spaccio: denunciate 3 persone e segnalate altre 10 (tra cui 3 minorenni)

Italia ed estero2 ore fa

Scontro tra due treni alla periferia di Barcellona, oltre 150 i feriti

Italia ed estero2 ore fa

Droni ucraini colpiscono ancora il territorio russo, Mosca: “Reagiremo agli attacchi”

Val di Non – Sole – Paganella2 ore fa

Winter Akademie e Premio Internazionale di Composizione: importanti iniziative culturali a Borgo d’Anaunia

Bolzano3 ore fa

Terribile schianto, muore un 42enne di Vandoies

Trento3 ore fa

Veronica Fietta alla guida del corpo dei Vigili del Fuoco Volontari di Pieve Tesino

Fiemme, Fassa e Cembra4 ore fa

Marmolada: slavine e valanghe ci sono da sempre, ma serve prudenza

Io la penso così…4 ore fa

Attenzione alle persone «tossiche» e ai vampiri energetici

Politica4 ore fa

Manovra di Bilancio: le minoranze depositano circa 5.500 emendamenti

Trento5 ore fa

Sergio Mattarella apre all’autonomia, Fugatti: “Ora risolvere i conflitti sull’interpretazione delle norme”

Trento5 ore fa

Slot machine: il consiglio di Stato sospende l’ordine di rimozione

Trento5 ore fa

Circonvallazione ferroviaria Trento: pian piano la verità viene a galla

Ambiente Abitare5 ore fa

COP27, la Conferenza ONU sui cambiamenti climatici: Tonina a confronto con la delegazione dei giovani trentini

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…5 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento1 settimana fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento3 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza