Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Due titoli per la nazionale azzurra all’European Youth Cup a Rovereto

Pubblicato

-

Terza giornata all’European Archery Youth Cup  in località Baldresca a Rovereto.

La mattinata di ieri 15 maggio è stata dedicata interamente alle squadre miste e ha regalato due titoli alla nostra nazionale.

Li hanno ottenuti Elisa Bazzichetto e Antonio Brunello nell’arco compound e Tanya Giaccheri e Simone Guerra nell’arco olimpico.

Pubblicità
Pubblicità

Due successi diversi, ma entrambi inaspettati per quanto visto ieri.

Il primo dei quattro titoli messi in palio ieri, in una mattina soleggiata ma con qualche folata di vento fastidiosa, proviene in apertura di gare dal compound cadetti dove la coppia Bazzichetto-Brunello prima supera la Croazia nella semifinale, poi ha la meglio nella gara di finale sulla favorita coppia estone (Meeri-Marita Pas e Robin Jaatma) col punteggio di 152 a 151.

Per loro una vittoria in rimonta dopo l’inizio di difficile e raddrizzato con una grande determinazione e consapevolezza nei propri mezzi: «Una gara in salita – rispondono in coro Elisa e Antonioma abbiamo rimontato immediatamente e superato l’Estonia di quanto bastava per vincere. Sebbene partissimo in svantaggio sapevamo dentro di noi che avremmo potuto recuperare, perché ci siamo preparati molto nelle ultime settimane tirando sempre assieme e affinando l’intesa. Solitamente le gare individuali danno maggior soddisfazione ma una vittoria di squadra ha un sapore particolare, molto diverso ma altrettanto esaltante».

Pubblicità
Pubblicità

Meno fortunata la formazione azzurra negli junior. 

Pubblicità
Pubblicità

Sara Ret e Jesse Sut, al comando dopo la giornata di ieri, non sono riusciti a ripetersi e si sono fermati in semifinale. La nuova sfida contro la coppia dell’Estonia si è risolta soltanto ai tiri di spareggio e la nazionale baltica si è dimostrata più fredda della nostra.

L’unica consolazione per il duo azzurro, sconfitto anche nella finalina per il terzo e quarto posto dalla Svizzera col risultato di 110 a 115, deriva dal fatto di aver perso contro la nazionale che ha conquistato il titolo. Superata l’Italia, l’Estonia ha battuto la Russia 153 a 151 nella finale sempre in bilico, ma con i baltici sempre avanti nel punteggio.

Il secondo titolo per la nostra nazionale lo portano a casa nell’arco olimpico gli junior Giaccheri e Guerra. Una vittoria sudata e cominciata dal primo turno in virtù del quarto posto dopo la giornata di ieri. Superate Austria negli ottavi e Polonia nei quarti, in semifinale Giaccheri e Guerra se la sono vista contro la Francia, la migliore nelle fasi di qualificazione e sulla carta il più forte team in gara.

La sfida si è risolta agli spareggi dove la miglior concentrazione degli azzurri ha avuto la meglio sui transalpini. Non ci sono voluti invece tiri supplementari per avere la meglio della rappresentativa russa in finale, una gara sempre comandata dai nostri fin dal primo centro. «Non ci aspettavamo di arrivare fin qua – affermano sorridenti i ragazzinon è un periodo d’oro e siamo ancora più contenti della vittoria. Inoltre eravamo al primo scontro con le telecamere addosso, eravamo tesi ed emozionati ma tutto è andato benissimo e siamo orgogliosi perché abbiamo incontrato avversari di tutto rispetto come la Russia e la Francia che aveva vinto la fase di qualifica. Proprio il secondo è stato lo scontro più duro perché i transalpini ci hanno portato agli spareggi. Inaspettatamente, invece, la finale è andata ben oltre le aspettative, soprattutto perché credevamo in una prestazione migliore da parte di Erdem Iryneev, che ieri ha vinto la qualifica classifica individuale maschile e lo avevamo visto tirare davvero bene al campo prova. Forse ha sentito la tensione. Meglio così, siamo stati bravi e fortunati».

Nei cadetti la Turchia la spunta sulla Francia al termine di una lotta freccia a freccia che ha visto inizialmente i transalpini avanti, ma alla fine ha premiato il duo turco per un solo punto negli “shoot out. Terzo posto per la Polonia che ha sconfitto la Russia nella finalina e settimo posto per gli azzurri Elisa Ester Coerezza e Niccolò Lovo eliminati nei quarti di finale.

Domani nuova tornata di gare individuali con tutti gli azzurri visti martedì in gara. La mattina saranno sulle piazzole di tiro i maschi di tutte le categorie impegnati negli scontri diretti fino alle seminfinali. Il pomeriggio, con lo stesso programma tireranno le femmine. Le gare di finale si svolgeranno sabato mattina.

Programma orario di giovedì 17 maggio:

Eliminatorie individuale maschile:

  • 9-9:30 riscaldamento
  • 9:30-10:05 1/48 cadetti olimpico
  • 10:05-10:45 1/24 olimpico (tutte le categorie)
  • 10:45-11:25 sedicesimi di finale olimpico (tutte le categorie)
  • 11:25-12 ottavi di finale olimpico e compound (tutte le categorie)
  • 12-12:35 quarti di finale olimpico e compound (tutte le categorie)
  • 12:35-13:10 semifinali olimpico e compound (tutte le categorie)

Eliminatorie individuale femminile:

  • 14-14:30 riscaldamento
  • 14:30-15:10 1/24 olimpico (tutte le categorie)
  • 15:10-15:50 sedicesimi di finale olimpico (tutte le categorie)
  • 15:50-16:30 ottavi di finale olimpico e compound (tutte le categorie)
  • 16:30-17:10 quarti di finale olimpico e compound (tutte le categorie)
  • 17:10-17:45 semifinali olimpico e compound (tutte le categorie)

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza