Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Il Trio Melisma suona Vivaldi nell’antica pieve di Torra

Pubblicato

-

TORRA – Domani sera, sabato 21 aprile alle 20.30, l’antica pieve di Torra farà da cornice al concerto del Trio Melisma, il cui programma prevede le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi.

Particolare interessante è che Massimiliano Cova – membro del trio – suonerà un violino costruito da un suo concittadino di Dermulo: Fernando Eccher.

Eccher è appassionato nel lavorare il legno e da qualche anno a questa parte ha frequentato un corso di liuteria, realizzando due violini.

Pubblicità
Pubblicità

È in corso la costruzione di un terzo violino e di un violoncello.

TALENTO AL POTERE, IL TRIO MELISMA – Il Trio Melisma è formato da tre giovani musicisti: Stefano Wegher, Yessica Alfonso Santander e Massimiliano Cova.

Conosciamoli meglio.

Stefano Wegher è un pianista autodidatta sin dall’età di 3 anni, nel 2007 entra in conservatorio nella classe di Organo e composizione organistica del M° Federico Maria Recchia.

Frequenta il biennio accademico di Composizione con il M° Cosimo Colazzo e ha sostenuto l’Erasmus a Valencia con il prof. Francisco Quintero.

Sue composizioni sono abitualmente eseguite ai festival “Mondi Sonori” e “Mondi Corali”.

Appassionato di musica corale, è membro fondatore del Quartetto Vocale Maschile Homines Ventris e dell’ottetto After Eight.

Con il Coro da camera del conservatorio F.A. Bonporti, diretto dal M° Lorenzo Donati, ha partecipato a importanti rassegne, tra le quali spicca la “Rassegna internazionale di Musica Sacra Virgo Lauretana” di Loreto.

Attualmente è organista titolare della Chiesa Parrocchiale della Visitazione della B.V. Maria in Nosellari, nella quale suona un organo meccanico “Zeni op.38 – 2009”.

Di nazionalità Colombiana, Yessica Alfonso Santander ha iniziato lo studio del violoncello nel 2012 in Colombia, presso il Conservatorio Antonio María Valencia, sotto la cattedra della prof.ssa di nazionalità Russa Marianna Kononenko.

Ha partecipato con la Orquesta Sinfonica Superiore del Conservatorio Antonio María Valencia, Orquesta Sinfonica Arboledas, Orchestra Giovanile Trentina, Orchestra del Conservatorio di Bolzano e Orquesta Sinfonica giovanile del Valle del Cauca (OSJVC), realizzando concerti nelle città di Popayán, Bogotá, Armenia, Santander, Manizales e Tuluá (Colombia).

Ha partecipato ai progetti Battuta dal titolo Así se va a las Alturas I, II, III, IV, al progetto La Vía dei Concerti, realizzando una tournée nel 2012 in Spagna, Italia e Francia, e al progetto Cali de Cámara 2012, con artisti e direttori di livello nazionale e internazionale.

Ha realizzato corsi e masterclass di livello internazionale con i maestri di violoncello Charles Fredderick Hood, Tobia Revolti, Clement Chow, Lucio Labella Danzi, Deshamanya Rohan de Saram e Cristina Nadal.

Attualmente frequenta il triennio accademico al Conservatorio Claudio Monteverdi di Bolzano, sotto la cattedra del Prof. Nicola Baroni.

Suona un violoncello Giorgio Nardin (Verla di Giovo, TN) del 2010.

Massimiliano Cova si è diplomato in violino nel 2015 al conservatorio F.A. Bomporti di Trento con il prof. Aldo Cutroneo, ha concluso il master di violino al conservatorio C. Monteverdi di Bolzano con il prof. Marco Bronzi con il massimo dei voti e ha sostenuto studi di composizione con il M° Cosimo Colazzo.

Di rilievo la sua attiva la sua attività concertistica come orchestrale sostenendo concerti in Italia, Austria, Francia, Germania, Spagna, Colombia, collaborando con orchestre ed enti concertistici quali l’Orchestra Haydn, le orchestre colombiane OSJVC e Batuta, la Società del Quartetto di Vicenza, l’orchestra Scaligera di Verona, l’Orchestra giovanile Trentina.

Ha collaborato con artisti di rilievo quali Leon Spierer, Dejan Bogdanovic, Uri Caine, Bernhard Gander, Alvo Volmer, Jeffrey Tate e ha partecipato ai corsi di alto perfezionamento all’Accademia Gustav Mahler.

Si dedica al repertorio di musica vocale e popolare alpina come compositore, cantante nel quartetto vocale Homines Ventris e maestro del coro 7 Larici di Coredo di Predaia.

Dal 2016 insegna violino alla scuola di musica Musicus di Gardolo di Trento.

Nella foto di copertina da sinistra Stefano Wegher, Yessica Alfonso Santander e Massimiliano Cova

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Danneggia un veicolo in sosta a Coredo e fugge ma viene individuato attraverso le immagini delle telecamere di videosorveglianza.

Pubblicato

-

Questo in sintesi quanto accaduto in un’area di parcheggio pubblico nel Comune di Predaia nella serata di ieri, martedì 16 luglio, ed esattamente nel centro dell’abitato di Coredo.

Il conducente di un autocaravan si è infilato nel parcheggio antistante la Piazza Dei Cigni a Coredo, e non trovando spazio per la sosta, durante una maldestra manovra per uscire dall’area ha letteralmente staccato il paraurti di una Volkswagen Golf in sosta regolare, dandosi poi alla fuga.

Ma una coppia di persone che stavano facendo giocare il loro figlio nel vicino parco giochi, sentito l’urto, sono accorse per fermare il veicolo senza riuscire nell’intento.

Pubblicità
Pubblicità

Due sole lettere della targa però sono bastate al Comando di Polizia Locale Anaunia per risalire all’autore del danno che nel frattempo si era portato a Cles in Piazza Fiera per trascorrere la notte.

Il conducente si è sentito bussare alla porta del proprio autocaravan trovandosi di fronte gli agenti di Polizia Locale che gli hanno contestato la fuga, sanzionandolo anche per lo scarico di residui organici che aveva scaricato dal veicolo nell’area parcheggio di piazza Fiera a Cles.

E’ risultata fondamentale la testimonianza della coppia che ha subito segnalato il fatto e altrettanto fondamentali sono risultate le immagini raccolte dalle telecamere dislocate sul territorio della Valle di Non.

Commenta il Comandante del Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia, Vittorio Micheli“Un progetto, quello della videosorveglianza integrata dei comuni, nato solo qualche anno fa ma che si sta rilevando di fondamentale utilità non solo per il monitoraggio del traffico ma anche per la prevenzione e accertamento di reati, grazie soprattutto alla versatilità del sistema che elabora i dati in un unico software. Un sistema integrato di videosorveglianza unico nel suo genere in Trentino, sia per l’estensione del territorio sia per numero di amministrazioni coinvolte”.

Ricordiamo che il Corpo Intercomunale di Polizia Locale Anaunia opera una gestione associata tra i Comuni di Campodenno, Cles, Contà, Dambel, Denno, Predaia, Sanzeno, Sfruz, Sporminore e Ton.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Coredo, le autorità locali non sfuggono al risveglio muscolare: sveglia all’alba e di corsa intorno ai due laghi

Pubblicato

-

Il folto gruppo che questa mattina ha preso parte al risveglio muscolare ai due laghi

Sveglia presto presto, prima che sorga il sole, e via di corsa intorno ai due laghi di Coredo e Tavon. Da quattro anni, ormai, quello del risveglio muscolare è un appuntamento fisso dell’estate coredana. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nel giorno del primo allunaggio, la biblioteca di Coredo si trasforma in una… rampa di lancio

Pubblicato

-

Il 20 luglio, data storica in cui ricorre il 50° anniversario del primo allunaggio, sarà una giornata da ricordare anche per un altro evento importante: il lancio (ore 18:28) dal cosmodromo di Baikonur diretto alla Stazione Spaziale Internazionale – ISS della missione dell’Esa “Beyond”, capitanata dal comandante e colonnello neopromosso dell’Aereonautica Militare, Luca Parmitano. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza