Connect with us
Pubblicità

Trento

Relazione 2017 difensore civico: «Risposta delle istituzioni deludente»

Pubblicato

-

La relazione annuale della Difensora civica, presentata ieri mattina a Palazzo Trentini da Daniela Longo e dal Presidente Bruno Dorigatti, è stata l’occasione per fare un bilancio, non solo dell’anno appena trascorso ma – volgendo al termine la legislatura – dell’intero mandato.

Dorigatti, introducendo Daniela Longo, che ha ringraziato “per il lavoro svolto in questi anni con indiscutibile competenza, passione ed entusiasmo“, ha chiarito che “il Difensore civico è competente a tutelare i diritti e gli interessi del cittadino nei confronti della Pubblica amministrazione e grazie alla sua terzietà interviene, su richiesta d’ufficio e a titolo gratuito, per garantire il rispetto dei principi di legalità, trasparenza, imparzialità nella ricerca di soluzioni più consone per i cittadini e la pubblica amministrazione“.

Nella nostra Provincia autonoma, ha proseguito Dorigatti, “il Difensore riveste anche il ruolo di Garante dei minori, un’attività che dalla prossima consiliatura sarà svolta da una figura autonoma collocata nell’Ufficio del Difensore civico”.

Pubblicità
Pubblicità

«Sono intervenuti importanti cambiamenti normativi che hanno introdotto nuove forme di trasparenza per i cittadini allo scopo di migliorare i rapporti con la pubblica amministrazione, – ha esordito il difensore civico –  ma i risultati pratici sono stati di segno opposto. Le attese di un cambio di mentalità sono state parzialmente deluse».

E ancora: «La declinazione del nuovo accesso civico generalizzato, che si affianca al consolidato accesso documentale e al più recente accesso civico, ha ampliato la platea dei diritti riconosciuti alle persone per comprendere l’azione amministrativa ma la risposta delle istituzioni pubbliche è stata in parte deludente. La novità legislativa, giunta con una disciplina non sempre facile da interpretare e da collocare nel quadro normativo già esistente, ha comportato un aumento delle posizioni di chiusura, inspiegabili soprattutto in settori della trasparenza dove il panorama normativo e giurisprudenziale è pacifico e consolidato da tempo. Sicuramente non era questo lo scopo che si prefiggeva la cd. “riforma Madia” ma la realtà è questa, per cui una buona parte delle sezioni di approfondimento di questa relazione verrà incentrata sul tema della trasparenza».

Daniela Longo ha poi parlato di luci e ombre sulla scuola e l’istruzione, e di situazione critica sulle risposte per i dinieghi di prestazioni economiche (per es. permessi ex legge104, contrassegno disabili, etc) e quelle in materia di privacy.

Pubblicità
Pubblicità

Incrementi si sono avuti infine nei fascicoli che riguardano il tema dell’immigrazione e quindi i servizi e i rapporti giuridici conseguenti, rimangono difficili molte situazioni legate alla sanità e al lavoro.

I NUMERI – La dott.ssa Longo ha inquadrato l’attività dell’Ufficio illustrando un quadro statistico: i fascicoli aperti nel 2017 sono stati in tutto 847, di cui 774 riguardano la difesa civica e 76 il mondo dei minori. I fascicoli chiusi sono stati 898, metà dei quali hanno richiesto approfondimenti e chiarimenti svolti dall’Ufficio senza necessità poi d’intervento presso gli enti pubblici: un importante lavoro di mediazione e informazione non sempre visibile. 596 sono state le pratiche aperte mediante colloquio personale, ha precisato, “perché ho sempre ritenuto fondamentale il contatto diretto con il cittadino in un approccio morbido alla digitalizzazione che tenga conto del divario digitale esistente”. Quanto ai tempi di risposta, il 54% dei quesiti sono evasi entro un mese, il 23% entro due mesi.

I RAPPORTI ISTITUZIONALI – Al 31 dicembre 2017 143 comuni trentini su 177 si erano convenzionati con il difensore civico, così come 12 su 15 comunità di valle (nel 2018 se ne sono aggiunte già altre due, ad oggi manca solo la comunità della Paganella). Il dialogo con le Istituzioni è migliorato rispetto all’anno precedente. Con Inps e Itea si sono superate molte difficoltà e in particolare con Apss c’è stato un radicale cambio di rotta, grazie alla mediazione e ad un rafforzato dialogo con la nuova dirigenza.

I TEMI – L’anno 2017 è stato fondamentale per l’impatto della nuova normativa sulla trasparenza nella Pubblica amministrazione, meglio nota come “riforma Madia”. In questo contesto si sono registrate non poche difficoltà con comuni e enti parapubblici, che hanno conservato un approccio prudente, se non di velata resistenza al diritto di accesso riconosciuto ai cittadini, dovute in parte ad una comprensibile e non facile gestione dei nuovi compiti. In questa direzione la dott.ssa Longo ha suggerito al legislatore la necessità di un intervento sulla norma per renderla più efficace.

GARANTE DEI MINORI – Particolare attenzione la difensora l’ha riservata al proprio ruolo di Garante dei Minori. Per quanto riguarda l’anno di riferimento le pratiche aperte sono state complessivamente 75; 58 nel 2016. Metà delle segnalazioni sono giunte dai genitori e le problematiche sollevate riguardano due grandi temi: la famiglia e la scuola.

Per la protezione dei minori non accompagnati in Provincia di Trento, la legge statale prevede la figura di volontari formati a tale attività e nel 2017 si è formalizzato l’elenco dei volontari istituito a livello provinciale nel 2015.

E’ proseguito il lavoro di consulenza, aiuto e orientamento nelle situazioni che coinvolgono i minori nell’uso di Internet e nelle iniziative di contrasto al cyberbullismo, un tema molto caro a Longo, che l’ha accompagnata lungo tutta la durata del proprio mandato
E’ proseguito, infine, sempre con maggior impegno, il servizio di informazione ed orientamento sui figli minori di genitori in difficoltà o fragili e prosegue anche nel 2018 il percorso di visita delle principali strutture di accoglienza residenziale per minori affidati o collocati fuori famiglia, avviato a fine 2017.

ATTIVITA’ EXTRAPROVINCIALE – Nel 2017 la nostra Difensora civica è stata nominata vice-Coordinatrice del Coordinamento nazionale dei difensori civici e l’ufficio provinciale ha visto assegnarsi le funzioni di agente di collegamento con la Rete europea dei difensori civici nazionali e regionali.

Sempre nel 2017 si è svolto a Bolzano il primo incontro ufficiale dei tre difensori civici appartenenti all’Euregio, avviato per instaurare un confronto continuativo e uno scambio di idee ed iniziative. Un incontro che nel 2018 si svolgerà a Trento.

Longo ha dichiarato di lasciare l’incarico con un pizzico di nostalgia. “Sono stati anni molto belli”, ha detto, “che mi hanno molto arricchita, anche sul piano umano. Ho svolto il mio ruolo con grande serietà e molta passione e lascio un Ufficio di persone molto valide e competenti che mi hanno supportata in questa bellissima esperienza”.​

Qui puoi scaricare e leggere l’intera relazione

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza