Connect with us
Pubblicità

Trento

Delsa esce dalla federazione FGU Gilda, Mauro Pericolo:«Ora attaccheremo la “buona scuola trentina”»

Pubblicato

-

Nel novembre del 2015 Delsa Sindacato Autonomo, ad un solo anno dalla sua fondazione, aveva stipulato un accordo con la Federazione FGU Gilda; un accordo che aveva evidentemente uno scopo principalmente strategico di garantirsi la rappresentatività.

Delsa aveva già i numeri per la rappresentatività, (oltre il 55% delle tessere) ma, per assicurarsi la presenza al tavolo della rappresentanza sindacale in Trentino, stipula accordo con la FGU.

In questo triennio Delsa ha dimostrato una capacità di incidenza e di operatività indiscutibile nell’ambito della tutela del personale docente, attivando strategie e azioni difensive uniche per modalità e temi trattati.

Pubblicità
Pubblicità

Si è caratterizzata in particolare per avere contrastato efficacemente attraverso manifestazioni incisive, una comunicazione chiara, diretta,  priva di linguaggi ambigui, ma soprattutto per aver portato le proprie tesi nelle sedi giudiziarie abbattendo quel muro di gomma che gli strumenti dell’autonomia hanno da sempre fatto intorno al potere politico-amministrativo. Un colosso che sembrava imbattibile.

Oggi a distanza di 3 anni dall’accordo federale e di 4 dalla sua fondazione Mauro Pericolo imprime una accelerazione all’azione dell’organizzazione che rappresenta tracciando un breve resoconto.

“Siamo stati limitati tantissimo da questo accordo sia in sede di trattative al tavolo sindacale sia in termini di possibilità di essere presenti nelle scuole. Gli stessi alleati spesso hanno fatto ostruzionismo nei nostri confronti, cercando accordi e contatti  più con l’amministrazione e con i sindacati avversari che non con noi”.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo l’accordo non sarà rinnovato per il prossimo triennio.

“La nostra organizzazione è in grado di stare da sola al tavolo sindacale e, – aggiunge il segretario di Delsa Mauro Pericolo – fondando una propria federazione, aspira a riunire altre organizzazioni che non hanno avuto spazio in questi anni perché offuscati da un meccanismo che tutela solo le organizzazioni storiche. Queste continuano a godere ingiustificatamente di un impianto normativo sul calcolo della rappresentatività che garantisce le loro posizioni  nel sistema a danno di altre nuove forme di associazionismo e soprattutto a danno delle categorie che dovrebbero rappresentare. Un privilegio obsoleto ed antistorico, in un momento come l’attuale in cui i cittadini stanno rivoltando i vecchi equilibri di potere. Cambieremo questo sistema per garantire una reale rappresentanza dei dipendenti pubblici, in modo particolare in Trentino che da troppo tempo vede  un appiattimento sulle politiche nazionali anziché trovare una linea comune con Bolzano».

Pertanto Delsa correrà da sola verso la rappresentatività del prossimo triennio, «forti soprattutto di aver dimostrato una tenacia e una capacità tecnica assolutamente unica nel trattare le questioni più importanti per il personale scolastico; temi che tante organizzazioni hanno trascurato sostenendo invece gli illeciti e l’abuso di potere dell’amministrazione» – spiega ancora Mauro Pericolo.

Secondo Pericolo c’è ancora molto da fare, «soprattutto riteniamo che sia importante affrontare in maniera diversa, partendo dal profilo politico, la questione della  stabilizzazione di migliaia di precari storici. La questione della stabilizzazione oggi sta vivendo una deriva gravissima verso soluzioni pasticciate ed umilianti per il personale precario. Il giudice del lavoro di Trento sta liquidando 10-12-15 a volte 20 e più anni di servizio con somme ridicole rispetto al danno subito dai ricorrenti, ignorando completamente il concetto di “conversione del rapporto a tempo indeterminato”.  Tutto questo è qualcosa che mortifica in maniera indecorosa la dignità dei dipendenti (e qualcuno addirittura le considera delle vittorie)».

Lo stesso Mauro Pericolo svela l’attività politico-sindacale che sarò adottata nel breve, «attaccheremo la cosiddetta “Buona Scuola Trentina”, che anziché sanare il contrasto con le direttive europee lo amplifica ancora di più, attribuendo poteri straordinari ai dirigenti con chiamate dirette per massimo tre anni. Altro che autonomia trentina , questa è una pagliacciata di stampo renziano. Siamo disposti a portare  la Provincia autonoma di Trento davanti ai giudici europei per gravissime violazioni delle normative comunitarie».

Libera dall’accordo precedente,  DELSA potrà occuparsi direttamente anche delle tutele sulla Scuola dell’infanzia, del  Personale ATA e delle  Scuole Professionali;  «un campo che non abbiamo potuto trattare adeguatamente,  – incalza Pericolo – avendolo delegato alla organizzazione con la quale eravamo federati, la attività al tavolo sindacale conoscevamo solo dagli infausti risultati comunicati al personale. Partiremo dalla Scuola dell’infanzia il cui personale  versa  in una situazione di  gravissimo reiterato abuso dei contratti a termine . Registriamo diversi casi tra i nostri iscritti di oltre 20  anni di servizio in qualità di precario nella scuola dell’infanzia sino a casi di 32-33 anni ( vicini al pensionamento) ;  qualcosa che supera la decenza umana, soprattutto in considerazione del potere autonomistico e finanziario che l’amministrazione ha avuto in questi decenni, che avrebbe consentito una bel diversa gestione del sistema scolastico».

«Inoltre ricorderemo alla provincia che il personale dell’infanzia in possesso del diploma ante 2002 è idoneo e sufficiente per l’immissione in ruolo per la stessa legge provinciale istitutrice del servizio infanzia: non con l’infanzia dovessimo ripetere la vicenda giudiziaria dei diplomati magistrali della scuola primaria!»conclude Pericolo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Chalet Pinocchio, dove sentirsi sempre a casa
    Chalet Pinocchio si trova a Brentonico, nel sud del Trentino, a 16 km dal centro di Rovereto e a 10 km dall’uscita autostradale di Rovereto sud. Situato in una piccola località montana che d’inverno diventa il centro ideale per accedere alla Ski Area Polsa San Valentino, con piste facili ideali anche per chi vuole imparare; d’estate, […]
  • Bear with Benefits: gli integratori a forma di orsetti gommosi
    Bears with Benefits sono degli orsetti gommosi ricchi di vitamine e minerali. Si tratta infatti di integratori alimentari con un complesso vitaminico e minerale altamente concentrato. Le formulazioni sono sviluppate in Germania e rispettano i più elevati standard di qualità. Durante la produzione, non vengono utilizzati antiagglomeranti, agenti di carica e allergeni: i prodotti sono […]
  • MasonBees: la casa delle api
    MasonBees Ltd. è nata come parte della Oxford Bee Company, ovvero un’organizzazione che ricerca il ciclo di vita delle Red Mason Bee. CJ Wildbird Foods Ltd. ha acquistato la Oxford Bee Company nel 2006 ed ha proseguito la ricerca, conducendo varie prove sul campo con le Red Mason Bees. Queste prove avevano lo scopo di […]
  • Dolomiti Wellness Hotel Fanes: un piccolo angolo di paradiso in Alta Badia
    Il Dolomiti Wellness Hotel Fanes è in una delle terrazze più assolate e panoramiche di San Cassiano, piccolo e grazioso villaggio di montagna, nelle Dolomiti a poco più di 1.500 metri s.l.m. in Alta Badia: cinque minuti per raggiungere il centro a piedi, isola pedonale ricca di vetrine e negozi, servizi ancillari e noleggio attrezzatura, […]
  • Abiby: la Beauty Box perfetta per chi vuole qualità e innovazione
    Abiby è il servizio in abbonamento che permette ogni mese di scoprire le migliori novità in ambito skincare, make-up e beauty con un’esperienza unica e a sorpresa. La missione di Abiby è quella di usare l’esperienza per far scoprire i migliori brand al mondo, quelli che da soli è difficile trovare. Come? Viaggiando costantemente alla ricerca di prodotti […]
  • Vinilia Wine Resort: immergiti nel cuore del Salento
    Vinilia Wine Resort è un’antica dimora risalente agli inizi del ‘900 quando era destinata ad essere la residenza estiva della nobile famiglia degli Schiavoni. Oggi, dopo un’attenta e raffinata attività di restauro conservativo, a cura della famiglia Parisi Lacaita, si appresta a diventare un punto di riferimento per l’accoglienza e per un’autentica esperienza nella terra […]
  • Natura, storia e paesaggi mozzafiato: questa è l’isola di Skye
    Skye è una delle migliori località da visitare in Scozia. È famosa per i suoi paesaggi mozzafiato e per la storia che ha alle spalle. L’isola di Skye è lunga 50 miglia ed è la più grande delle Ebridi Interne, ovvero un arcipelago situato al largo della costa occidentale della Scozia, a sud-est delle Ebridi Esterne. Insieme, […]
  • Tenuta Monacelli: che meraviglia il Salento!
    Masseria Monacelli, masseria fortificata del ‘600 e Masseria Giampaolo, esclusivo borgo del ‘400, si impongono con le loro torri di avvistamento nel cuore del Salento. Situate in prossimità dell’Abbazia romanico-bizantina S. Maria a Cerrate, oggi tra i beni del Fondo Ambiente Italiano, testimoniano tracce di storia. Entrambe custodiscono un prezioso frantoio ipogeo, le stanze di stoccaggio […]
  • Incanto e lusso al Castello di Guarene, in Piemonte
    Nel Settecento, il Castello fu la realizzazione di un sogno di Carlo Giacinto Roero, signore di Guarene. Il nobiluomo voleva una nuova e splendida dimora e se la costruì, la circondò di giardini e la arredò. Ne aveva la capacità e i mezzi: era un buon architetto, sia pure dilettante, un aristocratico di primo piano […]

Categorie

di tendenza