Connect with us

Sport Trentino

Promosport, festa finale per 520 studenti nel centro sportivo Trilacum

Pubblicato

-

Percorsi attrezzati, giochi della tradizione trentina oltre agli sport tradizionali. E’ questo il menù dell’edizione 2018 di Promosport, iniziativa voluta dal CONI – Comitato Provinciale di Trento e dal Dipartimento della Conoscenza, Servizio Infanzia ed Istruzione del 1° Grado, della Provincia Autonoma di Trento in collaborazione con il Panathlon Club Trento, Trentino Sport Days, Riva del Garda Fierecongressi ed il Gruppo Sportivo Trilacum.

Il Centro Sportivo “Trilacum” di Vallelaghi (Tn) ha ospitato, dalle 8:30 alle 16:30, oltre 520 giovani studenti e 51 docenti provenienti da 28 Istituti Comprensivi della Provincia per l’atto conclusivo della stagione 2017/2018 del progetto alfabetizzazione sportiva: iniziativa che la Provincia Autonoma di Trento ha voluto riproporre e rinnovare in stretta sinergia con il Comitato Provinciale del CONI.

Il progetto alfabetizzazione sportiva, ha come obiettivo il corretto avviamento alla pratica motoria all’interno del contesto scolastico delle classi 5ˆ della scuola primaria, grazie alla presenza di insegnanti di educazione fisica.

PubblicitàPubblicità

«Promosport – dichiara il professor Giuseppe Cosmi, Coordinatore Educazione Fisica e Sportiva PAT -; è diventato un appuntamento che segna le attività del progetto di alfabetizzazione sportiva. L’iniziativa consolida il legame tra Provincia Autonoma di Trento ed il Comitato Provinciale del CONI. Oltre a dare un esempio di proficua collaborazione tra istituzioni, il progetto alfabetizzazione sportiva è uno dei fiori all’occhiello di un percorso didattico che include l’alfabetizzazione motoria e l’educazione motoria veicolare, attività, queste ultime, destinate alle classi 1ˆ e 2 ˆ della scuola primaria che già hanno suscitato interesse a livello nazionale oltre ad essere oggetto di studio accademico».

Risultati d’eccellenza che nascondono però grazie ad un lavoro metodico fondato sulla riflessione ed il confronto condiviso come afferma Matteo Lazzizzera, docente di educazione fisica, allenatore e referente Promosport per il Comitato Provinciale del CONI. «Siamo partiti nel 2009 coinvolgendo sei Istituti. Oggi abbiamo in lista 28 Istituti Comprensivi trentini: è il segnale che la cultura ludico-sportiva sta tornando a completare i processi d’insegnamento, grazie prima di tutto all’attenzione dei docenti di educazione fisica, ma non è possibile nascondere lo straordinario impegno organizzativo ed economico delle Istituzioni».

Al Trilacum a scendere in campo è stato prima di tutto il divertimento e la carica di oltre 500 giovani studenti trentini che hanno affrontato sfide di ogni genere: dai giochi tradizionali, come il tiro alla fune e la corsa con i sacchi, ai giochi-sport con la palla, come pallacanestro ed hockey per proseguire con prove d’abilità atletica. A coordinare le attività il personale CONI, oltre agli insegnanti di educazione fisica con la preziosa collaborazione di 17 studenti frequentanti il primo anno del Liceo Scientifico ad indirizzo sportivo “Rosmini” di Rovereto oltre a 52 studenti del quarto anno dell’Istituto Professionale “Don Milani”.

Tutte le delegazioni scolastiche si sono presentate grazie ad un apposito cartellone in formato A3 disegnato dagli studenti. Il Panathlon Club di Trento ha premiato a fine giornata l’elaborato più significativo e meritevole sul tema del fair-play e del diritto allo sport dei ragazzi.

