Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Allevatori trentini: Produzione che sfiora i 15 milioni di euro nel 2017

Pubblicato

-

Il 2017 è stato un anno positivo per la zootecnia provinciale.

L’allevamento dei bovini da latte, che rappresenta la quota più rilevante della zootecnia provinciale, e quello dei bovini da carne hanno sostanzialmente confermato i risultati dell’annata precedente.

È quanto emerge dall’assemblea annuale della Federazione Provinciale Allevatori che si è tenuta ieri mattina alla sede di via Bettine.

Pubblicità
Pubblicità

Il bilancio dell’esercizio chiuso al 31 dicembre è stato presentato ai soci dal direttore Claudio Valorz.

Il valore della produzione ha raggiunto i 14 milioni 690 mila  euro.

Il patrimonio netto si è attestato sull’importo di 6 milioni 819 mila euro e testimonia la solidità della cooperativa. L’utile è stato di circa 60 mila euro.

Gli allevatori soci della Federazione sono 1.147 per oltre trentamila capi bovini, 95 le aziende di ovicaprini con più di 1700 capi, 300 gli allevamenti di cavalli Haflinger e Noriker con 650 capi in selezione.

Relativamente agli andamenti economici il 2017 – ha riferito Valorz – si è chiuso con risultati positivi.

Le quotazioni del latte alimentare, dei formaggi e del burro si sono mantenute interessanti nel corso di tutto l’anno e questo ha consentito a molte aziende di programmare sia la gestione che gli investimenti. I bilanci dei caseifici non sono ancora chiusi, ma l’andamento economico non si discosterà molto dai risultati del 2016 con liquidazioni agli allevatori che dovrebbero essere comprese tra 0,50 e 0,60 euro per litro. Determinanti per questo successo sono le politiche della qualità dei prodotti e l’organizzazione dell’attività in forma cooperativa.

Per quanto riguarda il bestiame da vita si è confermata una sostanziale tenuta delle quotazioni registrate nel 2016 e lo stesso si può dire per i comparti dei vitelli scolostrati, delle vacche da macello e dei vitelloni da carne.

Bilancio di segno negativo invece per la carne, i cui consumi sono diminuiti anche nel 2017 per effetto della flessione dei consumi alimentari in generale e di campagne di informazione non favorevoli che hanno penalizzato la carne rossa.

Si è registrata una parziale tenuta dei consumi di carne locale, in particolare di quella commercializzata attraverso il punto vendita della Federazione Allevatori.

Mentre le organizzazioni degli allevatori a livello nazionale risentono di un pesante taglio di risorse pubbliche – ha evidenziato il presidente Mauro Fezzi nel suo intervento – in Trentino la politica provinciale è stata anche nel 2017 molto vicina al mondo zootecnico.

Agli attuali e ai futuri amministratori della Provincia, che risulteranno in carica dopo le elezioni di ottobre, Fezzi ha rivolto due richieste.

Prima: per far fronte ai danni causati dai carnivori, in particolare dai lupi, l’attivazione di misure che possano ristorare gli allevatori per la perdita degli animali ma anche per i costi indiretti legati alla diversa organizzazione dell’attività di alpeggio, che grava sulle loro spalle.

Seconda richiesta: come avviene per altri settori dell’economia locale, una parte del bilancio provinciale possa essere dedicata al sostegno dell’agricoltura tornando la Provincia ad investire anche in questo ambito. Nella legislatura provinciale in corso, il finanziamento del comparto agricolo è passato soprattutto attraverso l’impiego dei fondi dell’Unione Europea.

Entrando subito nel merito delle richieste di Fezzi, l’assessore all’agricoltura e turismo Michele Dallapiccola ha annunciato all’assemblea che la Provincia attiverà già entro l’anno un intervento di indennizzo supplementare rispetto all’attuale premio per l’alpeggio del bestiame finalizzato alla copertura delle maggiori spese che gli allevatori devono sostenere per la gestione in malga del bestiame in presenza di grandi carnivori.

In relazione a questi ultimi, ha precisato l’assessore, continua l’azione di pressione sul livello ministeriale per ottenere la possibilità del loro controllo a livello provinciale. Dallapiccola ha inoltre riferito che prosegue l’attività di connessione e integrazione tra turismo e agricoltura al fine di garantire i migliori livelli di remunerazione ai prodotti trentini anche attraverso la commercializzazione ai nostri ospiti.

L’assemblea ha anche provveduto al rinnovo delle cariche sociali scadute.

Nel consiglio di amministrazione della Federazione Allevatori, alleggerito di tre rappresentanti a seguito della modifica dello statuto, sono stati riconfermati Antonello Ferrari (Val del Chiese), Flavio Sighel (Alta Valsugana) e Stefano Albasini (Consulta sezioni di razza), mentre sono stati nominati per il primo mandato Michel Pedrin (Allevatori Valsugana) in sostituzione di Antonio Cenci e Gianluca Graziadei (Valle dell’Adige) in sostituzione di Mirko Endrizzi.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Plasma dei pazienti guariti per guarire dal Coronavirus: la prima sperimentazione a Pavia
    Ogni giorno da settimane ormai, la Protezione Civile oltre a citare i nuovi casi positivi da Coronavirus, comunica anche il numero ultimamente sempre più crescente delle persone guarite dal Covid- 19. Avendo la consapevolezza che il vaccino è ancora lontano e in fase di sperimentazione, fino ad ora le cure adottate negli ospedali italiani, si […]
  • Coronavirus: gli italiani si aiutano con la “spesa sospesa”
    Le giornate difficili che l’Italia sta percorrendo, vengono straordinariamente vissute e affrontate con spirito di comunità da tutto il Paese, sia attraverso donazioni di privati ed aziende per alleggerire il carico economico della sanità, sia attraverso particolari iniziative solidali per aiutare le famiglie che si trovano in maggiore difficoltà. La nuova frontiera della solidarietà fonda le […]
  • Da Valentino ad Armani: la moda italiana unita contro il Coronavirus
    In un momento in cui tutte le attività commerciali ed economiche del Paese risultano paralizzate, sono molte le iniziative solidali per fronteggiare la difficile situazione causata dall’epidemia sanitaria. Da Valentino a Gucci fino ad Armani: ora, anche i grandi nomi del mondo della moda, uniti da obbiettivi comuni, hanno deciso di reagire mobilitandosi per lavorare […]
  • Ricette di Pasqua: golosità per grandi e piccini
    Per non passare le giornate nella noia, lavorando o cercando di far passare il tempo ai bambini, sul web sono presenti moltissime ricette adatte a chiunque abbia voglia di passare un pomeriggio in cucina, divertendosi e magari senza dimenticare di mostrare un pizzico di spirito pasquale! ARANCINI PROSCIUTTO E MOZZARELLA Con il fritto sta bene […]
  • Torino: l’evento è annullato, ma la primavera regala i 100 mila protagonisti
    Da nord a sud l‘effetto del Coronavirus in Italia e, quindi, delle misure restrittive adottate dal Governo per contenere la pandemia, mostrano intere città, strade, paesi e stazioni completamente deserte, costringendo a casa milioni di persone e lasciando la primavera l’unica ad essere libera di proseguire indisturbata il suo naturale percorso. Come molte attività commerciali, […]
  • Ricette di Pasqua semplici e veloci, da fare in compagnia!
    Pasqua si avvicina e, molto probabilmente, in questo 2020 non ci saranno grandi ritrovi tra amici e parenti. Tuttavia, questo non è un valido motivo per impigrirsi e non cucinare niente di particolare. Soprattutto in queste giornate, per chi ha dei figli piccoli la vita non è proprio semplice: come far passare, quindi, il tempo […]
  • Coronavirus e stampanti 3D: Mercedes Benz pronta alla produzione di dispositivi medici
    Un periodo così instabile ed incerto come quello del recente allarme sanitario da Covid- 19, costringe ad una stretta coalizione internazionale che riesca a coinvolgere ed unire il maggior numero di forze e di aiuti possibili per riuscire contenere l’emergenza. Per questo, la nota casa automobilistica tedesca Mercedes Benz scende da protagonista in campo, mettendo […]
  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]

Categorie

di tendenza