Connect with us
Pubblicità

Trento

Monte Bondone, la squadra sciatori della polizia ha soccorso 296 persone nella stagione invernale

Pubblicato

-

Domenica scorsa anche sul Monte Bondone si è conclusa la stagione sciistica che quest’anno ha visto incrementare in maniera oltremodo significativa la presenza di utenti sulle piste.

La Polizia Locale di Trento, che presidia le aree sciabili, ha impiegato quotidianamente due agenti, a rotazione fra quelli appartenenti alla Squadra Sciatori  e formati per prestare il primo soccorso alle persone nonché abilitati al rilievo degli incidenti sulle piste.

Il servizio ha previsto la presenza degli agenti sciatori  in 126 giornate (orario 08,00-18,00), in 27 serate, con un operatore,  nella fascia oraria 18,00-24,00.

Pubblicità
Pubblicità

Durante la stagione si è prestato soccorso a 296 persone che sono incorse in incidenti sciistici per un totale di 286 interventi di cui 219 praticanti lo sci alpino, 58 lo snowboard e 19 persone infortunatesi come pedoni. Di poco lontana la parità di sesso fra gli infortunati (154 maschi e 142) mentre per quanto riguarda l’età il picco più alto è stato rilevato fra i praticanti compresi fra i 41 e 65 anni (79 infortuni) .

Le cause degli infortunati sono per la maggior parte dovute a cadute accidentali (244), mentre sono aumentati gli scontri rilevati fra persone od ostacoli che sono stati 23.

Per gli interventi che hanno riscontrato lesioni gravi è intervenuto per 7 volte l’elisoccorso per il trasporto del paziente all’ospedale.

Gli agenti che operano sulle piste svolgono anche un’importante azione di prevenzione affinché il comportamento degli utenti sia in linea con le norme previste dalla legge  provinciale 7 del 1987 volte a garantire la sicurezza sotto tutti gli  tutti  aspetti. Significativa è stata in proposito l’attività sanzionatoria che ha visto elevare 20 sanzioni a persone che hanno violato le suddette norme, e precisamente:

N.  sanzioni Motivazione
4 Per scialpinisti ( (o utilizzatori di ciaspole) che risalivano la pista, non ai bordi,  durante gli orari di apertura o durante la pista chiusa per allenamento o gare
2 Perchè in qualità di utente delle piste non commisurava la propria condotta alla situazione ambientale e non riusciva ad evitare lo scontro con altro sciatore o snowboarder
2 Per non aver adeguato la propria velocità alla pista, al traffico e alle proprie capacità sciistiche
1

Pubblicità
Pubblicità

 

Per aver perso la propria attrezzatura a causa della mancanza dei dispositivi di sicurezza atti ad  evitarne il distacco
4 Per aver mancato la precedenza ad altri sciatori
1 Per aver sciato su percorsi di gara o allenamenti senza autorizzazione
6 Per essersi scontrato con altro sciatore

Si è proceduto inoltre ad inviare notizia di reato all’Autorità Giudiziaria per un caso di abbandono di minore. Nello specifico una coppia di turisti tedeschi aveva lasciato i propri figli (una minore di anni 13 ed una di anni 8) sulle piste da soli. Uno dei minori incorso in sinistro sciistico è stato soccorso e poi assistito dagli agenti in attesa che i genitori tornassero dalla gita sul Lago di Garda.

Per quanto il soccorso ci si è avvalsi anche per questa stagione della collaborazione del volontari della Croce Rossa Italiana che, nelle giornate di sabato, domenica, in alcune giornate di apertura notturna e nei giorni delle festività natalizie e di carnevale, hanno messo a disposizione due operatori qualificati.

In ossequio a quanto disposto dall’Amministrazione Comunale, e già attuato nella scorsa stagione, il Comando ha mantenuto il contenimento degli impegni orari, riducendo, da due ad un solo operatore (coadiuvato da un volontario CRI), la presenza degli operatori in orario notturno.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]
  • Coronavirus: sanificare le mascherine per riutilizzarle in mancanza di nuove
    Da molti giorni l’Italia sta vivendo l’ormai nota emergenza Coronavirus che, oltre al periodo di quarantena forzata richiede l’utilizzo in caso di spostamenti, di particolari presidi di protezione individuale come il disinfettante per le mani o le tipiche mascherine. Mascherine che, dall’inizio dell’allarme hanno subito un aumento vertiginoso della domanda rendendole non solo introvabili, ma […]
  • Italia: Paese “green” e leader delle rinnovabili
    Troppo spesso, l’Italia è abituata ad occupare gli ultimi posti nelle classifiche europee, alimentando i pregiudizi sul Bel Paese che in alcuni settori, quando vuole, sembra essere incredibilmente ed indubbiamente qualificato. Infatti, secondo il rapporto condotto dall’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ( ISPRA) seguito poi da un’analisi dell’Agenzia Nazionale per l’Energia, […]

Categorie

di tendenza