Connect with us
Pubblicità

Trento

Gioco d’azzardo, la legge è ancora ferma al palo, Plotegher: «comportamento desolante della Giunta»

Pubblicato

-

La consigliera Violetta Plotegher ha presentato alla Giunta un’interrogazione chiedendo a che punto sono i regolamenti attuativi della legge provinciale 13 del 2015 per la prevenzione e la cura della dipendenza da gioco.

Nell’interrogazione erano molti i quesiti a cui la giunta doveva rispondere.

I dati sull’applicazione del distanziometro nei diversi Comuni e in che misura gli enti locali hanno recepito la normativa; i dati relativi al numero degli apparecchi e delle sale slot e vlt prima e dopo l’attuazione della legge; il numero degli esercizi che hanno beneficiato delle misure previste dalla legge a sostegno degli esercizi pubblici; se i sindaci hanno introdotto limiti orari di apertura per le sale gioco e i pubblici esercizi che offrono apparecchi e, se sì, quali; se è stato adottato e diffuso il logo provinciale previsto dalla legge; quante sanzioni penali e amministrative pecuniarie sono state irrogate nell’attività di vigilanza e i risultati di questa attività; quante iniziative di informazione rivolte alla cittadinanza sono state finanziate per promuovere la consapevolezza delle pressoché inesistenti probabilità di vincite in denaro.

Pubblicità
Pubblicità

Questi solo alcune delle domande rivolte dalla consigliera del PD alla giunta provinciale.

l’Assessore Gilmozzi ha risposto che non tutte le delibere sono state fatte e che è stata avviata la procedura per l’esclusione dei contributi per gli esercizi che hanno installato le macchine; è stato poi avviato un progetto grafico da parte dei giovani per la sensibilizzazione, anche se alla fine è stato scelto di estendere alla Provincia il logo sui rischi del gioco del comune.

Sul divieto di collocare apparecchi da gioco distante dei luoghi sensibili, è stata diffusa ai comuni la delibera attuativa.

Pubblicità
Pubblicità

Recentemente è stata inoltrata la domanda per avere i dati sulla diffusione delle macchine da gioco.

Non risultano, ha detto l’assessore, provvedimenti dei sindaci per limitare la diffusione delle sale da gioco.

C’è, ha concluso Gilmozzi, la necessità di un coordinamento con i comuni che hanno la titolarità dei controlli.

La consigliera Violetta Plotegher ha replicato che è desolante vedere che l’applicazione della legge e l’avvio del monitoraggio di un fenomeno così grave socialmente e sul piano economico è a questo punto; vedere le difficoltà di coordinamento con i comuni.

La legge, ha ricordato, prevede la rimozione degli apparecchi entro il 2020 che è dopodomani e quindi va fatta subito una mappatura e avviato un dialogo con gli esercenti.

In molti comuni italiani, ha ricordato, si sono fatti grandi passi avanti.

«La nostra legge vuole agire sull’offerta, – ha concluso Violetta Plotegher –  anche se è difficile perché in Italia c’è un gioco d’azzardo industriale. Ma se si vuole agire sulla domanda, serve una campagna pubblicitaria per far capire che le possibilità di vincita sono remotissime, ma nessuno sta facendo nulla. Siamo di fronte a un’emergenza non solo sociale ma anche economica, ha affermato la consigliera Pd, perché i costi sociali determinati dalla dipendenza aumentano e pesano anche sull’erario».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza