Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

European Youth Cup a Rovereto, Elisa Roner campionessa individuale nel compund

Pubblicato

-

L’ultima giornata dell’European Youth Cup sorride all’Italia.

I nostri arcieri nell’impianto roveretano del Pala Kosmos hanno conquistato due medaglie d’oro, una d’argento e una di bronzo.

La piccola delusione in avvio per il quarto posto di Elisa Bazzichetto, sconfitta dall’estone Meeri-Marita Paas, è stata immediatamente compensata dalla vittoria della beniamina di casa Elisa Roner nelle cadette compound.

Pubblicità
Pubblicità

Contro la croata Amanda Mlinaric, l’arciera lagarina si è assicurata la vittoria con un percorso quasi perfetto nelle prime tre volee (88 punti su 90 disponibili) che le ha fruttato 5 punti di vantaggio.

Nelle rimanenti due Roner ha “gestito” la gara ed è rimasta concentrata fino al finale di 144 a 141: «I primi tre turni sono andati benissimo – rivela a fine mattina Elisapoi sono un po’ “caduta” col braccio ma nel complesso sono riuscita a gestire al meglio il confronto. Non potevo chiedere di più da questa settimana: ho raggiunto entrambi i miei obiettivi con la vittoria individuale e quella di squadra. Per due punti non sono entrata nella coppia della squadra mista ma poco male. Il prossimo obiettivo sono gli europei in Grecia, poi vedremo il da farsi per il prosieguo della stagione».

Poco dopo è stata la volta di Antonio Brunello che con 143 a 138 è andato a prendersi il terzo posto nei cadetti compound relegando lo svedese Marcus Arlefur-Wällstedt ai piedi del podio. «Ero alla mia prima esperienza con la maglia azzurra spiega il veneto della K-Kosmose questo mi ha dato un’ansia incredibile, al punto che prima della finale e durante i primi tiri tremavo tutto. Poi la tensione si è alleviata e ho tirato senza guardare cosa faceva l’avversario ma tenendomi calmo e concentrandomi soltanto su me stesso».

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Finale thrilling per Jesse Sut negli junior compound: con due volee perfette si è presentato alle ultime tre frecce con un vantaggio di 2 punti sul danese Simon Olsen.

L’atleta nordico è riuscito a pareggiare i conti e la medaglia d’oro si è decisa al tiro di spareggio che ha visto l’atleta della K-Kosmos prevalere. «Forse arrivare con due punti di vantaggio – spiega il friulanonon era la posizione migliore. Conosco bene Olsen, soprattutto la sua solidità mentale e a conti fatti sarebbe stato meglio essere più vicini nel punteggio. Lo shoot off è una condizione in cui mi sento a mio agio e riesco sempre a dare il meglio ed ero molto fiducioso. Sono contento perché, dopo un brutto 2017, quest’anno si è aperto nel migliore dei modi già nelle indoor e sta proseguendo in egual modo anche all’aperto». L’ultima medaglia per i colori azzurri proviene dai cadetti dell’arco olimpico.

Elisa Ester Coerezza non può nulla contro la russa Viktoria Kharitonova dimostratasi superiore all’azzurra.

Nelle altre sfide di giornata nel compound l’Estonia si mette due ori al collo con Lisell Jaatma nelle junior (139 a 136 sulla britannica Ella Gibson), e Robin Jaatma nei cadetti (143 a 140 sul danese Oliver Christiansen); nell’arco olimpico, detto del secondo posto di Coerezza nelle cadette, nei pari età il turco Maras Efe Gürkan prevale nettamente sul belga Senna Roos.

Negli junior doppietta per la Russia grazia e Svetlana Gomboeva e Sodnom Budaev capaci di superare rispettivamente su Lisa Barbelin (Francia) in un confronto mai in discussione e Mikkel Berrig Rasmussen (Danimarca).

Si conclude così un campionato europeo che ha visto la nazionale italiana recitare un ruolo di primo piano al cospetto di nazioni blasonate e dimostrare di avere grandi potenzialità per il futuro.

I risultati, 5 medaglie d’oro 3 d’argento e una di bronzo, danno fiducia al capo delegazione Oscar De Pellegrin che ammette: «Una manifestazione disputata in un impianto straordinario, costruito per mettere a proprio agio gli atleti e per una volta anche l’Italia può dire di essere ad altissimi livelli in tema di organizzazione. Per quanto riguarda la parte tecnica sono soddisfatto, qua si sono visti in azione molti arcieri che andranno a rimpolpare le rispettive nazionali maggiori nei prossimi anni, ma anche un livello di gara altissimo. Sono estremamente soddisfatto per il gruppo della nazionale, sia a livello di risultati sia a livello di crescita complessiva. I ragazzi hanno affrontato con la giusta tensione l’appuntamento, sia oggi sia in prospettiva per le convocazioni future e hanno formato un buon gruppo. Segno che a livello giovanile stiamo facendo un buon lavoro e con buona continuità. Ora è necessario non fermarsi, ma proseguire in questa via cercando nei vari club italiani tutti quei talenti potenziali che possono permetterci una crescita ulteriore».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]
  • La Nasa riprogramma la strada verso la Luna testando “il razzo più potente di sempre”
    Dopo l’ultima missione di Apollo del 1972, l’agenzia aerospaziale americana Nasa si prepara a riportare l’uomo sulla Luna, testando nel deserto di Utah quello che ha definito “ il razzo più potente di sempre”, lo Space Launch System. Questo razzo farà parte della missione Artemide che in un solo lancio riuscirà a portare l’equipaggio insieme […]
  • Petit Pli: il vestito che cresce insieme ai bambini
    I bambini crescono rapidamente e spesso i loro vestitini hanno vita molto breve diventando stretti o troppo piccoli. Un’ulteriore costo che incide sulle tasche delle famiglie e dell’ambiente. A risolvere questo problema ci ha pensato il designer Ryan Yasin attraverso dei tessuti elastici che adattandosi perfettamente al corpo riescono a coprire ben 6 differenti taglie. […]

Categorie

di tendenza