Connect with us

Telescopio Universitario

Università di Trento nel progetto candidato alla missione su Venere

Pubblicato

-

La missione su Venere EnVision è stata selezionata tra 25 proposte in un bando competitivo dedicato alle missioni di medie dimensioni nel sistema solare. Ed è ora nel gruppo di missioni candidate, nell’arco di qualche anno, a essere ammesse al lancio.

L’annuncio è stato diffuso da Esa, l’Agenzia spaziale europea, nei giorni scorsi. E la notizia è rimbalzata all’Università di Trento, che è partner di primo piano del progetto. «Siamo coinvolti in modo molto rilevante» commenta Lorenzo Bruzzone, professore del Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione e responsabile del Laboratorio di Telerilevamento (Remote Sensing Laboratory) dell’Università di Trento.

«Oltre a essere parte del core team nel coordinamento della missione, siamo anche i responsabili del subsurface radar sounder. Quest’ultimo, che è uno dei tre strumenti della missione, è un radar capace di penetrare la superficie per studiare la sotto-superficie di Venere e, tra le altre cose, analizzare i vulcani venusiani» spiega.

PubblicitàPubblicità

EnVision, che prevede anche la partecipazione della Nasa, ha l’obiettivo di realizzare una mappatura della superficie e della sotto-superficie di Venere e di ottenere immagini radar dettagliate del pianeta. Quali sono le attese? Perché è importante la missione su Venere dell’Agenzia spaziale europea?

Lorenzo Bruzzone

Per Bruzzone «EnVision contribuirà a rispondere a una domanda fondamentale legata alla comprensione delle motivazioni per cui Venere, che per le sue dimensioni e la sua posizione nel sistema solare può essere considerato un pianeta gemello al nostro, abbia avuto un’evoluzione così diversa dalla Terra. Sappiamo molto su Marte, ma abbiamo ancora una conoscenza limitata su Venere, che questa missione arricchirà in maniera sostanziale. Tra gli altri obiettivi scientifici specifici, EnVision permetterà di determinare la natura e lo stato attuale dell’attività geologica su Venere (inclusa l’attività vulcanica) e di comprendere la sua relazione con l’atmosfera venusiana. C’è chi ritiene che i risultati di EnVision potranno ispirare la prossima generazione di scienziati e ingegneri europei attivi nel campo della planetologia».

Pubblicità
Pubblicità

Telescopio Universitario

Immatricolazioni all’Università di Trento: ultima chiamata

Pubblicato

-

Ultima chiamata per le immatricolazioni all’Università di Trento.

In un’unica giornata, giovedì prossimo, 23 agosto, si svolgeranno le prove di ammissione valide per la maggior parte dei corsi di studio.

Sono 2.828 le iscrizioni ai test registrate per questa tornata (circa 200 in più rispetto al 2017, dato che conferma un trend in costante crescita). Giovedì prossimo la prova di ammissione ai corsi di laurea in Economia e Management, Gestione aziendale full time e part time, Amministrazione aziendale e diritto inizia alle 10.30 nella sede del dipartimento in via Inama 5 a Trento.

PubblicitàPubblicità

Sono invece in programma a Palazzo Prodi (via Tommaso Gar 14) al mattino le prove per Beni culturali, Filosofia, Lingue moderne, Studi storici e filologico letterari, che prenderanno il via alle 10.30. Nella stessa sede, alle 15.30, sarà invece la volta di Scienze e tecniche di psicologia cognitiva, Interfacce e tecnologie della comunicazione, Studi internazionali, Sociologia, Servizio sociale, Giurisprudenza e Comparative European and International Legal Studies.

Come nelle precedenti edizioni, i test si svolgeranno in contemporanea a Trento (2225 iscrizioni ai test), Mantova (205 iscrizioni ai test), Roma (123 iscrizioni ai test), Bari (121 iscrizioni ai test) e Palermo (94 iscrizioni ai test).

Per i candidati interessati ai corsi del Dipartimento di Economia e management è possibile sostenere la prova anche nella sede di Padova (60 le iscrizioni).

Un’opportunità in più per accedere ai corsi dell’Università di Trento che si conferma sempre molto apprezzata dagli aspiranti iscritti all’ateneo trentino.

Circa un quinto delle iscrizioni totali, infatti, è associato a una di queste sedi decentrate.

Giovedì 30 e venerdì 31 agosto sono invece in programma le prove selettive “Tolc” valide per l’ammissione ai corsi di laurea in Fisica, Matematica, Viticoltura ed Enologia, Scienze e tecnologie biomolecolari, Ingegneria per l’ambiente e il territorio, Ingegneria civile, Ingegneria industriale, Informatica, Ingegneria dell’Informazione e delle Comunicazioni e Ingegneria dell’Informazione e Organizzazione d’Impresa. A Trento il test Tolc si svolgerà al Polo scientifico e tecnologico “Fabio Ferrari” (via Sommarive 5, Povo).

È possibile sostenere il test Tolc anche in una delle altre sedi messe a disposizione da Cisia.

Il 6 settembre si terrà invece la prova selettiva nazionale per l’ammissione al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura.

I posti disponibili per la sede di Trento sono 85.

Infine, l’ultimo giorno di test, il 12 settembre, vedrà le prove di accesso ai corsi di Educazione professionale (corso interateneo con l’Università di Ferrara) e Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro (corso interateneo con l’Università di Verona).

Riconfermata anche quest’anno la possibilità di richiedere l’abbonamento “libera circolazione”: una tariffa agevolata per l’abbonamento annuale al trasporto pubblico su tutto il territorio della provincia di Trento riservata agli iscritti e alle iscritte ai corsi di studio (anche interateneo con sede amministrativa diversa da UniTrento ma frequentanti a Trento), di dottorato, master e agli studenti che arriveranno a Trento nell’ambito di accordi e/o programmi di mobilità internazionale.

Questo tipo di abbonamento, valido dal 1 settembre 2018 fino al 31 agosto 2019 a un costo di 50 euro, potrà essere attivato, dopo aver ultimato l’iscrizione all’anno accademico 2018/19, semplicemente completando la procedura online disponibile sul sito .

Al termine della procedura, entro qualche giorno gli studenti e le studentesse potranno viaggiare sui mezzi del trasporto pubblico urbano e extraurbano validando l’abbonamento tramite smart card o app Open move.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Hi Tech e Ricerca

Ricerca UniTrento: ferro e zolfo fondamentali per l’origine della vita sulla Terra

Pubblicato

-

Una nuova ricerca coordinata da Sheref Mansy dell’Università di Trento individua per la prima volta il meccanismo biochimico alla base del metabolismo cellulare, processo necessario per lo sviluppo di qualunque forma vivente.

Lo studio, pubblicato su Nature Catalysis, afferma che il ferro e lo zolfo presenti sulla giovane Terra circa 4 miliardi di anni fa sono stati gli ingredienti principali per l’attivazione dei processi chimici che hanno portato alla nascita della vita sul nostro pianeta. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

PubblicitàPubblicità
Continua a leggere

Telescopio Universitario

UniTrento: Fulvio Cortese eletto preside di Giurisprudenza

Pubblicato

-

Nuova guida per la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Trento. Il Consiglio di Facoltà ha eletto preside Fulvio Cortese con 61 voti a favore e 3 schede bianche. I votanti sono stati 64 su 78 aventi diritto. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it