Connect with us
Pubblicità

Trento

Rossi: “Anarchici non fermeranno la festa degli alpini”, ma un terzo attentato blocca le ferrovie in Valsugana

Pubblicato

-

La situazione sembrava tornare alla normalità poco alla volta.

A poco tempo dai primi due sabotaggi di questa notte e dalle parole del presidente della Provincia che aveva dichiarato che gli anarchici non avrebbero fermato la festa degli alpini, un terzo attentato è stato registrato sulle ferrovie del Trentino, a Caldonazzo, dove un ordigno rudimentale ha provocato un incendio a una centralina e bloccato le linee in Valsugana.

Le indagini sono sempre affidate alla Digos e alla polizia ferroviaria poiché sembra praticamente certa la pista anarchica, anche se non ci sarebbero collegamenti con l’occupazione dell’università di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Questa mattina il presidente della Provincia di Trento Ugo Rossi ha presieduto la riunione straordinaria della sala operativa, allestita dalla Protezione Civile del Trentino in occasione dell’Adunata degli Alpini: “Non ci fermano e l’Adunata è e sarà una festa. Ottimo il funzionamento delle previste procedure di emergenza e grazie a tutti quelli che stanno lavorando per limitare i disagi agli utenti”. Informati sui fatti, l’assessore alla protezione civile Tiziano Mellarini e l’assessore provinciale ai trasporti Mauro Gilmozzi hanno condannato gli episodi.

La situazione a Caldonazzo

I fatti

Pubblicità
Pubblicità

In particolare, nella galleria Albi di Civezzano della ferrovia della Valsugana, ignoti hanno manomesso i sensori paramassii mentre nel tratto all’altezza di Lavis della linea del Brennero è stato compromesso, probabilmente con liquido infiammabile, il pozzetto che ospita le apparecchiature di monitoraggio della distanza tra i convogli.

I sistemi di sicurezza delle linee ferroviarie hanno segnalato le due anomalie e immediatamente sono scattate le procedure di emergenza.
Non si segnalano problemi invece alla linea ferroviaria Trento-Malè.

Le misure adottate

Dopo i due presunti atti di sabotaggio, la linea del Brennero è stata ridotta ad un solo binario nel tratto tra le stazioni di Mezzocorona e Trento, così come il traffico ferroviario e stato ridotto – considerato che la linea non ha subito danni diretti – lungo la Valsugana. Il traffico ferroviario non è mai rimasto bloccato.

“L’emergenza – come spiega il dirigente generale della Protezione Civile del Trentino, Stefano De Vigili – è stata affrontata in tempi e modalità ottimali, così da ridurre al minimo gli eventuali disagi e mettere in sicurezza la linea e i passeggeri. Questo conferma la validità del piano messo in atto per l’Adunata degli Alpini”.

Il servizio sostitutivo autobus

In entrambi i casi, come previsto dai piani operativi, sono stati attivati servizi sostitutivi di autobus, così da garantire un ulteriore supporto al regolare transito dei passeggeri.

La capacità della linea ferroviaria del Brennero è ridotta del 50% fino alle ore 17,00, quando la linea sarà completamente ripristinata. Nel frattempo i treni continueranno a transitare ma a regime ridotto: due convogli ad ora per ogni direzione, in modo da garantire la fluidità della circolazione anche ai treni Freccia. Per il momento i treni merci sono stati sospesi.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza