Connect with us
Pubblicità

Vetrina Immobiliare

Immobiliare: in Trentino Alto Adige prezzi stabili nel primo trimestre 2018

Pubblicato

-

Una partenza all’insegna della stabilità quella del mercato immobiliare in Trentino Alto Adige, dove il 2018 è cominciato con un primo trimestre di valori in lievissimo aumento sul fronte delle vendite e una situazione pressoché invariata per le locazioni.

Questo il principale dato emerso dall’Osservatorio sul mercato residenziale della regione di Immobiliare.it.

Secondo l’analisi del portale, i prezzi richiesti per le abitazioni in vendita sono aumentati dello 0,4% su base trimestrale, mentre i canoni sono cresciuti dello 0,1%.

PubblicitàPubblicità

A marzo 2018 il prezzo medio richiesto per la vendita di immobili residenziali in Trentino Alto Adige è stato pari a 2.808 euro al metro quadro, il 48% in più rispetto alla media nazionale.

Più alti rispetto alla media italiana anche i canoni di locazione richiesti: affittare casa in Trentino Alto Adige costa in media il 13% in più.

Spostando il focus dell’analisi su quanto avviene nelle due città capoluogo di provincia, la variazione trimestrale relativa ai prezzi richiesti per gli immobili in vendita è praticamente identica a Bolzano e Trento, pari al +0,6%.

Bolzano si conferma più cara, con un prezzo al metro quadro richiesto di 3.482 euro.

A Trento si spende meno per comprare casa: qui la media registrata, a marzo 2018, è stata pari a 2.534 euro/mq.

Anche per quanto riguarda gli affitti la spesa a Bolzano è superiore, ma in questo caso l’andamento dei prezzi è diverso fra le due città. Se nel capoluogo di regione i canoni sono più stabili, perdendo lo 0,4% su base trimestrale, a Bolzano il calo è più evidente, pari al -1,4%.

Pubblicità
Pubblicità

Vetrina Immobiliare

Mercato immobiliare in Trentino, prosegue la crescita nel secondo quadrimestre del 2018

Pubblicato

-

Prosegue anche nel secondo quadrimestre del 2018 il trend positivo delle compravendite immobiliari nella provincia di Trento. Con un aumento del 17,97% complessivo nei primi otto mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il mercato dimostra di mantenersi stabile nelle proprie dinamiche. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Vetrina Immobiliare

Giovedì Confcommercio presenta i dati del mercato immobiliare Trentino

Pubblicato

-

Si terrà giovedì 4 ottobre alle ore 10, nella Sala Giunta al settimo piano della sede di Confcommercio Trentino, in via Solteri 78 a Trento, la presentazione dei dati sulle compravendite immobiliari dell’intera provincia di Trento per il secondo quadrimestre del 2018.    (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Vetrina Immobiliare

Dati ISTAT: Mercato immobiliare in ripresa

Pubblicato

-

Nel I trimestre 2018, secondo i dati diffusi da ISTAT, le convenzioni notarili di compravendite o relative ad atti traslativi a titolo oneroso per unità immobiliari (pari a 176.687) crescono dello 0,6% rispetto al trimestre precedente (+0,5% il settore abitativo e +1,3% l’economico).

Per il complesso delle transazioni l’incremento congiunturale interessa le Isole (+8,4%) e, in misura più lieve, il Sud e il Centro (+0,9% entrambi); risulta in flessione il Nord-ovest (-1,0%). Il settore abitativo segue sostanzialmente l’andamento generale.

Il comparto economico segna valori positivi nelle Isole (+4,0%), al Centro (+2,5%) e nel Nord-ovest (+1,9%); resta sostanzialmente stabile nel Nord-est e nel Sud (-0,1% per entrambi).

Pubblicità
Pubblicità

Su base annua le transazioni immobiliari crescono complessivamente del 4,2% (il settore abitativo +4,4% e l’economico +2,1%).

Rispetto al I trimestre 2017, l’incremento registrato nei primi tre mesi del 2018 riguarda tutte le aree geografiche del Paese per l’abitativo: Isole (+10,9%), Sud (+6,9%), Centro (+4,2%), Nord-est (+3,9%) e Nord-ovest (+2,1%). Il settore economico cresce al Centro (+5,9%), al Sud (+3,4%), nelle Isole (+2,9%) e nel Nord-est (+0,8%); fa eccezione il Nord-ovest, con un lieve calo (-0,2%).

Si osserva un incremento su base annua sia nelle città metropolitane sia nei piccoli centri: per l’abitativo rispettivamente +3,5% e +5,2%, per l’economico +3,4% e +1,2%.

Il 94% delle convenzioni stipulate riguarda trasferimenti di proprietà di immobili ad uso abitativo e accessori (166.055), il 5,5% ad uso economico (9.733) e lo 0,5% ad uso speciale e multiproprietà (899).

Le convenzioni notarili per mutui, finanziamenti e altre obbligazioni con costituzione di ipoteca immobiliare (94.015) crescono dell’1,5% rispetto al trimestre precedente e diminuiscono del 3,3% su base annua.

La crescita congiunturale è maggiore nelle Isole (+10,5%), più contenuta nel Centro (+2,9%) mentre è sostanzialmente stabile nelle altre ripartizioni geografiche. Su base annua la flessione riguarda il Centro (-5,4%), il Nord-ovest (-4,8%), il Nord-est (-3,0%) e il Sud (-1,6%); fanno eccezione le Isole (+6,7%).

La flessione tendenziale riguarda sia le città metropolitane (-2,1%) sia i piccoli centri (-4,2%).

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza