Connect with us
Pubblicità

Trento

Scuola: finalmente si gioca a carte scoperte. Rossi convoca tutti i sindacati eccetto quello che lo ha commissariato.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo l’intervento di Delsa della scorsa settimana sulla contrattazione e sulla gestione della scuola, le sigle tradizionali escono allo scoperto e fanno quadrato intorno a Rossi, nel disperato tentativo di recuperare credibilità per sé e per il loro mallevadore.

Secondo Mauro Pericolo appare ormai chiaro che nella scuola trentina si sono formate due aree sindacali; «da un lato i soliti confederati insieme a Gilduccia (un sindacato senza rappresentatività, – spiega il segretario di Delsa – ma che viene ammesso al tavolo delle trattative) e dall’altro Delsa, un sindacato autonomo che ha dato sin dalla sua nascita filo da torcere a questa giunta uscente, che pur essendo rappresentativo non viene invece ammesso al tavolo delle trattative (chissà perchè!)».

«Sulla vicenda dei precari ci sarebbe da versare fiumi di inchiostro su quante responsabilità siano da attribuire ai soggetti coinvolti in questo dramma storico del nostro tempo»aggiunge Pericolo

Pubblicità
Pubblicità

Mauro Pericolo del sindacato Delsa denuncia una situazione nascosta e sminuita anche da quelle organizzazioni che dovrebbero invece squarciarsi le vesti.

«L’Italia credo che abbia fatto peggio persino della Grecia nell’accumulo di un precariato senza limite e misura. A migliaia i dipendenti che hanno contribuito e che contribuiscono quotidianamente al funzionamento del sistema a cui è stato sottratto un pezzo fondamentale della propria esistenza. La Provincia autonoma di Trento che avrebbe potuto (e dovuto) con mezzi non solo finanziari, ma anche e soprattutto normativi, distinguersi dal resto del territorio nazionale, non ha saputo attivare alcuno strumento per eliminare questo dramma ormai storico»osserva ancora il segretario di Delsa.

Purtroppo essere precari significa non poter programmare nulla della propria vita, vivere con la mannaia della incertezza sulla propria testa, vedersi retribuito sempre e solo con la paga base anche dopo 20-30 anni di servizio, pur facendo lo stesso lavoro dei colleghi di ruolo.

Pubblicità
Pubblicità

Significa non poter accedere nemmeno ai finanziamenti per realizzare il sogno più semplice: la casa.

Significa vedersi sbattere le porte in faccia troppo spesso e senza mezzi termini.

Significa essere sottoposti alle pressioni ed agli abusi di dirigenti sempre più in pectore dietro ad una cattedra di comando fornitagli dal potere politico-amministrativo.

Significa essere sfruttati per coprire i peggiori orari di servizio spezzettato e stressante. Significa vedersi affidare le classi ed i casi più difficili per poi magari sentirsi accusare a fine anno di non avere adeguate competenze.

Significa essere relegati su attività e ruoli marginali pur avendo competenze professionali in molti casi anche superiori ai colleghi di ruolo.

Significa essere vittime di facili procedimenti disciplinare finalizzati a servire il “padrone in carica”.

«In provincia di Trento significa, oltre a tutto ciò, – continua Mauro Pericolo – anche essere sottoposti ad una detenzione forzata in un ambito territoriale nel quale sai quando entri e non sai quando ne uscirai: le norme sulla mobilità del personale scolastico dall’infanzia, scuole dell’obbligo e personale ATA sono bulgare e prive di qualunque ragionevolezza».

Il sindacalista continua poi con un incredibile elenco di situazioni concrete che stanno dietro alla condizione del precariato in trentino, una per tutte «… in Trentino ai precari è persino negato spesso di accedere a quella formazione che viene pagata anche con le loro tasse e che dovrebbe servire in primo luogo e formare e certificare le competenze per l’accesso ai ruoli: IPRASE. Questo istituto è ormai solo strumento di propaganda politica per Rossi ed i suoi adepti».

«Ed ecco – continua Pericolo – venir fuori con sfrontata sfacciataggine il metodo politico-sindacale che ha sorretto il potere per tanti anni : fare gruppo (o branco, come si preferisce) contro l’oppositore. Colui che …non rispetta il proprio ruolo… e non se ne sta buono in angolino a aspettare qualche elemosina di attenzione del potente di turno. Uno che addirittura osa addirittura …entrare nell’agone politico.. . Questa è la cultura democratica di questa gente che fonda e mantiene il proprio ruolo sul vassallaggio da un lato e potere feudale dall’altro».

Delsa ha rinviato la manifestazione prevista per il 26 di maggio ad una data immediatamente dopo la chiusura della scuola per consentire ai precari di partecipare senza perdere anche un giorno di paga del loro già striminzito stipendio.

Risponde a questa aggregazione politico-sindacale con una azione ancora più decisa e determinata a difendere tutto il personale scolastico. Portare alla luce tutte le illegittimità.

«Le ingiustizie e gli abusi che si annidano nel sistema scolastico e pubblico in generale, – conclude Pericolo- rispondendo a chi oggi afferma di essere fuori dall’agone politico che i sindacati sono stati sempre nella politica, la differenza è che noi facciamo le nostre battaglie con accordi e prendendo posizioni alla luce del sole , gli altri da sempre fanno accordi ed operano nelle stanze dei palazzi con i vetri oscurati.»

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento6 ore fa

Scuola, stop all’obbligo di indossare le mascherine per personale e alunni

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

“Quello che possiamo imparare in Africa”: Cavareno incontra don Dante Carraro

Trento6 ore fa

Sanità trentina: 4,5 milioni di euro per abbassare le liste di attesa

Valsugana e Primiero8 ore fa

Era evaso dai domiciliari, 25 enne del Burkina Faso arrestato a Levico Terme

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

La Pro Loco di Tassullo si rinnova: Luca Pilati è il nuovo presidente

Arte e Cultura8 ore fa

Il Mart a Palazzo Libera e al Parco Guerrieri Gonzaga di Villa Lagarina

Trento10 ore fa

Coronavirus in Trentino: un decesso e 324 contagi nelle ultime 24 ore

Trento10 ore fa

Ancora un incidente nei boschi dell’Altipiano di Brentonico: ferito un boscaiolo 72 enne

Fiemme, Fassa e Cembra10 ore fa

Maltempo in Alta Val di Fassa, dichiarato lo stato di calamità

Val di Non – Sole – Paganella10 ore fa

Anche il Comune di Spormaggiore è “cardioprotetto”

Val di Non – Sole – Paganella12 ore fa

L’Asuc di Tuenno sistema la strada forestale, il consigliere Santini si complimenta col direttivo

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Italia ed estero12 ore fa

Lancia pietre sulle macchine in autrostrada e minaccia di tagliarsi la gola: bloccato col taser 22 enne egiziano

Alto Garda e Ledro12 ore fa

A Ferragosto la solenne celebrazione votiva di Santa Maria Assunta

Rovereto e Vallagarina12 ore fa

Violento scontro tra un furgone e una corriera a Santa Lucia di Ala, ferito un 48 enne

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Fiemme, Fassa e Cembra4 settimane fa

Trentasette anni fa la tragedia di Stava: per non dimenticare!

Trento2 giorni fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Trento1 giorno fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

Trento1 giorno fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Val di Non – Sole – Paganella3 giorni fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Val di Non – Sole – Paganella1 giorno fa

Escono di strada con la moto, deceduti due motociclisti

Trento2 giorni fa

Grosso incendio presso la discarica Podetti. In azione decine di vigili del fuoco

Rovereto e Vallagarina2 giorni fa

Lavarone: anche oggi si cerca senza sosta il corpo di Willy

Rovereto e Vallagarina1 giorno fa

“Ciao Willy, avrai un intera comunità che pregherà e si ricorderà di te, buon viaggio” il saluto del Comune di Lavarone

fashion12 ore fa

Ecco la donna più desiderata dagli italiani per una «scappatella»

Trento3 giorni fa

1.000 euro ad una famiglia trentina: l’Hotel dovrà risarcire il 50% della vacanza

eventi3 giorni fa

Miss Italia: ad Andalo vince la 18 enne Isabel Vincenzi

Italia ed estero1 giorno fa

29 enne austriaca rifiuta un’eredità di 4 miliardi di euro

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza