Connect with us
Pubblicità

Politica

I 22 punti definitivi del contratto tra Lega e Movimento Cinque Stelle

Pubblicato

-

Movimento 5 stelle e Lega raggiungono l’accordo sul programma e chiudono gli oltre 22 punti che costituiscono il contratto di governo.

Restano da sciogliere solo gli ultimi nodi, spiega il pentastellato Alfonso Bonafede, e toccherà a LuigiDi Maio e Matteo Salvini dirimere i punti ancora controversi, tra cui il capitolo grandi opere.

Ai due leader anche il compito più gravoso e delicato: individuare il nome del premier, che sarà politico e non terzo.

Pubblicità
Pubblicità

Una trattativa che li impegnerà “ad oltranza“.

Già nel corso della giornata di oggi potrebbe esserci stato un nuovo faccia a faccia.

Dopo oltre una settimana di incontri, con la full immersion dello scorso week end a Milano, ieri il tavolo tecnico ha concluso i lavori, mettendo nero su bianco un programma di 40 pagine, oltre 22 punti.

Rispetto alla prima bozza datata lunedì 14 maggio, scompare il capitolo relativo all’uscita dall’euro, così come non si fa alcuna menzione di un possibile referendum sulla moneta unica.

Secondo quanto riferito da fonti parlamentari 5 stelle, nel contratto si farebbe solo un riferimento alla possibilità di valutare e rivedere i trattati con i partner europei.

Pubblicità
Pubblicità

Nel contratto di governo ci sono “tutti i nostri valori fondanti, le nostre battaglie storiche”, rivendica Luigi Di Maio.

Tra i punti che compongono il programma c’è anche il Comitato di conciliazione (una sorta di organismo ’parallelò al governo, a cui partecipano anche i due leader politici, e che avrà il compito di dirimere le controversie che si dovessero presentare). Il comitato rispecchia “il contratto alla tedesca”, spiega ancora Di Maio.

Sarebbe stata, infatti, modificata la norma rispetto alla bozza di lunedì. Le modifiche sarebbero state inserite per evitare che vi sia il rischio di contrasto con norme di legge e costituzionali che regolano il funzionamento dell’organo di governo.

Ancora, tra i temi inseriti, il conflitto di interessi, un capitolo ad hoc dedicato ai migranti, ma dai toni equilibrati, viene garantito, frutto della mediazione e del compromesso tra le posizioni più tranchant della Lega e quelle più moderate dei 5 stelle.

Altro capitolo confermato nel contratto di governo tra M5s e Lega quello relativo agli interventi sulle pensioni d’oro. Accordo raggiunto inoltre su taglio dei vitalizi e sprechi. “Ormai si tratta di uno, due giorni, nel fine settimana sottoporremo” il contratto di governo “all’attenzione dei cittadini attraverso varie procedure, la Lega con i gazebo e noi con la nostra piattaforma per far giudicare i cittadini”, ricorda Bonafede.

Il contratto di governo potrebbe anche essere sottoscritto davanti a un notaio. L’ipotesi è stata presa in considerazione già nel corso delle trattative. Ora sta ai leader valutare se e quando consegnare la versione definitiva del contratto al Capo dello Stato.

Se sul fronte del programma i passi in avanti sono reali, resta ancora l’incertezza sulla squadra di governo e soprattutto sulla premiership. Di certo c’è che non sarà un tecnico terzo, ma perde notevolmente quota anche l’ipotesi della staffetta tra i due leader.Il premier sarà un nome politico che viene individuato da due forze politiche con un mandato ben preciso, no ai tecnici calati dall’alto“, sottolinea Di Maio.

Anzi, aggiunge, “tutti i nomi saranno politici perchè saranno scelti da due forze politiche e non calati dall’alto”. Quanto al futuro ruolo dei due leader, il capo politico del M5s afferma: se per formare il governo sarà necessario che i due leader restino fuori “noi siamo pronti. Io mi auguro” che entrambi faranno comunque parte dell’esecutivo, “sarà metterci alla prova in prima persona”. Più preciso Salvini, che entra nei dettagli e rivendica per la Lega i dicasteri di Interno e Agricoltura: un “ministro che si occupi di sicurezza e difesa dei confini”, afferma, perchè “se parte un governo con la Lega all’Interno i cinque miliardi per l’accoglienza vengono quantomeno dimezzati, per metterli sul capitolo rimpatri ed espulsioni”. Quanto a se stesso, “non vado a fare il ministro per il gusto di farlo, vado al governo solo se c’è un programma firmato nero su bianco, con tempi fissati”.

Qui la prima bozza d 29 punti poi ridotta a 22

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza