Connect with us
Pubblicità

Trento

Il degrado del sabato sera

Pubblicato

-

Un normale sabato di degrado nella periferia di Trento, basta fare una passeggiata per prendere un caffè e gettare l’occhio qua e là.

In verità oltre che la vista, anche l’udito svolge un ruolo nella percezione del degrado urbano che è figlio di quello sociale.

Basta andare a prendere un caffè o comprare un giornale per capire che non ci si trova più in una città italiana ma in un vero melting pot culturale.

Pubblicità
Pubblicità

La lingua più parlata probabilmente è un mix di provenienza est europeo, poi africani, cinesi (che però fanno parte della borghesia capitalistica e spesso sono proprietari di esercizi commerciali) e altri dialetti italiani del sud.

Non è una sorpresa che i sobborghi di Trento assomiglino a un ghetto o ai banlieu parigini, dato che conosciamo bene la situazione del centro storico teatro di battaglie fra bande di africani.

Pubblicità
Pubblicità

Nella periferia si annidano i più poveri, quelli che non possono permettersi un affitto più vicino al centro, quelli che lavorano nella zona nord industriale, quelli che si dedicano a un po’ tutte le attività illegali: spaccio, prostituzione, furti.

Spesso si vedono girare soggetti a dir poco sospetti tipo pappone con la macchina superpotente, prostitute devastate che praticamente popolano un residence dal quale scendono ogni sera per battere su via Brennero (dopo aver passato la giornata a “lavorare” in casa).

Si vedono anche operai e gente che si arrangia per vivere, di umili estrazioni sociali, naturalmente rispettabilissimi, ma nella migliore delle ipotesi del tutto privi di civiltà.

Ecco che passeggiando si può vedere un po’ di tutto ai margini delle strade. Cumuli di immondizia, preservativi gettati in strada, bottiglie rotte, aiuole piene di rifiuti, cicche che tappezzano quasi tutti i marciapiedi.

Peraltro, anche le strade più sinistre e internate sono sorvegliate da telecamere, ma questo sembra non costituire un deterrente.

Il problema è che ci sono troppi stranieri oppure che la gente per bene è intollerante? No, il problema è l’educazione civica inesistente. Chi proviene da realtà sottosviluppate spesso ignora le regole. Per non parlare di chi delinque come mestiere.

Il problema vero è gestire emigrazione e immigrazione in maniera intelligente. Creare regole, farle rispettare. Chi vuole vivere in un posto deve avere rispetto per quel posto, non imporre l’inciviltà da cui proviene altrimenti non può essere benvenuto.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]

Categorie

di tendenza