Connect with us
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Alessandra Cattoi nuova direttrice della Fondazione Museo Civico di Rovereto

Pubblicato

-

Il Presidente Giovanni Laezza ha annunciato poco fa che sarà Alessandra Cattoi, storica e giornalista, a guidare la Fondazione Museo Civico di Rovereto a partire dal 3 aprile e per il prossimo quinquennio.

La nomina arriva a seguito di un bando di concorso, annunciato lo scorso dicembre e chiuso a fine gennaio, che ha registrato un’alta partecipazione.

Viene confermato il ruolo di Vicedirettore ad Alessio Bertolli, ricercatore della sezione Botanica, che ha accompagnato la Fondazione come direttore facente funzioni in questi mesi di passaggio e che sarà di supporto alla nuova direzione.

PubblicitàPubblicità

Il consiglio di amministrazione ha inoltre ritenuto importante aggiungere una terza nomina, quella di Gionata Stancher, responsabile della sezione Zoologia del museo, che sarà Coordinatore per la ricerca scientifica e affiancherà la nuova Direttora nella gestione delle attività scientifiche e nella cura delle pubblicazioni.

«La scelta del Consiglio di amministrazione è coerente con gli obiettivi che si è posta la Fondazione – sottolinea Giovanni Laezza–  La salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio scientifico e delle collezioni è possibile attraverso la gestione di risorse che devono essere sempre più proprie e recuperate anche nel settore privato. L’esperienza professionale della dott.ssa Cattoi permetterà inoltre alla nostra istituzione di ampliare la propria rete di collaborazioni, anche a livello internazionale».

«Durante questi mesi di collaborazione  -afferma Alessandra Cattoi–  ho avuto modo di constatare il grande potenziale della struttura, le competenze tecniche di chi vi lavora e la motivazione di molti. Il mio obiettivo sarà quello di dare un nuovo slancio al museo e un’impronta più marcata verso progetti innovativi soprattutto in ambito scientifico. Credo che questi siano elementi essenziali per rendere il Museo Civico un luogo di riferimento “vissuto” dalla città e da tutto il territorio provinciale, ma anche più aperto alle collaborazioni scientifiche e di partenariato con le molte realtà simili a livello nazionale e internazionale».

Alessandra Cattoi per molti anni si è occupata di comunicazione e di divulgazione scientifica nel campo della medicina e delle biotecnologie.

Dopo la laurea e la scuola di giornalismo, ha trascorsi alcuni anni all’estero, a Parigi, frequentando una delle più prestigiose Scuole superiori della capitale Francese e successivamente lavorando per un’azienda leader nel settore delle telecomunicazioni. Rientrata in Italia ha lavorando per la University of Pittsburgh Medical Center, maturando una solida esperienza nel campo della comunicazione ed organizzazione di convegni e congressi internazionali in ambito medico e scientifico. È grazie a questo impegno lavorativo che scopre e progressivamente consolida la sua passione per la scienza e per la divulgazione scientifica, coltivata negli anni grazie alle numerose collaborazioni giornalistiche tra cui l’agenzia giornalistica Ansa, il quotidiano il Sole 24 Ore e il settimanale l’Espresso.

Porta con sé anche un ampio bagaglio di competenze a livello istituzionale, avendo lavorato per sette anni al Senato della Repubblica e, successivamente, avendo ricoperto il ruolo di assessora nella giunta comunale di Roma, un’esperienza che le ha permesso di consolidare le sue capacità gestionali e amministrative. Tra le numerose deleghe assegnatele vanno ricordate quelle ai Servizi scolastici, alle Politiche Comunitarie e ai Grandi eventi.

Da novembre 2017 lavora con la Fondazione Museo Civico ed ha assunto il ruolo di direttrice della Rassegna internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto e in pochi mesi ha avviato una serie di collaborazioni con importanti realtà culturali del nostro territorio, ma anche a livello nazionale e all’estero, nell’ottica di aprire gli orizzonti di un evento culturale importante per la città e con grandi potenzialità anche in ambito internazionale.

Pubblicità
Pubblicità

Rovereto e Vallagarina

Marangoni: richiesti 6 mesi di cassa integrazione straordinaria

Pubblicato

-

E’durante un incontro con la Marangoni in Confindustria ieri mattina, pianificato per discutere del business plan aziendale, che i sindacati si sono sentiti dire che lunedì e martedì saranno chiusi i reparti aziendali “core business” , il «mescole» e il «ricostruiti per movimento terra», sia per la settimana in corso che per la prossima.

L’Azienda ha infatti preso la decisione di chiedere l’accesso alla cassa integrazione straordinaria a causa di problemi legati alla liquidità.

Per appianare tali difficoltà i vertici aziendali ritengono necessario ridurre il personale per i prossimi sei mesi.

Pubblicità
Pubblicità

Il problema della mancanza di liquidità con cui l’azienda roveretana si confronta da tempo è scaturito dal ritardato pagamento di una fattura che ha causato un ritardo anche nell’acquisto delle materie prime riducendo di conseguenza il bisogno di manodopera.

La proposta avanzata per appianare la situazione sarebbe quindi di usufruire di 4 giornate di festività che nel 2019 coincidono con le domeniche, lasciando a casa i lavoratori lunedì e martedì della settimana prossima, e lo stesso nella settimana successiva.

L’assessore Spinelli (nella foto)ha confermato che la provincia è pronta ad avviare una cabina di regia per cercare delle soluzioni nel merito

«Oltre alla crisi dei piccoli commercianti del centro storico e della città in generale, – dichiara Alessandro Dalbosco portavoce pentastellato di Rovereto – leggiamo in queste drammatiche ore del nuovo avvicinarsi dello spettro della cassa integrazione per una delle storiche ed un tempo floride industrie di Rovereto: la Marangoni. Nella mera speranza che il fermo momentaneo delle attività di alcuni settori di tale industria, dia il tempo necessario affinché il tavolo delle trattative si possa riaprire contando anche sulla presenza della compagine provinciale nella figura dell’assessore competente, vogliamo esprimere la nostra vicinanza alle famiglie e ai dipendenti Marangoni».

I sindacati nel merito chiedono l‘obbligo morale da parte della Marangoni di fare completa chiarezza sulla situazione, per quindi poter comprendere come intenda gestire questa difficile fase temporale.

Ai quesiti sindacali l’Azienda ha replicato giustificandosi con l’impossibilità di produrre regolarmente e, vista l’assenza di altri strumenti (es. smaltimento ferie arretrate, ecc.), la necessità di fare ricorso per almeno 6 mesi a qualche ammortizzatore.

Inoltre, grazie all’attivazione di uno specifico piano finanziario (recupero insoluti, cessione di “asset”, ecc.), la Marangoni confida di pervenire ad un riequilibrio finanzio, almeno di “cassa”, tale da permettere una regolare produzione.

Mario Cerutti della Filctem CGIL ha precisato: «I colpi di scena sembrano proprio non finire, tra l’altro con una curiosa temporalità e, in tutto questo, la PAT continua a essere la grande assente. Per tale motivo ribadiamo la necessita di una “cabina di regia” della Provincia ma, se non dovesse giungere a breve una disponibilità, porremmo la questione direttamente al MI.SE».

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Nuovo attacco dei Lupi a Marani di Ala, sbranate 3 pecore. Forti preoccupazioni dei residenti

Pubblicato

-

Nuovo attacco di un branco di lupi nella mattinata al pascolo Marani, frazione di Ala.

I lupi hanno aggredito un gregge di pecore.

Le pecore erano custodite in un recinto elettrificato, con rete alta 1.45 metri, fornito dalla Provincia come prevenzione antilupo.

Pubblicità
Pubblicità

Intorno alle 6.30 di questa mattina il branco ha aggredito il recinto, spaventando tutto il gregge, che in preda al panico ha sfondato il recinto per scappare.

Alcuni agnelli sono rimasti schiacciati ed altri incastrati nella rete elettrificata, tre pecore sono state sbranate dai lupi.

Il fatto è accaduto nei vigneti ad una distanza di circa 50 metri dalle case.

Le pecore sbranate sono state trovate ad una ventina di metri dalle case abitate della zona.

La cosa molto preoccupante è l’orario dell’attacco avvenuto al mattino presto in una zona abitata.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Rovereto e Vallagarina

Ala: prolungata la raccolta dei progetti del Piano Giovani

Pubblicato

-

Ci saranno dieci giorni in più utili per presentare una proposta al piano giovani ambra: la scadenza, prevista inizialmente al 21 gennaio, è stata portata al 31.

Il piano quest’anno si intitola “Cre(sci)amo le tue idee”. Il piano Ambra, di cui il Comune di Ala è ente capofila, è uno strumento delle politiche giovanili anche per i Comuni di Mori, Brentonico, Ronzo Chienis e Avio.

L’obiettivo per il 2019 è appoggiare e finanziare progetti che vedano giovani ed adolescenti attivarsi per il loro territorio e la comunità,migliorando la loro realtà.

PubblicitàPubblicità

I progetti potranno avere vari scopi, ad esempio: sviluppare percorsi di tipo culturale, sociale, artistico; formazione civica; conoscenza del territorio; aprire gli orizzonti a collaborazioni con realtà esterne; creare nuove occasioni di incontro e relazione; incoraggiare la progettualità di giovani tra gli 11 ed i 16 anni.

In ogni caso i destinatari delle azioni dovranno essere giovani tra gli 11 ed i 35 anni. Altro obiettivo che il Piano Ambra si è dato è avvicinare i giovani al mondo del lavoro.

I progetti che intercetteranno questi scopi avranno perciò la precedenza; sovracomunalità, innovazione, collaborazioni, fruibilità, attenzione all’ambiente, chiarezza del progetto saranno altri elementi premiati.

Per presentare un progetto si deve compilare il modulo di raccolta idee, presente sul sito del piano giovani e inviarlo direttamente all’indirizzo mail info@pianogiovaniambra.it entro e non oltre giovedì 31 gennaio 2019 (entro le ore 24.00).

Per avere informazioni si possono contattare la referente del Piano giovani A.M.B.R.A. e quella dell’ufficio politiche giovanili del Comune di Mori, anche per avere un confronto preliminare sull’idea.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Iscriviti alla Newsletter

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

Categorie

di tendenza