Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Giochi Giovanili Studenteschi della Dama: 2 argenti per il Liceo Rosmini di Rovereto, un terzo ed un quarto posto per le scuole elementari della Val Rendena

Pubblicato

-

Si sono conclusi con soddisfazione i Giochi Giovanili Studenteschi della dama per le scuole della provincia di Trento.

La Fase Finale si è tenuta a Grosseto dal 10 al 13 maggio e vi partecipavano tutte le squadre qualificatesi attraverso le eliminatorie regionali prima, e quelle interregionali poi.

Un totale di 52 squadre finaliste appartenenti a scuole elementari, medie e superiori, tra le quali anche 4 squadre trentine che si presentavano quali vincitrici delle eliminatorie del triveneto tenutesi circa un mese fa a Romano D’Ezzelino (VI).

PubblicitàPubblicità

Nella finale di Grosseto i risultati migliori sono stati conquistati dalle due squadre del Liceo Antonio Rosmini di Rovereto che hanno ottenuto ciascuna un 2° posto nella propria categoria: tra le “scuole superiori dama italiana” (al classico gioco che si pratica in Italia sin da bambini) e le “scuole superiori dama internazionale” (giocando alla variante di gioco scelta dalla Federazione Mondiale per le competizioni internazionali e praticato anche in Italia da molti giocatori).

Nelle due categorie la vittoria è andata a Reggio Calabria per la dama italiana, ed a Velletri per la dama internazionale, squadre dove in verità milita già qualche giovane giocatore con il titolo di “maestro”, in grado di impensierire anche i giocatori adulti più esperti, a differenza dei ragazzi trentini, che giocano esclusivamente nelle categorie giovanili.

Pubblicità
Pubblicità

E’ dunque un grande rammarico sapere che i giovani del Rosmini per poco non vincevano lo scontro diretto con Reggio Calabria, alla fine terminato con un pari, occasione persa per una banale disattenzione durante uno degli incontri. Ma si sa, come in tutti gli sport, alla fine a vincere è uno solo, bisogna dunque dare merito a chi ha giocato meglio, così come apprezzare il secondo posto ottenuto.

Pubblicità
Pubblicità

Diamo anche un nome ai componenti delle due squadre del Liceo Rosmini: Gabriele e Simone Azzarà e Federico Toscano per la dama internazionale, Emanuele Bellini, Emanuele Deimichei e Nicola Gobbi per la dama italiana.

E tutti e sei si allenano presso il vicino ASD Dama Mori con l’istruttore federale Nunzio Gaglio che da anni segue le mosse di decine e decine di giovani campioni.

Hanno fatto ottima figura anche i giovani della Val Rendena che si battevano nei due sistemi di gioco tra le scuole elementari.

Terzo posto a dama italiana con Riccardo Ghezzi, Francesco Di Mauro e Leonardo Riccadonna, quarto posto a dama internazionale con Daniele Bonapace, Valerio Caola e Niccolò Collini. In questo caso gli istruttori erano i professori Ezio Valentini e Claudio Cominotti, anch’essi da molti anni alle prese con dame e pedine.

Nel complesso possiamo dire che il Trentino, dopo le varie vittorie conquistate negli anni scorsi in questo tipo di competizione, quest’anno non vince, ma mantiene un’ottima posizione tra i giovani damisti italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: forte boato in via Magazol, ma è un falso allarme

Pubblicato

-

Nella giornata di ieri la CUE 112 sono arrivate diverse chiamate per un forte boato sentito vicino a dei palazzi tra via Magazol e via Graser. Pensando al peggio i vigili del fuoco volontari di Rovereto insieme alla macchina dei soccorsi si è immediatamente messa in moto.

La squadra di turno è stata allertata dalla centrale di Trento. Sul posto anche le Ambulanze di Trentino Emergenza, i Carabinieri e la Polizia Locale. Giunti sul luogo dell’evento e dopo le attente verifiche è stato dichiarato però un falso allarme, i vigili del fuoco infatti hanno trovato tutto nella norma. Non si spiega però il forte boato sentito da numerosi residenti.

Sul posto sono arrivati  una ventina di vigili del fuoco con 5 mezzi.

PubblicitàPubblicità

 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Divieto di transito per autotreni e autoarticolati da Carbonare di Folgaria a Lastebasse

Pubblicato

-

Dalle 19.00 di oggi, lunedì 18 novembre, fino a cessata allerta, è stato istituito il divieto di transito, per automezzi pesanti complessi (autotreni e autoarticolati) con massa a pieno carico superiore a 7,5 tonnellate, sulla statale 350 di Folgaria e Val D’Astico, da Carbonare di Folgaria (chilometro 19,468) fino a Lastebasse, confine provinciale (chilometro 27,507).

Il provvedimento, che porta la firma del dirigente del Servizio Gestione Strade, è stato assunto, in previsione di possibili nuove precipitazioni, per evitare che mezzi ingombranti, che dovessero fermarsi a causa della neve, possano bloccare il traffico.

E’ stato assunto in accordo fra la Provincia, i Comuni interessati e il Commissariato del Governo. La decisione è stata comunicata anche ai Comuni del versante veneto.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Due ragazzi di Mori salvati dal soccorso alpino in Val di Fiemme

Pubblicato

-

Si è concluso verso le 19.30 di ieri sera l’intervento in aiuto a due escursionisti trentini in difficoltà.

I due ragazzi, di 19 e 22 anni di Mori, stavano rientrando da un’escursione con le ciaspole sul sentiero che dal lago di Cece porta verso la Valmaggiore quando uno dei due, a causa di forti dolori muscolari, non è stato più in grado di proseguire autonomamente.

La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 17.15.

Pubblicità
Pubblicità

Una squadra di tre soccorritori delle Stazioni di Moena e della Val di Fiemme del Soccorso Alpino e Speleologico Trentino è riuscita a salire con la jeep fino a una quota di circa 1500 m.s.l.m. per poi raggiungere a piedi i due escursionisti, che sono stati quindi accompagnati in sicurezza fino all’automezzo del Soccorso Alpino.

Da qui sono stati portati alla loro macchina, parcheggiata a Predazzo.

Pubblicità
Pubblicità

Per loro non è stato necessario il ricovero in ospedale.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza