Connect with us
Pubblicità

economia e finanza

Sanifonds: Assemblea dei delegati approva bilancio 2017 e nomina nuovo Cda

Pubblicato

-

Nella mattinata di ieri, lunedì 23 aprile 2018, i 24 delegati che compongono l’Assemblea dei soci di Sanifonds, in rappresentanza dei dodici enti fondatori, hanno approvato all’unanimità il bilancio 2017 del Fondo, il cui valore complessivo raggiunge di 4 milioni e 550mila euro.

Il consuntivo comprende anche i rimborsi erogati lo scorso anno agli iscritti, pari a 2 milioni e 250mila euro, che si aggiungono al milione e 900mila euro del 2016.

L’avanzo di gestione del Fondo, raggiunge, grazie al progetto di efficientamento dei costi, favorito dal massiccio ricorso alla digitalizzazione, i 543mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

L’Assemblea ha inoltre rinnovato il Consiglio di amministrazione, come previsto dallo statuto allo scadere dei cinque anni di mandato del Cda eletto nel 2013, e nominato il nuovo Collegio sindacale.

Il nuovo Consiglio si compone di 14 persone, di cui 6 in rappresentanza della parte datoriale (il settimo verrà nominato nei prossimi giorni da parte della Provincia di Trento) e 7 di quella sindacale.

Il Collegio, invece, conta tre esponenti, scelti tra i delegati dell’assemblea.

Il Consiglio nominerà il nuovo presidente e il vicepresidente nel corso della prima seduta, prevista nei prossimi giorni. In conformità con il principio di alternanza, dopo il primo biennio di presidenza di Roberto De Laurentis, quale espressione della parte datoriale, il presidente verrà nominato tra i consiglieri di parte sindacale.

Pubblicità
Pubblicità

I nuovi consiglieri sono Massimiliano Patauner (Confesercenti del Trentino), Carlo Casari (Confcommercio-Imprese per l’Italia del Trentino), Alessandro Tamanini (Assocazione artigiani e piccole imprese della Provincia di Trento), Osvaldo Debertol (Asat), Michele Odorizzi (Cooperazione trentina), Andrea Marsonet (Confindustria Trento), Gianni Tomasi (Uil del Trentino), Silvia Bertola (Uil del Trentino), Giampaolo Mastrogiuseppe (Cgil del Trentino), Paolo Burli (Cgil del Trentino), Lorenzo Pomini (Cisl del Trentino foto), Milena Sega (Cisl del Trentino), Maurizio Speziali (Cisl del Trentino).

I nuovi componenti del Collegio sindacale, invece, sono Alessandro Tonina, Lorenzo Saiani e Romeo Dallachiesa.

Pubblicità
Pubblicità

economia e finanza

Con Confidi 50 milioni per le imprese trentine, Bort: «Ottima iniziativa a sostegno delle PMI»

Pubblicato

-

Grazie anche all’interessamento e all’azione di Confcommercio Trentino, Confidi comunica di aver deliberato un intervento particolarmente apprezzabile per le imprese trentine: il cda ha approvato l’istituzione di un plafond di 50 milioni di euro per il rilascio a costi molto contenuti di garanzie a prima richiesta assistite dal Fondo di Garanzia per le Pmi (ex L.662/96) a valere di finanziamenti nella forma di mutui con durata massima di 84 mesi.

Le richieste di garanzia che presenteranno i requisiti per l’accesso al Plafond (specificati in questa scheda), beneficeranno automaticamente della riduzione delle commissioni.

Inoltre, Confidi ha ampliato i massimali di rischio assumibile nei confronti del singolo associato e dell’eventuale gruppo di appartenenza, elevati rispettivamente ad 1 milione di euro e a 2 milioni di euro.

Pubblicità
Pubblicità

Sull’operazione di Confidi interviene anche Giovanni Bort, presidente di Confcommercio che in questi giorni è in Sardegna per presiedere l’incontro nazionale di Confcommercio dove sono presenti tutte le realtà d’Italia.

«La ritengo una bellissima iniziativa che mette in condizione Confidi di seguire direttamente il credito ai propri soci diventando così una sorta di concorrente rispetto alle banche. Si tratta certo di 50 milioni, con un massimo finanziabile di 50 mila euro massimo di mutuo per ogni azienda, quindi sono 1000 pratiche per le imprese del nostro settore che racchiudono l’industria, commercio, turismo e artigianato e che sul territorio sono circa 40 mila. È un’operazione limitata ma importante nella speranza che queste opportunità vengano rinnovate magari seguendo altre formule dedicate particolarmente alle Piccole e medie imprese.»

«L’obiettivo dell’erogazione dei 50 milioni è quello di sostenere le piccole e medie imprese che non sono prese in considerazione dalla banche per via delle regole stringenti e rigide dettate in primis dalla banca d’Italia, e che quindi faticano ad erogare credito. Regole che sono ancora figlie della grande crisi economica del 2008. Quindi ben vengano queste iniziative che a quanto ne so, per Confidi,  – conclude Bort – cominciano ad avere anche un megafono a livello nazionale». 

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Aziende

Furti in casa: l’innovazione perfetta per l’impianto d’allarme.

Pubblicato

-

Secondo i dati di UeCoop, Unione Europea delle Cooperative vengono razziate dai ladri più di 500 case al giorno.

