Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Padre e figlio a spasso in moto, un’auto fa volare il centauro giù per la scarpata

Pubblicato

-

Un motociclista di 57 anni è rimasto ferito ieri pomeriggio in uno scontro con un’auto a Chizzola, frazione del comune di Ala.

L’uomo stava viaggiando su una strada extraurbana quando ha impattato frontalmente una Ford ed è volato giù per una scarpata.

I soccorritori sono intervenuti celermente, tra questi i vigili del fuoco volontari di Ala e ovviamente l’elicottero sanitario che è atterrato nel campo sportivo.

Pubblicità
Pubblicità

Fortunatamente le ferite del centauro non sono gravissime. L’uomo stava andando a spasso in moto con il figlio, che era su un altro motociclo non coinvolto nell’incidente.

Il ferito è stato trasportato all‘ospedale Santa Chiara di Trento, mentre le forze dell’ordine stanno indagando sull’incidente.

 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Rovereto: festeggiati i cento anni della fondazione Famiglia Materna

Pubblicato

-

Grande festa sabato a Rovereto per i cento anni della Fondazione Famiglia Materna.

Una realtà molto importante per la comunità lagarina che è attiva a Rovereto nella storica sede di via Saibanti, nell’area dove un tempo sorgeva la Maternità cittadina, e in altre sedi periferiche con differenti interventi di sostegno a donne e bambini nell’ambito dell’accoglienza residenziale, nell’inserimento lavorativo di persone a rischio di marginalità sociale, nel supporto a famiglie con esigenze particolari di conciliazione e nel contrasto alla violenza di genere.

Un’attività portata avanti giorno dopo giorno da personale preparato e appassionato.

Pubblicità
Pubblicità

Tante sabato le iniziative rivolte alla cittadinanza, che sono culminate nel tardo pomeriggio con un momento ufficiale alla presenza delle autorità locali.

A fare gli onori di casa il presidente della Fondazione, Antonio Planchenstainer.

Sono intervenuti i sindaci di Rovereto e Nogaredo, Francesco Valduga e Fulvio Bonfanti, e l’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Achille Spinelli.

Pubblicità
Pubblicità

Proprio nel suo intervento l’assessore Spinelli, portando i saluti a nome dell’intera Giunta, ha affermato che “quando vengo da voi capisco l’aiuto che una Fondazione così forte ha dato in tanti anni di attività alle donne per la crescita delle proprie capacità e delle proprie competenze e per la crescita della fiducia verso una nuova speranza per coloro che si trovavano in situazioni di difficoltà. È bello vedere quanto realtà come quella della Fondazione Famiglia Materna riescono ad aiutare la nostra comunità in questo caso per formare donne più forti, più consapevoli, più preparate, pronte per tornare ad essere competitive”.

Pubblicità
Pubblicità

Le attività realizzate dalla Fondazione Famiglia Materna prevedono un finanziamento pubblico da parte della Provincia autonoma di Trento e degli enti locali per le rispettive competenze.

Per le donne accolte è presente un progetto di aiuto personalizzato calibrato alle caratteristiche e alle esigenze delle singole situazioni, elaborato e verificato dal servizio sociale territoriale con il coinvolgimento delle interessate e degli altri servizi eventualmente coinvolti (sanitari, educativi ecc…).

Le finalità principali dei servizi erogati sono costituite da un lato alla protezione e al sostegno alle donne e ai bambini e dall’altro a favorire il più possibile percorsi di superamento delle fragilità, di rafforzamento delle competenze e di acquisizione dell’autonomia in ambito abitativo, educativo e lavorativo.

Cento anni sono un traguardo importante per il significativo orizzonte temporale trascorso mantenendo sempre viva l’idea di partenza costituita da un attenzione rivolta alle donne che vivono una condizione difficile. 100 anni fa erano le donne che si trovavano a dover vivere da sole il dramma di una gravidanza illegittima, oggi sono le donne e le mamme che transitano per motivi diversi nei servizi della Fondazione.

Questo anniversario permette di ripercorrere attraverso la storia della Fondazione anche la storia del nostro Paese, riconoscendo epoche, fasi di sviluppo e problemi sociali emergenti dei quali i servizi realizzati dalla Fondazione sono la cartina al tornasole di evoluzioni storiche significative.

La Fondazione in tanti anni di attività è stata capace di adattarsi alle istanze del momento, ha dovuto confrontarsi e lasciarsi interrogare dai fenomeni emergenti, puntando anche su azioni di sensibilizzazione che hanno contribuito a sviluppare le filiera di servizi che vediamo adesso e che sono espressione di un’importante funzione pubblica.

Cento anni per guardare al futuro con la continua ricerca dei modi migliori per essere veicolo di emancipazione per le donne e i bambini e per la cittadinanza. In questa direzione vanno i progetti della Fondazione che si affacciano anche verso l’esterno e verso le imprese, attraverso effettivi modelli di impresa sociale che funzionano e che producono effetti multipli.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Ala – Avio: prorogati i termini di iscrizione ai corsi di inglese

Pubblicato

-

Il direttivo del circolo Arci Avio-Ala ha deciso di posticipare il termine per le iscrizioni ai corsi di lingua inglese.

Le attività cominceranno dopo la metà ottobre e si concluderanno entro dicembre.

Sono proposti tre livelli: elementare (A1/A2): il martedì e il giovedì dalle ore 14.00-16.00 e dalle ore 18.00 alle 20.00. intermedio(B1/B2) : il lunedì e il giovedì dalle 20.00 alle 22.00. Avanzato (B2/C1) : il lunedì e il giovedì dalle ore 20.00 alle ore 22.00.

Pubblicità
Pubblicità

La quota di iscrizione è di 260 euro (intera), mentre quella ridotta è di 230 euro (per pensionati, disoccupati, studenti, partecipanti alle edizioni precedenti). (+10 euro di tessera Arci, obbligatoria ai fini assicurativi).

E comprende le lezioni, tutto il materiale fornito durante gli incontri e l’attestato finale.

I corsi si svolgeranno presso la sede dell’associazione, ad Ala, in via C. Battisti 5, dove adesso è attivo anche il progetto “La Piazzetta”, spazio cogestito da diverse realtà che operano sul territorio, e che propone svariate iniziative in ambito culturale, sociale e ricreativo. Per chi volesse maggiori dettagli è possibile contattare l’associazione via mail (avioala@arcideltrentino.it), al numero 347/1345946 oppure la pagina Facebook arciavioala.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

A Brentonico riprendono i corsi di lingue moderne

Pubblicato

-

Anche quest’anno il Comune di Brentonico propone i corsi di lingue moderne, ormai un’iniziativa consolidata, ma che si è deciso di potenziare.

Lo spiega l’assessore comunale alla cultura Quinto Canali: «L’iniziativa è portata avanti, storicamente, dalla biblioteca comunale e dall’assessorato. Abbiamo sempre proposto l’inglese e il tedesco, con l’inglese che è sempre il più richiesto, tanto da essere attivato anche su più livelli. Ma quest’anno abbiamo deciso di aprirci anche alle altre lingue moderne: raccoglieremo le richieste e i suggerimenti degli utenti e, se si raggiungeranno numeri ragionevoli – dunque almeno 8 persone per ogni gruppo – potremmo attivare corsi di francese, spagnolo, russo, perché no, magari anche l’arabo».

Per proporre un’offerta che potrebbe dunque essere molto più ampia del solito, il Comune ha individuato una scuola specializzata, attraverso un confronto pubblico bandito nelle scorse settimane. «Abbiamo chiesto esplicitamente – continua l’assessore – di poter attivare corsi adatti all’utenza media ma capaci, se ce ne sarà la necessità, di diventare professionalizzanti, dunque di preparare alle certificazioni di vario livello per chi ne facesse richiesta».

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta ora di vedere quante saranno le iscrizioni e in che direzione andranno.

L’apertura da parte del Comune è massima e le capacità del partner individuato sono altrettanto ampie. Entro il 31 ottobre, dunque, chiunque può chiedere informazioni o iscriversi direttamente: in biblioteca o telefonando al numero 0464-394027, 0464-395059.

I corsi si svolgeranno sempre in giorni feriali e in orario serale, a partire dalle ore 18. Ogni corso durerà 30 ore e sarà richiesto un contributo di 100 euro per ogni partecipante. L’eventuale acquisto del libro di testo sarà a carico dei partecipanti e i titoli saranno indicati dagli insegnanti. Il corso è rivolto in primo luogo ai residenti dell’Altopiano di Brentonico.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza