Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

UniTrento: Valerio Valentini vince il Premio Campiello col suo romanzo d’esordio

Pubblicato

-

Valerio Valentini, laureato in Lettere moderne e in Filologia e critica letteraria all’Università di Trento, ha conquistato nei giorni scorsi il Premio Campiello, nella sezione “Opera Prima” per il suo romanzo “Gli 80 di Camporammaglia”, edito da Laterza.

“Un romanzo corale – come si legge nella quarta di copertina – un intrico di storie dense di coraggio e desolazione, un racconto che con impeto realista testimonia un modo di stare al mondo che sembra appartenere a un’epoca superata”. Un esordio che ha permesso a Valentini di ottenere uno tra i premi letterari più prestigiosi d’Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano dalla sua fondazione nel 1962.

La notizia del riconoscimento è stata accolta con grande soddisfazione dal professor Claudio Giunta, docente al Dipartimento di Lettere e relatore della tesi di Valentini nel 2015 e anche dal rettore Paolo Collini che ha conosciuto lo studente durante un periodo di stage all’Ufficio stampa dell’Ateneo. «Esprimo pubblicamente a Valerio Valentini, studente e giovane giornalista di grande talento, le mie congratulazioni per questo importante traguardo che premia la sua creatività e capacità di scrittura» ha commentato Collini.

Pubblicità
Pubblicità

«Mi auguro che questo successo possa incoraggiare tanti altri studenti del nostro Ateneo a impegnarsi, a credere in sé stessi e a inseguire le proprie passioni. Giovani che, come Valerio, da tante parti d’Italia portano a Trento, nella nostra Università, il proprio talento». Il professor Giunta ha recensito il volume di Valentini sul blog letterario:   http://www.leparoleelecose.it/

Valerio Valentini  nasce a L’Aquila il 24 ottobre del 1991. Cresciuto a Collemare, piccolo paese sugli Appennini abruzzesi, nel 2010 si trasferisce a Trento per frequentare l’Università. Durante i suoi studi è stato anche allievo del Collegio Bernardo Clesio dell’Università di Trento. Un Erasmus in Inghilterra, un altro in Francia. Nel frattempo collabora con “Minima & Moralia”, “Internazionale.it” e “Articolo21” ed entra a far parte della redazione della webzine “404:FileNotFound”. Nel 2015 si laurea in Lettere moderne, con una tesi sulla descolarizzazione (relatore, prof. Claudio Giunta). A Roma studia da giornalista, scrive per “Ilfattoquotidiano.it” e per “Il Foglio”. Dalla fine del 2017 vive a Torino, dove collabora con il “Corriere della Sera”. Dal 2018 è tornato a lavorare stabilmente per “Il Foglio”, come cronista politico

Gli 80 di Camporammaglia (dalla quarta di copertina)

Pubblicità
Pubblicità

Camporammaglia è un paese come ce ne sono tanti nell’entroterra abruzzese, fagocitato dagli Appennini a 800 metri d’altezza, a mezz’ora di macchina dal primo supermercato. Ci vivono, in una orgogliosa e disperata indifferenza rispetto al resto dell’universo, più o meno ottanta persone, tutte con gli stessi due o tre cognomi, tutte aggrappate a un’apatia che le protegge e le condanna. Ma l’idillio è solo apparente, l’inviolabilità delle leggi dei padri è inevitabile che crolli quando la Storia finalmente irrompe, anche a Camporammaglia. Il terremoto, nella primavera del 2009, arriva a sconvolgere quell’intricato garbuglio di relazioni che da sempre tiene uniti gli abitanti del posto. E così, com’è già avvenuto in passato di fronte a eventi più o meno epocali – poco importa che si trattasse del prolungamento della statale, della costruzione della piazza o della comparsa della prima televisione – Camporammaglia muta nella sua eterna fissità: continua ad arrendersi, e a resistere, come rimanendo sull’orlo di una capitolazione che però non avviene mai del tutto. Gli 80 di Camporammaglia è un romanzo corale, un intrico di storie dense di coraggio e afflizione, un racconto che con impeto realista testimonia di un modo di stare al mondo che sembra già appartenere a un’epoca superata..

Motivazione della Giuria dei letterati

Dopo il terremoto del 2009, “Camporammaglia di Sassa”, immaginario paese in provincia dell’Aquila, corre il rischio di diventare la capitale del dolore, e di attirare tutta l’attenzione dei media e dei politici. Attorno alla casa di Adelio, gli ottanta abitanti si muovono come sull’aia di un cascinale, sospesi tra stupore e angoscia: figure di resistenza alla catastrofe naturale e alla mutazione sociale.

Tra reportage, epos corale e romanzo di formazione, Valerio Valentini, con uno stile che non indulge mai al patetico, in equilibrio tra memorie di infanzia e referto saggistico, mette in scena due cataclismi: il terremoto esterno, che sconvolge le esistenze degli ottanta, e li relega nei moduli abitativi provvisori, e quello interiore, che segna il passaggio dall’infanzia all’adolescenza. Sarà l’organizzazione della festa patronale a dare ai giovani la motivazione per una forma di resistenza che attraversa il tessuto sociale e le vite individuali.
La scrittura di Valentini, sorvegliata e ironica, in grado di assorbire elementi dialettali senza scadere nello stereotipo, narra il passaggio da una civiltà ancora contadina, mai mitizzata, alla modernità che stravolge le vite dei tre amici. E mostra come, contro ogni aspettativa, sia possibile ridare un centro al paese e riallacciare le vite e le storie di tutta la comunità.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]

Categorie

di tendenza