Approfondendo i dati, si contano quasi 15 famiglie ogni 1.000 al nord contro le 9 ogni 1.000 del sud Italia per un totale di circa 200 mila colpi all’anno.

Molte delle abitazioni prese di mira già dispongono di dispositivi antifurto, che però non sempre sembrano funzionare a dovere.

Questo, perchè gli allarmi installati molto spesso provengono da proposte economicamente vantaggiose ma solo apparentemente efficaci.

Molti impianti infatti, risultano facilmente eludibili attraverso un semplice campo magnetico in grado di annullarne completamente l’attivazione.

Questo, aumenta la vulnerabilità dell’abitazione principalmente nelle ore notturne.

Molti installatori non propongono soluzioni alternative perchè preferiscono rimanere competitivi sul mercato con proposte a basso prezzo ma poco funzionanti, oppure perchè ignorano l’esistenza di tecnologie alternative .

Recentemente, però è stata sviluppata una nuova soluzione in grado di depennare definitivamente questo problema.

La soluzione, nata in America nel 2002 è ancora poco conosciuta e utilizzata tra i professionisti, viene attivata attraverso contatti magnetici anti-smascheramento capaci di assicurare livelli di sicurezza elevatissimi.

Il cliente non avendo le conoscenze tecniche, non può sapere le qualità dell’allarme né tanto meno le modalità utilizzate dai tecnici per installarlo.

Questi contatti, a fronte di una differenza di costo minima, sono perfetti per progettare un impianto in completa sicurezza anche nei modelli più semplici ad incasso, quelli più utilizzati nelle comuni abitazioni.

In costante aggiornamento sulle nuove soluzioni e tecnologie con leader internazionali di settore, dal 1982 Pamitron di Trento , in via Piave 24, distribuisce un vasta gamma di ottimi prodotti sia a livello tecnico che qualitativo di certificata sicurezza.

Infatti, i prodotti si adattano a qualsiasi tipo di impianto sia abitativo che industriale, riuscendo a trovare la soluzione migliore per vivere meglio e senza pensieri nella propria abitazione.

Continua a leggere

Aziende

UnipolSai: l’agenzia Atlante di Trento per la decina volta consecutiva premiata con il riconoscimento «Agenzia Join the Top»

Pubblicato

-

Per il decimo anno consecutivo, l’Agenzia UnipolSai Assicurazioni di via Brennero, gestita dalla società Atlante, sarà premiata come “eccellenza italiana” del Gruppo.

L’edizione 2019 dell’evento attraverso il quale, da qualche anno, UnipolSai premia le proprie eccellenze, si svolgerà dal 17 al 19 del prossimo mese di ottobre nella città regina del Marocco: Marrakech.

Sarà un momento volto a celebrare un numero ristretto di agenzie che nel corso dell’anno hanno saputo distinguersi per aver agito “con grande impegno, responsabilità e innovazione“.

Un evento particolare che premia sia i risultati raggiunti in termini di portafoglio, sia le strategie di vendita, l’innovazione e la capacità imprenditoriale.

UnipolSai Assicurazioni è la Compagnia assicurativa del Gruppo Unipol, leader in Italia nei rami Danni in particolare nell’R.C. Auto, con oltre 10 milioni di clienti.

Attiva anche nei rami Vita, UnipolSai occupa una posizione di preminenza nella graduatoria nazionale dei gruppi assicurativi per raccolta diretta assicurativa pari a circa 11,72 miliardi di euro (+5,9%), con un miglioramento nella raccolta vita pari al 15,4% (4,29 miliardi di euro) e con un utile netto di 905,1 milioni di euro (escluse le quote di terzi) in forte miglioramento rispetto ai 504,2 milioni contabilizzati l’anno precedente (dati 2018).

Opera attraverso la più grande rete agenziale d’Italia, forte di 2.753 agenzie assicurative e 5.615 subagenzie distribuite sul territorio nazionale.

La società Atlante rappresenta il marchio UnipolSai Assicurazioni in provincia di Trento dal 1988.

Agenzia certificata ISO 9001/UNI EN ISO 9001:2015 dal 2004, opera con propri uffici, oltre che nel comune di Trento, anche in quelli di Borgo Valsugana, Fiera di Primiero, Mezzolombardo e Pergine Valsugana.

Dal 2007, nello stesso stabile occupato dall’Agenzia, è operante anche la filiale di Unipol Banca (ora BPER), prima filiale integrata in regione.

«Un ringraziamento va a tutti i dipendenti e collaboratori che hanno contribuito in questi anni all’ottimo lavoro della nostra agenzia che è un ulteriore dimostrazione delle molte eccellenze presenti in Trentino. Il premio non è certo un punto di arrivo ma deve essere uno stimolo in più per fare meglio. Siamo l’unica agenzia da quando è stato istituito il premio ad essere stata premiata in Italia, questo per noi è fonte di orgoglio.»- Dichiara l’amministratore delegato Tiziano Uez.(nella foto)

Per Tiziano Uez, anche assessore comunale allo sport del comune di Trento, è un momento fortunato.

In pochi giorni infatti è stato premiato per il lavoro della sua agenzia assicurativa e per le sue competenze politiche.

Secondo il sondaggio del Sole24ore Trento è infatti risultata essere la città più sportiva d’Italia.

 

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza