Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Scandalo Facebook, Mark Zuckerberg si scusa: “Sono responsabile dell’accaduto”

Pubblicato

-

Il popolare social è accusato di aver ceduto alla società Cambridge Analytica i dati di 50 milioni di utenti che sarebbero poi stati usati per influenzarli a fini elettorale durante la campagna di Donald Trump

Dopo alcuni imbarazzanti giorni di silenzio Mark Zuckerberg alla fine ha chiesto scusa. E lo ha fatto con un post sul suo profilo Facebook, . “Voglio condividere un aggiornamento sulla situazione di Cambridge analytica – ha scritto ieri sera il Ceo di Facebook- compresi i passi che abbiamo già intrapreso e quello che faremo per affrontare questo importante problema. Abbiamo la responsabilità di proteggere i tuoi dati, e se non ci riusciamo, non meritiamo di servirti. Ho lavorato per capire esattamente cos’è successo e come fare in modo che non succeda di nuovo. Ma abbiamo anche commesso degli errori, c’è altro da fare e dobbiamo farlo“.

Il post di Zuckerberg è molto lungo e parte dal 2007, nell’intento – scrive Zuckerberg- di ricostruire una “cronologia degli eventi“.

Pubblicità
Pubblicità

E tocca anche il famigerato 2015, momento in cui la società sarebbe venuta a conoscenza del ‘furto’ di questi dati da parte di Cambridge Analytica e non avrebbe informato gli utenti di quanto stava avvenendo, limitandosi a chiederne la cancellazione alla società americana.

“Nel 2015- si legge nel post di Zuckerberg- abbiamo appreso dai giornalisti del Guardian che Kogan aveva condiviso i dati della sua app con Cambridge analytica. E’ contro le nostre politiche per gli sviluppatori di condividere dati senza il consenso delle persone, quindi abbiamo immediatamente vietato l’applicazione di Kogan dalla nostra piattaforma, e abbiamo chiesto che Kogan e Cambridge analytica certificassero formalmente di aver eliminato tutti i dati acquisiti in modo improprio. Hanno fornito queste certificazioni“.

Ma solo nelle scorse settimane, tramite un’inchiesta del Guardian e e del New York Times, Facebook avrebbe scoperto che quei dati non erano stati cancellati come loro avevano richiesto e come gli era stato assicurato. “La settimana scorsa abbiamo imparato dal Guardian, il New York Times e canale 4 che Cambridge analytica potrebbe non aver cancellato i dati come avevano certificato. Abbiamo immediatamente vietato loro di usare i nostri servizi. Cambridge analytica sostiene di aver già cancellato i dati e ha accettato un controllo forense da parte di uno studio che abbiamo assunto per confermare questo. Stiamo anche lavorando con i regolatori mentre indagano su ciò che è successo”.

Pubblicità
Pubblicità

Zuckerberg non si chiama fuori dal’accaduto. Dice infatti: “E’ stata una violazione della fiducia tra Kogan (il ricercatore universitario americano inventore della app che propone quiz sulla personalità tramite cui i dati degli utenti sono stati carpiti, ndr), Cambridge analytica e Facebook. Ma è stata anche una violazione della fiducia tra facebook e le persone che condividono i loro dati con noi e si aspettano che noi lo proteggiamo. Dobbiamo sistemare le cose”. Ricorda poi, per tappe, quanto fatto negli anni per incrementare la sicurezza su Facebook.

E chiude tornando a chiedere scusa: Ho iniziato a Facebook e alla fine sono responsabile di quello che succede sulla nostra piattaforma. Parlo seriamente di fare ciò che serve per proteggere la nostra comunità. Mentre questo specifico problema che coinvolge Cambridge analytica non dovrebbe più accadere con le nuove app oggi, questo non cambia quello che è successo in passato. Impareremo da questa esperienza per garantire ulteriormente la nostra piattaforma e rendere la nostra comunità più sicura per tutti”.

La conclusione è uno sguardo al futuro: “Voglio ringraziare tutti voi che continuate a credere nella nostra missione e lavorare per costruire questa comunità insieme. So che ci vuole più tempo per risolvere tutti questi problemi di quanto vorremmo, ma ti prometto che ce la faremo e costruiremo un servizio migliore nel lungo termine“.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]

Categorie

di tendenza