Connect with us
Pubblicità

Trento

Delsa esce dalla federazione FGU Gilda, Mauro Pericolo:«Ora attaccheremo la “buona scuola trentina”»

Pubblicato

-

Nel novembre del 2015 Delsa Sindacato Autonomo, ad un solo anno dalla sua fondazione, aveva stipulato un accordo con la Federazione FGU Gilda; un accordo che aveva evidentemente uno scopo principalmente strategico di garantirsi la rappresentatività.

Delsa aveva già i numeri per la rappresentatività, (oltre il 55% delle tessere) ma, per assicurarsi la presenza al tavolo della rappresentanza sindacale in Trentino, stipula accordo con la FGU.

In questo triennio Delsa ha dimostrato una capacità di incidenza e di operatività indiscutibile nell’ambito della tutela del personale docente, attivando strategie e azioni difensive uniche per modalità e temi trattati.

Pubblicità
Pubblicità

Si è caratterizzata in particolare per avere contrastato efficacemente attraverso manifestazioni incisive, una comunicazione chiara, diretta,  priva di linguaggi ambigui, ma soprattutto per aver portato le proprie tesi nelle sedi giudiziarie abbattendo quel muro di gomma che gli strumenti dell’autonomia hanno da sempre fatto intorno al potere politico-amministrativo. Un colosso che sembrava imbattibile.

Oggi a distanza di 3 anni dall’accordo federale e di 4 dalla sua fondazione Mauro Pericolo imprime una accelerazione all’azione dell’organizzazione che rappresenta tracciando un breve resoconto.

“Siamo stati limitati tantissimo da questo accordo sia in sede di trattative al tavolo sindacale sia in termini di possibilità di essere presenti nelle scuole. Gli stessi alleati spesso hanno fatto ostruzionismo nei nostri confronti, cercando accordi e contatti  più con l’amministrazione e con i sindacati avversari che non con noi”.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo motivo l’accordo non sarà rinnovato per il prossimo triennio.

“La nostra organizzazione è in grado di stare da sola al tavolo sindacale e, – aggiunge il segretario di Delsa Mauro Pericolo – fondando una propria federazione, aspira a riunire altre organizzazioni che non hanno avuto spazio in questi anni perché offuscati da un meccanismo che tutela solo le organizzazioni storiche. Queste continuano a godere ingiustificatamente di un impianto normativo sul calcolo della rappresentatività che garantisce le loro posizioni  nel sistema a danno di altre nuove forme di associazionismo e soprattutto a danno delle categorie che dovrebbero rappresentare. Un privilegio obsoleto ed antistorico, in un momento come l’attuale in cui i cittadini stanno rivoltando i vecchi equilibri di potere. Cambieremo questo sistema per garantire una reale rappresentanza dei dipendenti pubblici, in modo particolare in Trentino che da troppo tempo vede  un appiattimento sulle politiche nazionali anziché trovare una linea comune con Bolzano».

Pertanto Delsa correrà da sola verso la rappresentatività del prossimo triennio, «forti soprattutto di aver dimostrato una tenacia e una capacità tecnica assolutamente unica nel trattare le questioni più importanti per il personale scolastico; temi che tante organizzazioni hanno trascurato sostenendo invece gli illeciti e l’abuso di potere dell’amministrazione» – spiega ancora Mauro Pericolo.

Secondo Pericolo c’è ancora molto da fare, «soprattutto riteniamo che sia importante affrontare in maniera diversa, partendo dal profilo politico, la questione della  stabilizzazione di migliaia di precari storici. La questione della stabilizzazione oggi sta vivendo una deriva gravissima verso soluzioni pasticciate ed umilianti per il personale precario. Il giudice del lavoro di Trento sta liquidando 10-12-15 a volte 20 e più anni di servizio con somme ridicole rispetto al danno subito dai ricorrenti, ignorando completamente il concetto di “conversione del rapporto a tempo indeterminato”.  Tutto questo è qualcosa che mortifica in maniera indecorosa la dignità dei dipendenti (e qualcuno addirittura le considera delle vittorie)».

Lo stesso Mauro Pericolo svela l’attività politico-sindacale che sarò adottata nel breve, «attaccheremo la cosiddetta “Buona Scuola Trentina”, che anziché sanare il contrasto con le direttive europee lo amplifica ancora di più, attribuendo poteri straordinari ai dirigenti con chiamate dirette per massimo tre anni. Altro che autonomia trentina , questa è una pagliacciata di stampo renziano. Siamo disposti a portare  la Provincia autonoma di Trento davanti ai giudici europei per gravissime violazioni delle normative comunitarie».

Libera dall’accordo precedente,  DELSA potrà occuparsi direttamente anche delle tutele sulla Scuola dell’infanzia, del  Personale ATA e delle  Scuole Professionali;  «un campo che non abbiamo potuto trattare adeguatamente,  – incalza Pericolo – avendolo delegato alla organizzazione con la quale eravamo federati, la attività al tavolo sindacale conoscevamo solo dagli infausti risultati comunicati al personale. Partiremo dalla Scuola dell’infanzia il cui personale  versa  in una situazione di  gravissimo reiterato abuso dei contratti a termine . Registriamo diversi casi tra i nostri iscritti di oltre 20  anni di servizio in qualità di precario nella scuola dell’infanzia sino a casi di 32-33 anni ( vicini al pensionamento) ;  qualcosa che supera la decenza umana, soprattutto in considerazione del potere autonomistico e finanziario che l’amministrazione ha avuto in questi decenni, che avrebbe consentito una bel diversa gestione del sistema scolastico».

«Inoltre ricorderemo alla provincia che il personale dell’infanzia in possesso del diploma ante 2002 è idoneo e sufficiente per l’immissione in ruolo per la stessa legge provinciale istitutrice del servizio infanzia: non con l’infanzia dovessimo ripetere la vicenda giudiziaria dei diplomati magistrali della scuola primaria!»conclude Pericolo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Il futuro abbraccia l’ecologia e la natura: anche in Italia spopola la moda delle Tiny House
    Sono conosciute come le” Students Tiny house talk”, ovvero 10 metri quadrati di vivere ecosostenibile. Si tratta di tipiche casette svedesi completamente costruite in legno dal design moderno e pensate inizialmente per ospitare universitari. L’efficienza energetica e l’impronta ecologia sono l’aspetto fondamentale di queste abitazioni che puntano a minimizzare al massimo le emissioni di carbonio […]
  • La Nasa lo conferma: sulla Luna c’è acqua ed è accessibile
    Sulla Luna c’è acqua, un annuncio clamoroso ma vero. L’incredibile notizia arriva da due studi della Nasa pubblicati su Nature. Il primo studio coordianato dalla Nasa dimostra la scoperta rilevata dal telescopio volante Sofia della molecola dell’acqua sulla Luna. Grazie al telescopio Sofia, montato a bordo di un boeing 747 ha infatti risolto il mistero […]
  • A Trento è arrivato l’innovativo franchise di SkinMedic Beauty Clinic
    SkinMedic è un nuovo modo di concepire il mercato dell’estetica, in cui la realtà in franchising diventa un’opportunità di crescita condivisa. Da qualche mese, il noto marchio ha aperto anche una Beauty Clinic a Trento, presso il quartiere Le Albere. “Operiamo sul campo nel settore medicale-estetico da oltre 20 anni, inizialmente come produttori di attrezzatura […]
  • Casa Sebastiano: ogni giorno la qualità di una vita migliore
    In Trentino, a Coredo nel Comune di Predaia, tra boschi e il profumo dei frutteti, si apre un grande edificio in cui ogni giorno si costruisce la qualità di una vita migliore, Casa Sebastiano. Struttura dedicata alle persone con disturbi dello spettro autistico, è stata costruita dalla Fondazione Trentina per l’Autismo presieduta da Giovanni Coletti, […]
  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]

Categorie

di tendenza