Connect with us
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Depuratore di Torcegno, la riposta della Provincia dopo le denunce di inquinamento.

Pubblicato

-

E’ arrivata la risposta dell’assessore Mauro Gilmozzi all’interrogazione del Consigliere provinciale Claudio Cia che chiedeva conto degli aggiornamenti sullo stato si salute del torrente Ceggio, affluente del Brenta, dopo le denunce di inquinamento.

Nel mese di ottobre 2016 era stato lo stesso consigliere di AGIRE per il Trentino a effettuare un sopralluogo in quel di Torcegno per verificare lo scarico nel torrente delle acque residuali provenienti dall’impianto di depurazione che serve l’abitato.

Raccolti dei campioni d’acqua, uno a monte e l’altro a valle dello scarico, li aveva consegnati ad un laboratorio specializzato nella gestione diretta degli impianti di depurazione: i risultati sono stati tali da portare il consigliere a interessare i Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Trento che, in seguito alle attività ispettive effettuate presso l’impianto, hanno denunciato il Sindaco di Torcegno alla Procura della Repubblica.

Pubblicità
Pubblicità

Cia a distanza di tempo ha chiesto aggiornamenti in merito alla situazione del torrente.

Nella risposta della Provincia si ricorda che il Piano provinciale di risanamento delle acque (PPRA) prevede che le pubbliche fognature dell’abitato di Torcegno vengano convogliate, per la loro depurazione, all’impianto sito nel comune di Castel Ivano, frazione Villa Agnedo.

Il Comune di Torcegno era stato autorizzato temporaneamente, nel luglio del 2000, a scaricare nel Ceggio le acque reflue dell’impianto di depurazione a sedimentazione meccanica in questione, fino all’entrata in funzione del collegamento con l’impianto di depurazione biologico di Villa Agnedo.

Pubblicità
Pubblicità

Nel maggio 2002, con decreto del Presidente della Provincia, era stato fissato al 31 dicembre 2015 il termine di validità di tutte le autorizzazioni già rilasciate in via temporanea, relative alle pubbliche fognature non ancora adeguate al PPRA, prescrivendone il relativo adeguamento entro lo stesso termine, fatta salva la possibilità di mantenimento delle esistenti modalità di scarico “per giustificate ragioni tecniche, previa presentazione di una specifica domanda di rinnovo dell’autorizzazione.

Qui la risposta della Provincia non specifica se il Comune avesse presentato il rinnovo dell’autorizzazione; dalle verifiche dei Carabinieri del NOE emergeva infatti che l’impianto di depurazione recapitava i reflui nel torrente Ceggio in assenza di valida autorizzazione provinciale, scaduta alla fine del 2015.

A questo punto la risposta dell’Assessore Gilmozzi passa al dicembre 2016 (quindi dopo l’intervento del consigliere Claudio Cia), con il Comune di Torcegno che presenta domanda di autorizzazione per il mantenimento dello scarico esistente, in attesa della realizzazione delle opere di adeguamento previste.

Il Servizio Autorizzazioni e valutazioni ambientali ha rilasciato l’autorizzazione allo scarico con determinazione del 26 gennaio 2017. Alla luce della situazione accertata dai Carabinieri del NOE, sono state avanzate varie prescrizioni al Comune di Torcegno, tra le quali il rispetto dei limiti di accettabilità in materia di tutela dell’ambiente dagli inquinamenti, una pulizia straordinaria di tutti i comparti dell’impianto di trattamento e un controllo sulle acque di scarico per la verifica del rispetto dei limiti fissati in materia di Tutela dell’ambiente dagli inquinamenti.

Il Comune di Torcegno ha ottemperato alle prescrizioni impartite come si rileva dalla nota di data 27 marzo 2017, da cui emerge il rispetto dei limiti di accettabilità contenuti nella tabella 2 allegata al T.U.L.P. in materia di tutela dell’ambiente dagli inquinamenti.

Le analisi biologiche del tratto verranno ripetute come da programma durante il 2018, mentre le analisi chimiche effettuate nel corso del 2016 e del 2017 confermano la situazione di criticità dovuta all’eccessivo carico di nutrienti.

Il tratto interessato, scrive Gilmozzi, “risente anche dei prelievi idrici” (come quelli per la centrale di Carzano) che impediscono di fatto una completa diluizione dei nutrienti che arrivano dallo scarico, confermando le preoccupazioni del Consigliere Cia, che con un’altra interrogazione era intervenuto sulla questione dei prelievi idrici.

Nel caso specifico del torrente Ceggio, le misure previste per migliorare la situazione sono il collettamento al depuratore di Villa Agnedo e il rilascio nel corpo idrico di un deflusso minimo vitale adeguato al mantenimento di una portata continua in alveo.

Il Servizio Gestione Risorse Idriche ed Energetiche afferma che per ripristinare un deflusso continuo nel torrente Ceggio, fatta salva la disponibilità idrica del corso d’acqua, si dovrebbero assumere provvedimenti di varia natura, tra i quali “l’aumento in via temporanea dei valori di DMV”.

Per quanto riguarda l’iter di realizzazione dei due tratti di collettore, sollecitato da Cia, viene confermato il completamento della progettazione della dorsale di fognatura nera che consentirà il collegamento con il collettore principale di fondovalle Borgo Valsugana–Villa Agnedo. Viene confermato inoltre che entrambi i collettori Castelnuovo–Telve e Telve–Torcegno sono stati approvati e finanziati con provvedimenti di assunzione della spesa adottati nel corso del mese di dicembre 2017.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dai semi di mela un olio “green” per uso alimentare e cosmetico
    Da assaggiare cruda nell’insalata o cotta nella torta, fino alle bevande con succhi, centrifugati e la versione alcolica, il sidro: le mele sono in assoluto uno dei frutti più versatili nonché sani da utilizzare in cucina. Nonostante la mela sia un frutto quasi completamente commestibile, il residuo di una lavorazione ad uso industriale è il […]
  • Lago Nero e Cornisello: luoghi mozzafiato incastonati tra le Dolomiti di Brenta
    Tra le spettacolari Dolomiti di Brenta è possibile trovare dei paesaggi davvero mozzafiato. Alcuni di questi è possibile immortalarli in Val Nambrone, una diramazione della Valle di Campiglio, che porta alle cime del gruppo della Presanella. Questa zona è famosa soprattutto per i suoi laghi alpini tra cui il Lago Nero ed i laghi di […]
  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]

Categorie

di tendenza