Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Viale Trento. Valduga si sottrae al controllo del Difensore Civico e calpesta lo Statuto comunale – di Alex Marini

Pubblicato

-

Egregio Direttore,

Sono trascorsi più di 150 giorni dall’apertura del fascicolo (687/17) da parte del Difensore Civico per accertare l’entità delle violazioni statutarie commesse dall’amministrazione comunale in merito alla vicenda degli alberi di Viale Trento.

Il sindaco di Rovereto Francesco Valduga risponde finalmente all’istanza dell’associazione Più Democrazia in Trentino e del Comitato Salviamo gli Alberi ma le sue argomentazioni non sono affatto convincenti.

Pubblicità
Pubblicità

Nella risposta non emergono solo i deficit di democrazia cognitiva e le difficoltà nel comprendere e interpretare il significato delle disposizioni statutarie che contraddistinguono l’operato dell’amministrazione.

Emerge anche una preoccupante incapacità nella gestione degli strumenti informatici di base.

L’amministrazione ha infatti inoltrato la tanto attesa risposta a un indirizzo e-mail sbagliato ed è stato pertanto necessario un nuovo provvidenziale intervento del Difensore Civico per poterla visionare. I ragionamenti sviluppati dal sindaco eludono peraltro i rilievi sostanziali mossi dall’associazione sulla mancata ottemperanza agli obblighi statutari per quanto riguarda il diritto dei cittadini a partecipare agli affari delle collettività locali.

Pubblicità
Pubblicità

Inoltre, come se ve ne fosse bisogno, le affermazioni rilasciate dal sindaco ai mezzi di informazione corrispondono solo marginalmente alla realtà. A tal riguardo è clamorosa l’intervista rilasciata alla TG RAI del 23 aprile nella quale, tra le altre amenità, dice “un progetto sottoposto a tutta una serie di fasi partecipative”.

Arrivati al selvaggio taglio degli alberi di viale Trento tra lo sbigottimento generale degli umani e il terrore dei merli che beatamente dimoravano sui rami di quel corridoio verde urbano, è indubbio che il sindaco dica una cosa e faccia l’esatto opposto.

Ad esempio, solo per quanto riguarda le affermazioni attinenti alla partecipazione popolare, ha incontrovertibilmente disatteso gli obblighi previsti dall’art.5 dello Statuto,che prevede che ai pareri e alle proposte deliberati dagli organi della circoscrizione e ai documenti approvati dall’assemblea dei cittadini della circoscrizione sia data risposta da parte dell’organo competente con atto amministrativo o con comunicazione scritta, nei tempi e nei modi stabiliti dal regolamento.

Il sindaco, però, non si è limitato a svilire gli organi di decentramento. Ha saputo disinnescare anche il potenziale democratico dello strumento referendario.

Per far ciò ha scientemente ritardato la nomina della commissione dei garanti per la valutazione del quesito presentato il 1° dicembre scorso, approvando, nel mentre, un progetto antitetico alle richieste dell’assemblea circoscrizionale e al quesito referendario stesso.

Infine, non ha tenuto in considerazione le richieste della petizione lanciata su Change.org nel luglio 2017 “Salviamo gli alberi di viale Trento” le cui firme, più di mille tra sottoscrizioni online e su supporto cartaceo, sono state consegnate ufficialmente il 20 dicembre.

Gli alberi sono stati infatti abbattuti con inconsueta e superflua veemenza e la petizione è rimasta senza risposta, nonostante i regolamenti comunali prevedano che l’istruttoria debba essere conclusa entro trenta giorni dalla presentazione e dell’esito debba essere tempestivamente informato il soggetto primo firmatario della petizione.

Il sindaco, nelle sue noiose orazioni pubbliche, ama citare la cultura politica popolare (pare avesse in tasca la tessera del partito popolare) e improbabili posizioni civiche. Tuttavia, vista l’attitudine, farebbe meglio a cambiare riferimenti filosofici e politici. A tale riguardo il sagace pensiero di Bertrand Russel potrebbe fare al caso suo: “Abbiamo due tipi di morale fianco a fianco: una che predichiamo, ma non pratichiamo, e un’altra che pratichiamo, ma di rado predichiamo“.

Alex Marini – Socio di Più Democrazia in Trentino e referente per i ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime
    Quella del legno è una filiera in affanno, alla costante ricerca di materie prime che scarseggiano o costano troppo per fronteggiare una domanda in costante ascesa. Carenza di materie prime La domanda supera l’offerta a... The post Una Borsa Nazionale del Legno per sopperire la mancanza di materie prime appeared first on Benessere Economico.
  • Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis
    In attesa della prima scadenza a fine giugno del blocco dei licenziamenti, per dare una spinta all’occupazione e scongiurare un boom di licenziamenti, il Governo sta pensando ad un “contratto rioccupazione”. Contratto di rioccupazione, cos’è... The post Contratto di rioccupazione e sgravi contributivi: le novità proposte dal Decreto Sostegni Bis appeared first on Benessere Economico.
  • Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro
    Le esperienze enogastronomiche sono ormai parte integrante dell’esperienza turistica offerta dal nostro Paese, tanto che il covid non è riuscito a fermare la sua potenza economica e il suo appeal commerciale. Rapporto sul Turismo Enogastronomico... The post Il turismo enogastronomico cresce anche in pandemia : le tendenze e i cambiamenti del prossimo futuro appeared first […]
  • Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo
    Sicuramente, uno dei settori più colpiti dalla pandemia è stato quello del turismo. Per questo motivo sono stati stanziati 130 milioni di euro da investire nel settore, valorizzando i servizi di ospitalità collegati alla trasformazione... The post Recuperare e riconvertire gli edifici dismessi: un’opportunità per il turismo appeared first on Benessere Economico.
  • Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli
    Dal 10 maggio l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, nella sezione dedicata del sito internet, la dichiarazione dei redditi precompilata. Solo dal 19 maggio sarà invece possibile modificare, integrare ed inviare la Dichiarazione. In alcuni... The post Dichiarazione redditi precompilata: quando scattano i controlli e come evitarli appeared first on Benessere Economico.
  • Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese
    Il tema del cambiamento climatico, obiettivo mondiale per i prossimi anni ha ribaltato l’intera economia compresa di piccoli investitori costretti ad organizzarsi verso il nuovo cambiamento. Questo è il motivo che ha spinto Boston Consulting... The post Nasce Open-Es: la piattaforma per lo sviluppo sostenibile aperta a tutte le imprese appeared first on Benessere Economico.
  • Hotel Sonnenhof: un’oasi di wellness in una location strategica
    Hotel Sonnenhof si trova sulla strada del sole della Val Pusteria e spicca per un design alpino-moderno, un’oasi del wellness semplicemente stupenda e un panorama che non ha eguali. Il nome di questo hotel di Brunico è tutto un programma: soleggiata, infatti, non è solo la posizione del Hotel Sonnenhof – wellness hotel in Alto […]
  • Al Hotel Winkler al Plan de Corones il concetto di vacanza trova un altro livello
    L’Hotel Winkler al Plan de Corones non è un hotel qualsiasi, si tratta infatti di un hotel benessere in Alto Adige con 5 stelle, ma anche uno sport hotel nelle leggendarie Dolomiti, un family resort che propone tanto spazio per grandi e piccoli, un design hotel nel cuore della natura. La particolarità di questo hotel […]
  • Purmontes: uno chalet di lusso in Alto Adige
    Naturale. Autentica. Contemporanea. Senza tempo. Pregiata. Questi sono gli aggettivi che definiscono il nuovo modo d’intendere un’esperienza di villeggiatura esclusiva, nello chalet Purmontes, uno chalet di lusso in Alto Adige. Purmontes spicca per un concetto unico che fonde l’uomo e la natura in un Tutto armonioso. La modernità è sapientemente combinata al passato, le tradizioni […]
  • Hotel Lanerhof, in Val Pusteria per rilassarsi con ogni comfort
    “Sempre sorprendente, sempre diverso, sempre unico e assolutamente indimenticabile. Questa è la vera vacanza all’Hotel Lanerhof, alle porte delle Dolomiti!” Situato nel pittoresco paesino di Mantana, un luogo delizioso dove è possibile ritirarsi in totale distensione per godersi al meglio la magia della varietà. In questo hotel in Val Pusteria è possibile fare esperienze esclusive […]

Categorie

di tendenza