Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Sanzeno, presentato il progetto per la salvaguardia delle aree intorno alle scuole

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

SANZENO – Un progetto interessante, che ha fornito spunti e idee concrete per rendere gli ambienti frequentati dai più piccoli dei luoghi salutari in cui poter crescere e imparare in armonia con ciò che li circonda.

Sono state presentate ieri sera a Casa de Gentili, a Sanzeno, le proposte elaborate dai ragazzi della Fondazione Edmund Mach, in collaborazione con il Comune di Sanzeno, per dare risposta alla problematica dell’utilizzo di prodotti fitosanitari vicino alle scuole elementari e alla scuola materna.

Vorrei ringraziare innanzitutto i ragazzi e le insegnanti – ha esordito il sindaco di Sanzeno Paolo Pellizzarisono contento poi di vedere presenti tutti i proprietari dei terreni confinanti con le scuole, in modo che possano venire a conoscenza dei risultati emersi dal lavoro che ha visto coinvolti e impegnati i ragazzi negli ultimi mesi. L’obiettivo è la valorizzazione e la salvaguardia di aree sensibili all’interno del nostro Comune”.

Pubblicità
Pubblicità

Romina Menapace della Fondazione Edmund Mach, nonché vicesindaco di Ville d’Anaunia, ha spiegato invece come il progetto elaborato “rientri nell’ambito scuola-lavoro, dove i ragazzi impiegano le proprie competenze tecniche e allo stesso tempo imparano come muoversi nel mondo del lavoro. Bisogna comunque tenere conto del fatto che è stato un progetto realizzato da ragazzi che stanno imparando e crescendo, può essere che i dati riportati non abbiano precisione assoluta, ma servono comunque a dare un’idea”.

La parola è quindi passata ai ragazzi della Fondazione che, alternandosi, hanno presentato i risultati raccolti durante il loro lavoro che mira alla “Salvaguardia delle aree intorno alle scuole di Sanzeno”, dove attualmente si trovano campi coltivati che, naturalmente, richiedono trattamenti con i fitofarmaci.

La presentazione delle proposte di colture alternative

Pubblicità
Pubblicità

Anche a pochi metri dalle sabbiere dove i bambini giocano tranquilli o dalle finestre delle aule in cui gli alunni trascorrono mattinate intere.

L’obiettivo è quello di suggerire cambiamenti di coltura, l’adozione di pratiche agronomiche e altre strategie al fine di eliminare o limitare l’impiego e l’effetto deriva di prodotti fitosanitari deleteri per la salute dei ragazzi e del personale della scuola. Così facendo viene indirettamente tutelato anche l’intero ecosistema.

Le aree prese in esame comprendono quasi 15 mila metri quadrati di superficie con 8 proprietari interessati. Le proposte degli studenti intendevano proporre delle colture alternative a impatto limitato per quanto riguarda gli interventi con fitosanitari.

Cinque le proposte presentate, per ognuna delle quali sono stati esaminati lavorazioni, eventuali trattamenti, produttività, costi, parte economica e di marketing.

Le cinque idee si sono concentrate su: prato stabile, patate, vitigni resistenti, erbe officinali e frutteto resistente. In quest’ultimo caso sono state due le varietà prese in considerazione: la “isaaq”, mela dal colore rosso intenso e resistente alla ticchiolatura, e la “lumaga gala”, mela dalla colorazione rosea e dal sapore leggermente acidulo che presenta anch’essa una buona resistenza alla ticchiolatura.

I piccoli frutti sono stati scartati perché richiedono un utilizzo importante di trattamenti fitosanitari.

Dall’analisi dei risultati emerge che per alcune colture l’agricoltore dovrebbe dotarsi di nuove attrezzature e formarsi con nuove competenze. L’indirizzo potrebbe quindi essere verso il vigneto o il meleto resistente, in particolare quest’ultimo potrebbe rappresentare una soluzione vantaggiosa.

Ma la proposta più interessante per gli agricoltori potrebbe venire dal Comune di Sanzeno, che propone una permuta tra gli appezzamenti confinanti con le scuole e dei terreni attualmente a bosco situati in località “ala Cros”.

In questo caso sarebbe riconosciuta una percentuale maggiore di terreno, dall’11 al 27% a seconda del fatto che l’esbosco e la bonifica della terra siano fatti dal Comune o dal privato. Inoltre a ogni coltivatore andrebbe indennizzato il soprassuolo attualmente presente sui terreni confinanti con le scuole.

Naturalmente il Comune non può imporre il cambio di coltura, ma può proporre la permuta dei terreni, valutando insieme ai proprietari, caso per caso, quale possa essere la soluzione migliore.

Il sindaco di Sanzeno Paolo Pellizzari

È certamente una proposta interessante per gli agricoltori, che potrebbero avere un terreno più esteso, anche se in una zona più defilata, dove poter coltivare tranquillamente – dice il sindaco –. Le cinque proposte prese in esame dagli studenti a quel punto sarebbero prese in considerazione dal Comune, che potrebbe valutare come impiegare i terreni confinanti con le scuole”.

Diversi i riscontri da parte dei proprietari presenti in sala, con alcuni che hanno manifestato le proprie perplessità e altri che hanno fatto i complimenti per la bella iniziativa. “Da parte mia la buona volontà c’è sicuramente – ha detto un agricoltore – anche perché coltivare in quelle aree è diventato difficile”.

Spostarsi dalle scuole ritengo sia un vantaggio, non uno svantaggio per chi coltiva – ha dichiarato Paolo Pellizzari –. Salvaguardare i giovani è importante, ci teniamo alla salubrità dei luoghi che frequentano”.

Eventualmente, poi, ci sarebbe una serie di ulteriori valutazioni da fare insieme ai proprietari. Ma quella apparterrebbe a una fase successiva.

Si tratta di un progetto scolastico che intende dare il la a un’iniziativa – aggiunge in conclusione Romina Menapace –. Chi prenderà in mano la situazione farà le proprie analisi nel modo più accurato possibile. E chissà che non possa essere un progetto pilota anche per altri Comuni”.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
Piana Rotaliana9 minuti fa

Chiude «Da Demetrio» a Mezzocorona: «È giunto il momento di congedarci e goderci la pensione»

Valsugana e Primiero12 minuti fa

Confermata la condanna a 20 anni di carcere per l’omicidio di Agitu

Trento37 minuti fa

Terrore e devastazioni Torino: identificati anche degli anarchici trentini

Rovereto e Vallagarina1 ora fa

Centra con l’auto il centro commerciale in corso Rosmini e fugge

Arte e Cultura2 ore fa

L’artista nonesa Francesca Dolzani espone a Trento per solidarietà

Aziende3 ore fa

Servizi di stampa: Sprint24 si conferma tipografia online di riferimento per le imprese

Trento13 ore fa

Conferenza delle regioni, Fugatti: «La sanità emergenza nazionale». Giorgia Meloni: «Investire su sinergia a tutti i livelli»

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

A Rabbi si impara a tagliare gli alberi

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

«Oltre la SM»: dal 10 dicembre al bar «Il Fiore» di Borgo d’Anaunia le opere di Fabio Roncato

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Strade comunali a Dambel, ecco la corretta applicazione del regolamento

Piana Rotaliana15 ore fa

“Spirit of New Orleans Gospel Choir”: a Lavis un concerto da non perdere

Valsugana e Primiero15 ore fa

Apsp di “San Giuseppe” a Primiero: l’assessore Segnana in visita

Val di Non – Sole – Paganella15 ore fa

Tuenno, ok alla messa in sicurezza della strada interna all’abitato. Ecco come diventerà

Val di Non – Sole – Paganella16 ore fa

La scrittrice/pittrice Lorenza Poletti espone le sue tele a Cles

Giudicarie e Rendena16 ore fa

Tre nuovi volontari nel Corpo dei Vigili del fuoco di Storo

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento3 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Io la penso così…4 giorni fa

Coredo: «I maiali che mangiavano fango: il veterinario si dimetta»

Trento2 settimane fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Trento4 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento2 settimane fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Trento6 giorni fa

Gallerie Martignano: da dicembre saranno attivi gli autovelox

Val di Non – Sole – Paganella4 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento4 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web3 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento4 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Val di Non – Sole – Paganella2 giorni fa

Paura nella notte a Cles: a fuoco un’abitazione in zona Spinazzeda

Trento3 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza