Connect with us
Pubblicità

Trento

Punti nascita: «siamo stufi, Rossi Zeni e Bordon subito a casa»

Pubblicato

-

Nuova bufera sull’assessore della sanità trentina Luca Zeni, invitato a dimettersi un po’ da tutti.

Dopo la sua tacita ammissione da parte dello stesso, della chiusura definitiva del punto nascite di Cavalese, sono arrivate richieste di dimissioni immediate dalle opposizioni, dai sindacati, dai sindaci delle val di Fassa e Fiemme, dall’associazione «parto per fiemme» e soprattutto i cittadini che sono davvero inferociti. 

«Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, autorizzi una deroga temporanea alla soglia dei 500 parti annui per il punto nascite di Cavalese, in provincia di Trento, e ciò al fine di tutelare il bene primario della salute dei cittadini del territorio interessato». Lo chiede in un’interrogazione al ministro della Salute la senatrice di Forza Italia, Elena Testor.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’atto ispettivo, la senatrice forzista spiega la tribolata vicenda del punto nascite di Cavalese e auspica la riapertura del punto nascite per il mese di aprile.

Solo alcune ore prima era toccato ai parlamentari della Lega depositare un’interrogazione dove si chiede se il Ministro della sanità se sia a conoscenza della situazione e se intenda predisporre tutti gli atti al fine di prevedere una deroga alla temporanea assenza delle sale operatorie richieste per il mantenimento in attività del punto nascita di Cavalese, al fine di tutelare il bene primario della salute dei cittadini ed i medici che erano stati assunti in prospettiva di una riapertura del punto nascita ad aprile.

Per Giacomo Bezzi di Forza Italia invece «in un paese normale Ugo Rossi e Luca Zeni si sarebbero già dimessi da un pezzo, per fortuna in ottobre saranno licenziati dai cittadini trentini».

Pubblicità
Pubblicità

Sulla stessa linea anche Claudio Cia di Agire, Manuela Bottamedi di Forza Italia e Walter Kaswalder di Popolari Autonomisti che ieri in una conferenza stampa hanno espresso «profonda indignazione» per come la giunta di centrosinistra autonomista sta gestendo la questione dei punti nascita.

Claudio Cia ha parlato di «situazione dalle sembianze di una commedia tragicomica​, se non fosse avvenuta sulla viva pelle delle donne gravide», e ha confermato che  «Il centrodestra autonomista ha come impegno naturale quello della riapertura dei punti nascita del territorio trentino, a partire da quello di Cavalese, perché non è tollerabile che le donne trentine si ritrovino nel 2018 a dover partorire a bordo strada».

«Se nel corso degli anni non si fosse chiuso il punto nascita dell’Ospedale di Cavalese, come a Cles, – ha spiegato Cia –  nonostante non in possesso di tutte le caratteristiche strutturali richieste ora per Cavalese, si sarebbero potute realizzare le opere progettate pur con l’esercizio in essere del punto nascita. Il punto nascita di Cavalese impersona l’incapacità di programmazione e gestione della sanità trentina in ogni specifica realtà territoriale».

Bordate arrivano anche dall’associazione «Parto per Fiemme» che in una nota diffusa sulla pagina facebook (sotto la locandina) spiegano, dopo aver riassunto tutte le promesse di Rossi, Zeni e Bordon, che «alla luce di quanto esposto e di numerosi altri episodi in linea con la mancanza di efficacia, l’assenza di conoscenza della normativa, la mancata collaborazione con le associazioni impegnate nel reperire e accogliere i professionisti e altri episodi strategicamente discutibili CHIEDIAMO AI NOSTRI AMMINISTRATORI LOCALI E PROVINCIALI DI POSIZIONARSI CHIARAMENTE.

Le soluzioni ci sono sempre state e quando mancavano sono state create con l’aiuto delle associazioni che anno reperito e accolto i professionisti di qualità necessari. ORA QUESTI PROFESSIONISTI SONO SUL PUNTO DI RIPARTIRE DA CAVALESE oppure di dover accettare, come ampiamente previsto da noi nelle precedenti segnalazioni, la maggior parte dei turni su Trento, Rovereto e, se accettano, Cles. A Cavalese rimarrà un’attività ambulatoriale talmente leggera da rendere irrispettoso il fatto stesso di proporla ai medici stessi.

È IL MOMENTO DI CAPIRE CHI LI GIUSTIFICA, CHI LI DIFENDE E CHI NON DICE NIENTE.

