Connect with us
Pubblicità

Ambiente Abitare

Pedaggio autostradale, Dorfmann: «Europa tutela ambiente e residenti»

Pubblicato

-

La commissione trasporti del Parlamento europeo ha votato ieri una relazione in materia di pedaggi stradali.

La relazione è parte del pacchetto mobilità “Europa in movimento”, che contiene una serie di misure per portare l’Europa verso una mobilità moderna e a basse emissioni.

Tutti le proposte di emendamento avanzate dall’europarlamentare sudtirolese Herbert Dorfmann hanno trovato la maggioranza in commissione.

Pubblicità
Pubblicità

L’Europa ha bisogno di regole aggiornate per gestire il traffico e renderlo così più rispettoso dell’ambiente e meno inquinante.

A questo proposito, anche i sistemi di pedaggio necessitano di un adattamento, affinché il traffico su strada nel mercato comune venga reso più efficiente attraverso regole più rigide e, in questo modo, si renda possibile un trasferimento concreto del trasporto di merci e persone dalla strada alla rotaia.

La relazione adotta ieri prevede la revisione della direttiva Eurovignette del 1999.

Pubblicità
Pubblicità

Attenzione particolare è rivolta all’armonizzazione dei sistemi di pedaggio dei vari Stati membri, attualmente molto diversi tra loro, sia per quanto riguarda i tir che per le auto.

Entro il 2025 i sistemi di pedaggio dovranno essere armonizzati in tutta Europa, il che comporterà la fine dei pedaggi come li conosciamo oggi.

Pubblicità
Pubblicità

Al loro posto, verrà introdotta una forma di pedaggio relativa ai chilometri percorsi. Attraverso l’applicazione del principio “chi inquina paga” sarà possibile promuovere un traffico su strada più sostenibile sia dal punto di vista ecologico che finanziario.

Con le nuove norme, infatti, gli Stati membri dovranno trasferire i costi esterni, come il rumore o danni ambientali, sul prezzo del pedaggio e sugli oneri infrastrutturali.

Nelle zone di montagna ecologicamente sensibili le maggiorazioni potranno essere quadruplicate. Per gli Stati membri, l’introduzione di questa eurovignetta non sarà più soltanto un’opzione – che l’Italia peraltro non ha mai utilizzato – ma sarà invece un obbligo.

L’europarlamentare sudtirolese Herbert Dorfmann ha espresso la sua soddisfazione per il voto di ieri: “Questa direttiva è funzionale all’introduzione di un pedaggio specifico lungo la tratta che interessa il corridoio del Brennero. Solo in questo modo si può contrastare in maniera efficiente la deviazione da altre rotte del traffico sulla tratta del Brennero. Dobbiamo introdurre misure forti, per evitare che migliaia di tir ogni giorno scelgano di passare dal Brennero, solo perché questo è più conveniente della linea del San Gottardo. La situazione attuale rischia di portare l’autostrada del Brennero sull’orlo del collasso. L’ingorgo di questa settimana ha dimostrato che le cose non possono continuare così. Non possiamo consentire al traffico di transito di bloccare la nostra autostrada, di renderla inutilizzabile per i nostri cittadini e l’economia e di inquinare l’aria”.

Inoltre, la commissione trasporti del Parlamento si è espressa affinché gli introiti legati agli oneri infrastrutturali e alle maggiorazioni relative ai costi ambientali siano riutilizzati per prevenire i danni all’ambiente e all’uomo e per finanziare nuovi progetti infrastrutturali alternativi.

Questo conferma la lungimiranza della decisione dell’Alto Adige di finanziare negli ultimi dieci anni la costruzione del tunnel di base del Brennero. Oggi abbiamo ancorato questo principio a livello europeo. È però anche ora di pensare a misure efficienti di compensazione ambientale per i cittadini che vivono lungo l’autostrada. L’Autostrada del Brennero è infatti un’impresa che raccoglie notevoli profitti, di cui però i residenti vedono solo sporcizia e rumore”, ha dichiarato Herbert Dorfmann.

Le nuove norme prevedono inoltre che in futuro anche i veicoli commerciali leggeri come, ad esempio, i piccoli camion, siano soggetti alle regole relative al pedaggio e al tachigrafo. Gli autocarri leggeri fanno sempre più una concorrenza silenziosa ai tir e costituiscono anche un pericolo per il traffico su strada, perché il conducente non è tenuto a rispettare alcuna regola sui tempi di riposo e in questo senso può condurre anche fino allo sfinimento.

Prima di entrare in vigore, la direttiva dovrà passare dalla plenaria del Parlamento europeo ed essere negoziata con gli Stati membri.

Il voto di oggi è un passo importante verso una politica del traffico europea sostenibile per chi risiede vicino all’autostrada. In particolare, si tratta di una pietra miliare per la tratta del Brennero e l’Alto Adige”, ha concluso Herbert Dorfmann.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]
  • “ Sentiero dei Parchi”: presto anche l’Italia avrà il suo Cammino di Santiago italiano
    Dai Tg flash, ai treni velocissimi ai fast food fino ai pranzi al volo: viviamo in un mondo in cui la velocità è diventata una dote essenziale e molto ricercata, ma esiste un’alternativa che cerca di promuovere il valore della lentezza e della scoperta. Esistono infatti, diversi modi di viaggiare e dopo lo slow food […]

Categorie

di tendenza