Pubblicità
Pubblicità

Sport

Sport italiano a trazione trentina: le medaglie europee di Bridi, Trentin e Crippa

Pubblicato

-

Come sempre lo sport trentino si conferma protagonista e leader trascinatore dell’Italia che ha guadagnato diverse medaglie agli ultimi europei di atletica e nuoto. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Sport Trentino

L’ Uci squalifica Gianni Moscon per 5 settimane

Pubblicato

-

Cinque settimane di stop: è la sanzione inflitta a Gianni Moscon dall’Uci, l’Unione ciclistica internazionale che ha punito il corridore del team Sky reo, durante la 15/a tappa del Tour de France il 22 luglio scorso di aver colpito un avversario (Elie Gesbert, ndr), gesto che gli è costato anche l’espulsione dalla corsa. (qui l’articolo)

L’Uci ha fermato Moscon da oggi fino al 12 settembre prossimo“Accetto la sospensione – le parole di Moscon in una nota del team Sky – Ho reagito nell’agonismo del momento e non è mai stata mia intenzione colpire un altro ciclista.  Come il filmato mostra, non ho colpito nessuno, ma sono pentito delle mie azioni e mi sono già scusato con Elie Gesbert e il Team Fortuneo Samsic per l’incidente”.

“Siamo certi che il rammarico di Gianni sia reale – le parole del responsabile del Team Team Sky, Sir Dave Brailsford – e confidiamo che abbia tratto lezioni importanti da quanto accaduto. Continueremo a dargli l’aiuto e il supporto di cui ha bisogno per imparare, crescere e ripartire dopo questo stop”. 

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Dolomiti Energia, regista serbo: triennale per Nikola Radičević

Pubblicato

-

Il nuovo playmaker della Dolomiti Energia Trentino è Nikola Radičević: l’esterno serbo classe 1994, scelto con la 57a scelta al draft NBA nel 2015 dai Denver Nuggets, vestirà la maglia bianconera per le prossime tre stagioni sportive.

Radičević, 196 centimetri per 91 chili, è un regista mancino con stazza e visione di gioco, capace di avere un impatto sulla partita su entrambe le metà campo e con grande esperienza internazionale nonostante la giovane età. Nikola è reduce da una stagione in cui è stato protagonista in ABA League ed in Eurolega con la Stella Rossa Belgrado prima di trasferirsi al Gran Canaria con cui ha giocato la seconda parte del campionato spagnolo aiutando la squadra delle Isole Canarie a qualificarsi per la prima volta nella propria storia alla principale coppa europea per club (23 partite a 7,2 punti e 2,2 assist di media in 17’ di utilizzo).

Il playmaker serbo fra il 2012 e il 2017 ha giocato nel Sevilla, inizialmente nel settore giovanile della formazione spagnola per poi ritagliarsi un ruolo sempre più importante in prima squadra in ACB ed EuroCup, competizione in cui vanta già 24 partite giocate: nonostante una stagione intera persa per infortunio (quella 2015-16), Radičević ha chiuso la sua esperienza a Siviglia con una stagione a 9,3 punti di media con 2,4 rimbalzi e 2,7 assist.

PubblicitàPubblicità

Considerato uno dei maggiori talenti europei del suo anno di nascita, Nikola è stato nominato MVP del Torneo di Mannheim nel 2012 e ha vinto tre medaglie in competizioni giovanili vestendo la maglia della Serbia e venendo anche inserito più volte nei migliori quintetti delle manifestazioni. Nato a Cacak il 25 aprile 1994, Nikola è il primo giocatore serbo a vestire la maglia di Aquila Basket in Serie A.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «Diamo il benvenuto a Nikola con grande gioia: è un altro giocatore che ha scelto Aquila Basket e ha scelto noi per proseguire un percorso di alto livello, che lo ha visto diventare sempre più protagonista nei campionati spagnoli e nelle competizioni internazionali che ha affrontato negli ultimi anni. Radičević è un giocatore che potrà esserci subito utile perché ha grandi qualità tecniche, grandi qualità nel modo di lavorare giorno per giorno; ma è anche un giocatore importante in prospettiva perché ha ampi margini di miglioramento e tanta voglia di crescere. Nikola chiude un pacchetto esterni in cui tutti potranno essere determinanti e coinvolti, è una situazione che darà grandi stimoli a tutti i giocatori e a tutto il team».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it