Connect with us
Pubblicità

Trento

Lucio Gardin con Chiambretti a Matrix, «La politica trentina è una roccaforte snob in equilibrio su pilastri di arroganza»

Pubblicato

-

Profeta in patria, cioè in Trentino, ma anche fuori, ed in questo caso sulle reti Mediaset.

Già, perché da ormai tre stagioni televisive Lucio Gardin è la voce ufficiale del programma di Canale 5 Matrix Chiambretti, che va in onda tutti i venerdì sera in seconda serata.

Comico eclettico, attore e registra (ha vinto molti film festival di cortometraggi), protagonista in radio nel programma Sei Uno Zero con Lillo e Greg, scrittore di satira, pubblicitario e stimato formatore aziendale che parla di marketing gestionale usando l’umorismo.

Pubblicità
Pubblicità

Vincitore di numerosi premi, e sceneggiatore (anche per Sitcom come Casa Vianello), sensibile a temi come l’ambiente e l’educazione giovanile, «è necessario ripensare e riprendere la vecchia ora di educazione civica ed insegnare ai giovani l’onestà, il rispetto,  l’altruismo, il perdono e l’ascolto»ama spesso dire  Gardin, e come dargli torto visto quello che succede ogni giorno.

Abbiamo incontrato Lucio Gardin per i nostri lettori, cercando di incalzarlo per sapere qualcosa di più del conosciuto, e ne è nata un’intervista dove si parla di tutto, ma proprio tutto…pensate un po’ anche di politica che per il comico fino ad ieri era off limits.

E attenzione, perché, il comico trentino parte a ruota libera e ne ha per tutti e senza peli sulla lingua.

Pubblicità
Pubblicità

Arrivano così stilettate e bordate tremende per Ugo Rossi, Alessandro Olivi, le feste vigiliane, i tagli della sanità trentina, e il caso Zappini.

Lucio non ti bastava il Megabait su Trentino TV?

«Oh altro che se mi basta, mi basta e avanza. Ma quando chiama Chiambretti non si può rispondere “non posso, sono al Megabait”..»

Come è nata la collaborazione?

«Ci siamo conosciuti qualche anno fa ad un evento a cui io ero premiato per un cortometraggio e lui era ospite insieme ad altre personalità. Ci ha presentato un amico comune».

Cosa fai nel programma?

«Beh non posso dire che è sulle mie spalle.. io leggo solo delle schede filmate che sono presenti nel programma e solitamente descrivono la classifica dei personaggi più conosciuti o più in voga del momento. Le schede non contengono vere e proprie battute, e in questo entra in gioco il mio timbro di voce che deve rendere lo script in modo ironico, irriverente. A Chiambretti piace la mia voce, la trova divertente».

Solo la voce? Non hai possibilità di andare in video?

«Per ora mi va bene essere presente con la voce, è già una grande soddisfazione. Sai, oggi c’è la fila di gente che vuole andare in tv, e questo crea un disequilibrio tra domanda e offerta per cui occorre avere una forte motivazione oltre che dei buoni padrini per arrivarci. Ed io al momento non ho né una ne gli altri. Beh i secondi a dire il vero non li ho mai avuti».

Tra poco tornano le Vigiliane, ci sarai?

«Noooo, ho già dato. Però a dire il vero mi piacerebbe ritornare ma mi hanno chiuso tutte le porte, perché con Guido Malossini come patron c’era carta bianca sui temi da trattare, ma ora organizza il Centro Santa Chiara, e il simpatico direttore Nardelli mi fa pagare alcune battute sulla florida gestione del Centro. Sono cose che la gente non sa, viene a teatro, ride a quello che dico, mi fa i complimenti, ma non sa che poi io pagherò sulla mia pelle ogni parola che dico.  E’ un lavoro difficile ma qualcuno deve pur farlo
Ahah sì. In Trentino la cattiva amministrazione è come la nebbia, non si riesce a vederla perché c’è troppa nebbia».

Parliamo di politica, cosa ne pensi?

«E’ come se ti chiedessi “cosa ne pensi degli idraulici”, ci sono quelli che lavorano bene e quelli che non capiscono un tubo. La politica è fatta di persone, dipende da come è la persona. E non mi riferisco se uno è di destra o di sinistra, ma se è mosso da valori o dall’avidità di potere».

Ok, vediamo se ti sbilanci, come vedi la politica trentina?

«Ma c’è qualcuno che ti paga per farmi queste domande?»

Dai non farti pregare….

«La politica trentina è una roccaforte snob in equilibrio su pilastri di arroganza. Sono tanto lontani dalla gente comune. Penso a Ugo Rossi quando dice che siamo la prima regione italiana per PIL, a parte che siamo sempre dietro Bolzano, ma il punto è che siamo partiti da valori di primato altissimi, però dai primi anni 2000 stiamo perdendo terreno a una velocità fotonica. Nel 2008 la differenza tra il reddito medio di un trentino e un altoatesino era di 500 euro lordi all’anno in favore di Bolzano, oggi è di oltre 1800 euro. Sono dati, non supposizioni. Siamo in caduta libera… »

E quale è la soluzione?

«La politica deve capire che per aiutare l’economia bisogna porre delle norme strutturali in cui le piccole e medie imprese possano investire per crescere! Non so se hai saputo della delibera di qualche giorno fa che stanziava mi pare 4 milioni di euro per “l’avvio di nuove imprese sul territorio”, sotto c’erano i punteggi necessari per ottenere i contributi e il punto 4 dice “Qualora l’impresa richiedente sia costituita esclusivamente da migranti o richiedenti asilo le predette percentuali sono aumentate di 10 punti percentuali”. Ora, se pensi che l’idea viene dall’assessore allo sviluppo economico e al lavoro, capisci come mai il Trentino ha 10% di PIL in meno rispetto a Bolzano. Pensavo di essere difettoso io, ma questi mi battono…»

In che senso?

«Non so, la politica sta davvero perdendo di vista la realtà. Credo che anche il mio criceto sia in grado di comprendere che se vuoi costruire un futuro basato su una crescita economica e culturale, quei 10 punti di bonus devi darli a un neolaureato. Per aiutarlo ad aprire un’attività ed entrare nel mondo del lavoro. Sapevi che ogni anno circa 4500 trentini espatriano perché qua non c’è lavoro? E di questi il 25% sono giovani tra i 18 e i 34 anni? E noi facciamo i bandi agevolati per i migranti…»

Eppure nei programmi politici i giovani sono sempre presenti..

«Se è per quello è presente anche la parola onestà. Fammi tornare su una cosa.. Lo sai che in alto Adige asfaltano le strade che portano ai masi? Che trovano un lavoro alle persone che vivono lì nell’arco di 25 km per mantenere in vita le realtà periferiche? E in Trentino cosa facciamo? Chiudiamo gli ospedali. Che voglia può avere una famiglia di vivere in valle se chiudono scuole e ospedali? Nella valli chiudono i punti nascita, non possono più fare figli. Che in certe valli era rimasto uno dei pochi divertimenti..»

Perché non ti candidi? Mai come oggi ci sarebbe bisogno di un portavoce.

«C’è bisogno di gente che affronti i problemi con l’ottica di risolverli anziché con quella di trarne il maggiore profitto, ma per farlo non serve entrare in politica. E’ arrivato il momento che chiunque di noi, in ogni ambito lavori, si dia da fare per rendere il mondo un posto migliore. Stiamo vivendo tempi di cambiamento e i nostri politici sono ancorati a concetti di 20 anni fa. Infatti una delle più grandi offese che puoi fare a un politico è avere cambiato idea, non esistono politici che siano usciti illesi dal fatto di avere cambiato idea su qualcosa».

Secondo te perché?

«Perché il mantenimento di posizioni precostituite è sempre stata caratteristica determinante per un bravo leader, ma andava bene quando le cose non cambiavano mai o lo facevano lentamente, ma in una società in constante e veloce cambiamento la coerenza è diventata un attributo inutile. Serve molto di più una mente elastica che si misura col territorio, e dico territorio e non mercato perché il mercato è in mano agli stessi poteri che costituiscono la classe politica. Uno studio ha previsto che il 60% dei quindicenni di oggi, nel 2030 farà lavori che ancora non sono stati inventati. Se chi ha potere decisionale non considera questi dati è meglio che vada alle Maldive con la 104».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Appartamenti moderni fatti in tubi di cemento, Hong Kong trova la soluzione per la crisi immobiliare
    L’improvviso aumento della popolazione, ha portato Hong Kong ad attraversare una crisi immobiliare dettata proprio dalla crescita della domanda di alloggi. Di conseguenza, con i prezzi immobiliari alle stelle e i sempre più scarsi spazi disponibili, l’architetto James Law ha trovato una soluzione davvero innovativa per risolvere il problema della carenza di appartamenti. L’architetto ha […]
  • Verso una caricabatterie universale per tutti i dispositivi mobili, la proposta dell’UE
    Da una proposta presentata dalla Commissione Europea, spunta la possibilità di un carica batterie universale e utilizzabile per qualsiasi dispositivo mobile. Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti, la proposta punta quindi ad armonizzare i cavi di ricarica su una serie di dispositivi elettronici venduti nell’Unione Europea. In particolare, è stato proposto di puntare sull’utilizzo del […]
  • In Cile, il meraviglioso hotel interamente ecologico costruito con container ricilati
    Negli ultimi anni, il mondo dei viaggi tende sempre di più verso la sostenibilità e il rispetto per l’ambiente tanto che la ricerca di spostamenti meno inquinanti, i cottage o le casette in legno immerse nella natura, sono diventate una vera e propria tendenza. La ricerca di alloggi in strutture sempre più originali è in […]
  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]

Categorie

di tendenza