Connect with us
Pubblicità

Trento

«Agire per il Trentino» denuncia: «Disservizi nelle case ITEA ormai fuori controllo»

Pubblicato

-

Sacchi di immondizie non differenziati lasciati a cielo aperto su isole non chiuse e aperte a tutti, veri e propri kit lasciati dalle prostitute nei garage dopo i rapporti, rifiuti di ogni tipo nelle vicinanze delle strutture, magazzini con centinaia di carcasse di biciclette probabilmente molte rubate, bombole di gas lasciate al proprio destino, macchine con il fermo amministrativo piene di immondizie nei parcheggi adiacenti, sbarrieramenti inesistenti per i disabili che non possono uscire da casa da mesi, il tutto aggravato dai 7 milioni di euro di morosità degli inquilini ITEA  e di investimenti che da 11  milioni di euro dell’anno scorso sono passati ai 3 di quest’anno.

È questo il devastante scenario che il movimento Agire per il Trentino, da sempre in prima linea contro i disservizi ITEA, ha riassunto in una conferenza stampa tenuta stamane davanti agli uffici ITEA.

L’argomento è sempre il solito: i disservizi negli appartamenti ITEA segnalati dagli stessi inquilini che hanno contattato Agire per avere “voce” in capitolo dentro una situazione che appare ormai fuori controllo

Pubblicità
Pubblicità

Gli inquilini ITEA, che in tutto il territorio provinciale sono veramente tanti, hanno alloggi che vengono assegnati in base a una graduatoria che tiene conto di priorità oggettive, per esempio casi di disabili, anziani, stranieri, eccetera.

I militanti di Agire hanno constatato che non è così.

Notevoli e numerosi sono però i problemi riscontrabili nella gestione da parte dell’ente e in tutta la provincia, si va da Trento ad Arco, a Riva del Garda, in val di Non e nelle Giudicarie, per citare solo alcuni casi. «Riceviamo segnalazioni giornaliere da tutta la provincia – dichiara Gianpiero Robbi, il capo ufficio stampa di Agire»

Pubblicità
Pubblicità

Innanzitutto la manutenzione degli stabili, carente quando non del tutto assente.

In secondo luogo il canone mensile, che dovrebbe essere moderato ma che risulta spesso più alto del dovuto, nonostante le rette siano regolamentate dall’ICEF.

C’è poi la questione delle isole ecologiche dei condomini, in molti casi lasciate aperte a chiunque, col risultato di una cattiva suddivisione della spazzatura che grava poi sulla bolletta di ciascun inquilino in fase di conguaglio.

Sono tantispiega Gian Piero Robbigli inquilini che, appena saputo della conferenza stampa di oggi, mi hanno contattato raccontando vari problemi da sottoporre al Presidente Ghirardini. Le cosiddette isole ecologiche, se così si possono definire, vere discariche a cielo aperto dove chiunque può gettare spazzatura di ogni genere impunemente, “una grave situazione igenico-sanitaria nella quale versano gli spazi”, dice ITEA che, aggiungo io, sono però alla mercé di tutti, quindi perché devono pagare gli inquilini che operano secondo i regolamenti?

Per non parlare della questione Disabilità, grande come questa città. Disabili che, pagando di tasca loro, non possono effettuare migliorie per la loro condizione, o Disabili che, non potendolo fare, devono pagare di tasca propria. Tutto questo è assolutamente fuori da ogni logica di come dovrebbe essere una società che dovrebbe curare e accudire i cittadini più deboli.”

Anche per Sergio Manuel Binelli, Coordinatore Esecutivo di Agire, la tematica è importantissima, “ora che stiamo per entrare in campagna elettorale, posso assicurare che continueremo a portare avanti questo importantissimo tema perché essendo un grande movimento territoriale Agire ha dimostrato da sempre di avere una grande anima sociale oltre che autonomista:  noi ci siamo dal 2016, ci siamo oggi e ci saremo anche dopo ottobre.”

Presente alla conferenza stampa anche Sandro Bordignon, coordinatore territoriale per la città di Trento di Agire per il Trentino, da sempre in prima linea, Bordignon sottolinea alcuni punti fondamentali che riguardano il “Pianeta ITEA” ovvero:

problemi di convivenza, come sono sono nati, come provare a risolverli, l’amianto con presenza di bambini, progetto iniziato con le migliori intenzioni (asportazione dell’amianto) conclusi con un (quasi) nulla di fatto, serramenti obsoleti, citofoni non funzionanti, termosifoni rotti, presenza di muffa e per finire il Progetto Startus (riqualificazione rione Totti) costo previsto 8 milioni di euro.

I problemi che riguardano l’edilizia sociale non sono solo concentratati a Trento, purtroppo abbiamo diverse segnalazioni che arrivano dai comprensori più lontani, l’ha spiegato Tanya Marino, vice coordinatrice di Agire per le Valli Giudicarie:

A Tione di Trento siamo intervenuti molte volte, ed altrettante volte siamo riusciti a fare intervenire le autorità competenti per risolvere delle problematiche che per alcuni possono essere “dei tubi rotti” ma che nella realtà invece sono delle mura fatiscenti. Ci sono persone disabili che vengono lasciate ai secondi piani, in un edificio sprovvisto di ascensori adeguati. E infine ci sono anche problemi di accesso: tralasciando la neve e le gelate dello scorso inverno, gli inquilini disabili o le mamme che hanno figli piccoli fanno molta fatica ad andare in centro al paese ed a tornare a casa dal momento che il montascale non risulta ancora funzionante: sono mesi che abbiamo denunciato questa cosa, ed anche di recente ho firmato io stessa un comunicato su questa situazione ma purtroppo tutto è ancora come prima.”

Come si può notare, non si tratta di casi sporadici, ma di una vera piaga sociale che deve trovare rimedio al più presto, molti appartamenti necessitano infatti di modifiche strutturali secondo le esigenze dell’inquilino, ma le autorizzazioni stentano ad arrivare e in diversi casi non vengono concesse da ITEA.

«Agire per il Trentino», nelle persone di Gian Piero Robbi, Sandro Bordignon, Sergio Binelli e Grazia Castellini, ha deciso di ritrovarsi insieme a una rappresentanza di inquilini ITEA davanti alla sede dell’ente per protestare contro questa situazione insostenibile e dare voce alle tante, troppe persone costrette a subire i disagi causati o trascurati da ITEA.

Agire per il Trentino si è fatto carico delle problematiche che riguardano ITEA con serietà e responsabilità, prendendo un impegno concreto: le segnalazioni degli inquilini sono infatti confluite nel suo programma per le Politiche Sociali che sarà presentato durante la seconda assemblea provinciale del 16 giugno prossimo.

Presente anche il segretario di Agire Claudio Cia «La stessa mission iniziale viene tradita e disconosciuta dalla stessa ITEA che continua a mandare sfratti giudiziari agli inquilini che magari hanno perso il lavoro o sono finiti in disgrazia»

Molte le critiche verso il progetto Stardust, una delle iniziative a respiro europeo inserite nel programma comunitario denominato Horizon 2020, che prevede complessivamente un investimento di 18 milioni di Euro in cinque anni per Trento ma che nel caso delle Torri di Villazzano riguarderà solo la 9, 10, e la 11.

Per le 3 Torri sono statti stanziati 6 milioni di euro dall’Europa, e 2 dalla provincia di Trento che serviranno per ristrutturare e riqualificare le 3 torri interessate, previo accordi con gli inquilini.

 

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Castello Bonaria: nell’Alta Maremma un Luxury SPA Resort di eccellenza
    Meta ideale per chi sogna una vacanza in cui i tempi vengono scanditi dal silenzio e dall’armonia della natura, il Castello Bonaria offre agli ospiti anche un Centro Benessere, una piscina e un Ristorante con terrazza sulle colline toscane: tutto quello che serve per un Luxury SPA Resort di eccellenza. Adagiato tra vigneti e uliveti, il […]
  • AVA&MAY: home decor e candele dai profumi esotici
    A chi non piacciono le candele? A chi non piace entrare in casa e sentire subito il profumo fresco di pulito e di casa? Quanto si parla di candele, profumi e prodotti per la casa, si va subito a pensare ad Ava&May, un brand relativamente giovane ma di altissima qualità e dai prodotti con profumi […]
  • VIDEO – Scegliere il mondo come ufficio e diventare nomadi digitali: intervista ad Armando Costantino
    Negli ultimi anni, la tentazione sempre più frequente del “mollo tutto” combinata  all’aumento dello smart working ha creato una nuova tendenza all’interno del panorama lavorativo: i nomadi digitali, conosciuti anche come fulltimers. Persone che hanno scelto di spostare la loro casa in camper e il loro ufficio nel mondo, investendo su loro stessi per riprendersi […]
  • Vado a vivere in un faro!
    Quante volte, leggendo Virginia Woolf o Jules Verne, avete fantasticato su come potrebbe essere vivere in un faro con la sola compagnia del vento e del mare? I fari, nell’immaginario collettivo, sono luoghi straordinari al confine fra mito e realtà, unico baluardo di salvezza per i navigatori durante le notti di tempesta. In realtà, senza […]
  • Hotel e Ristorante Villa Madruzzo: dove ricaricare le batterie a pochi chilometri da Trento
    A quattro chilometri dal centro di Trento si trova uno degli hotel più gettonati del momento: Villa Mandruzzo. Complici anche il ristorante e la meravigliosa area benessere, Villa Mandruzzo è presto diventato uno degli hotel più raccomandati tra coloro che vogliono venire a Trento per godersi alcuni giorni di meritato relax o anche solo per […]
  • Viaggio in Grecia, scegli il fascino mistico di Rodi
    La Grecia è uno di quei luoghi da sogno che tutti dovremmo visitare almeno una volta nella vita. Uno di quei paradisi terrestri neanche troppo lontani dall’Italia che con la sua storia, la sua cultura, il paesaggio naturale, incanta tutti, senza distinzione. Dalle città che hanno fatto la storia come la capitale Atene, simbolo dei […]
  • HP Reinvent: arrivano i nuovi PC per lo smart working
    Grandi novità in arrivo da parte di HP, azienda leader nel settore tecnologico. Durante l’attesissimo evento HP Reinvent dedicato ai propri partner, l’azienda ha lanciato nuovi Pc destinati allo smart working. Ma non solo: l’evento è stato utile per svelare tanti nuovi dispositivi e soluzioni per aiutare le aziende ed i professionisti a migliorare la […]
  • Abbigliamento casual uomo, tutte le dritte per non sbagliare
    Tutti pazzi per l’abbigliamento casual che non è solo comodo ma è anche fashion. Non bisogna confondere, infatti, che casual non è il sinonimo di trasandato e di un abbigliamento approssimativo. Non c’è pensiero più sbagliato perché oggi indossare abiti casual vuol dire vestirsi alla moda, in chiave moderna e innovativa, con uno stile senza […]
  • Isola in Irlanda cerca custodi: l’occasione per cambiare stile di vita per sei mesi
    La meta ideale per chi vuole entrare a contatto con la natura più incontaminata, allontanarsi dai ritmi frenetici della città, godendosi contemporaneamente un’esperienza di vita unica, si trova a Great Blasket Island, al largo della costa irlandese, dove è stata data l’opportunità attraverso un annuncio di lavoro, di cambiare stile di vita per sei mesi. […]

Categorie

di tendenza