Il direttivo di “Parto per Fiemme” 
in collaborazione con numerose associazioni delle Valli di Fiemme, Fassa e Cembra e l’adesione di migliaia di Valligiani».

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Dal camerino digitale alle chat “commessa”: Cambia l’esperienza d’acquisto anche nella moda
    L’arrivo del covid prima e l’emergenza sanitaria poi, sta accelerando un processo e una trasformazione che era più che mai prevedibile, puntando verso diversi cambiamenti, soprattutto quello dell’esperienza d’acquisto. Una direzione inconvertibile in cui molti, tra esperti e protagonisti del settore, stanno cercando di riprodurre le stesse sensazione dell’acquisto vissuto in negozio  provando ad uguagliarlo […]
  • Anche i grandi nomi della moda scelgono la sostenibilità: Prada lancia la nuova linea “Prada Re – Nylon” con plastica ricilata
    I grandi nomi della moda e del lusso si reinventano nella forma e soprattutto nella sostanza facendo della sostenibilità una propria cultura aziendale, impegnandosi verso una moda sostenibile e decisamente più responsabile. Questa è la direzione che ha deciso di prendere Prada, ampliando la sua proposta e introducendo una nuova collezione con del nylon rigenerato per […]
  • Al MART di Rovereto è arrivata la mostra “Caravaggio. Il contemporaneo”
    Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, è un pittore italiano nato a Milano nel 1571 e deceduto a Porto Ercole nel 1610. Questo incredibile autore, che si è formato a Milano e che ha lavorato a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610, ha raggiunto la notorietà nel XX secolo dopo un […]
  • Arriva la crociera “ no where”: navigare in mare aperto senza scali né meta
    Dopo i voli verso il nulla annunciati da diverse compagnie aeree in Asia, ora, per riconquistare la fiducia dei viaggiatori e dei turisti di tutto il mondo arrivano anche viaggi in nave senza destinazione, le crociere “no where”. Si tratta di navigazioni in barca in mare aperto ma senza scali con andata e ritorno e […]
  • Il periodo di quarantena all’estero diventa un’opportunità di turismo: la Norvegia e il suo fascino
    Nonostante un periodo di limitazioni, viaggiare per turismo è diventato un imperativo, esiste infatti chi ha inventato proposte decisamente non convenzionali per trasformare l’attuale situazione di emergenza in una vera opportunità di turismo. Si parla in particolare del “Loften Quartine Tour”, un “pacchetto sicuro” pensato da Quality Group e marchiato da Il Diamante che punta […]
  • A Londra il vecchio taxi cambia stile: a bordo Playstation 4 e Apple TV
    Uno dei simboli della città di Londra, i tipici taxi neri Balck Cab dall’estetica retrò che percorrono le strade della capitale inglese, è stato finemente rivisitato in chiave moderna, realizzandone una versione di lusso ma fedele all’originale. Mantenendo la stessa funzione, un rivenditore di auto di fascia alta, ha realizzato un’edizione premium limitata di alto […]
  • Smart working in camere di lusso:la nuova tendenza è l’ufficio in hotel
    Per molte realtà imprenditoriali Il lavoro remoto sta diventando una soluzione sempre più stabile e di conseguenza si prefigura la necessità di renderlo meno casalingo possibile per preservare sia la produttività e soprattutto gli equilibri famigliari. Il metodo perfetto per conciliare le varie esigenze aumentando il rendimento del lavoratore senza gravare sulla famiglia, è stato […]
  • Pumpkin Spice Latte: le varianti più golose della ricetta più apprezzata durante l’autunno!
    Ideata da Starbucks nel 2003 e definitamente rivisitata nel 2015, la ricetta del Pumpkin Spice Latte è diventata negli anni uno dei must stagionali per quanto riguarda l’autunno. La bevanda, a base di zucca, caffè, latte e cannella, è particolarmente apprezzata negli Stati Uniti ma sta iniziando a farsi conoscere anche nel resto del mondo. […]
  • Botticelli va all’asta: raro dipinto, valore stimato 80 milioni di dollari
    La straordinaria stagione del Rinascimento italiano ammirato da tutto il mondo grazie al domino culturale, economico e sopratutto artistico di quegli anni, attira nuovamente l’attenzione a causa del recente annuncio d’asta di un capolavoro del Botticelli. La nota casa d’Aste Sotheby’s ha infatti comunicato che nel gennaio 2021 verrà messo all’asta un magnifico dipinto del […]

Categorie

di tendenza