Connect with us
Pubblicità

Trento

40 mila euro di consulenze esterne per approfondire e aggiornare una legge. Claudio Cia interroga la giunta.

Pubblicato

-

Una delle miriadi di consulenze che la provincia autonoma di Trento esternalizza finirà ora sul banchi della giunta grazie ad un’interrogazione del consigliere provinciale Claudio Cia. 

Sotto le lente d’ingrandimento è finita una delibera che la Giunta provinciale ha firmato in data 12 marzo 2018 abbia deliberato (delibera n. 383) che prevede la spesa di 40 mila Euro per l’ennesima consulenza, sul tema Approfondimento ed eventuale revisione/aggiornamento della LP 32/1990: interventi provinciali per il ripristino e la valorizzazione ambientale delle convenzioni con i soggetti affidatari” a favore dell’Università degli Studi di Trento.

Ricordiamo che in più occasioni i vertici provinciali hanno parlato di “sviluppo del capitale umano” e di valorizzazione delle risorse e del personale interno.

Pubblicità
Pubblicità

«Considero che per approfondire ed eventualmente revisionare/aggiornare tale legge si dovrebbero appunto utilizzare le risorse interne alla PAT, a meno che si ritengano incapaci di assolvere tale lavoro le migliaia di dipendenti occupati nei 225 uffici della PAT (vedasi portale della PAT) fra cui: Direzione generale, Avvocatura, 10 Dipartimenti, 64 tra Agenzie e Servizi, 3 Unità di missioni strategiche, 18 Unità di missioni semplici, 14 Incarichi speciali, senza contare le numerose società controllate e partecipate…»si legge nella premessa del documento di Cia.

Evidentemente però nessun dipendente è stato ritenuto in grado di occuparsene. «Sono convinto che all’interno degli Uffici ci siano, al contrario,  – aggiunge Cia – persone validissime che non sono affatto valorizzate, ma anzi, ignorate: un sistema che se da un lato svilisce i lavoratori, dall’altro produce maggiore spesa pubblica, in questo caso in forma di consulenze esterne. Possibile che l’utilizzo delle risorse interne venga snobbato e si preferisca affidare il lavoro a terzi pagandoli profumatamente, quando l’allocazione delle stesse risorse potrebbe essere differente?»

Secondo il consigliere provinciale di Agire, tra l’ingente numero di dipendenti la PAT, affida a terzi l’approfondimento e l’eventuale revisione/aggiornamento di una legge, vuol dire che il grande apparato amministrativo, seppur elefantiaco e costoso, sia apparente e non funzionale.

Pubblicità
Pubblicità

«Voglio ricordare che il 28 marzo 2013, – conclude Cia – è stata approvata la legge n. 5, intitolata “Controllo sull’attuazione delle leggi provinciali e valutazione degli effetti delle politiche pubbliche”, il cui scopo è appunto quello di verificare lo stato di attuazione delle disposizioni legislative e valutare gli effetti delle politiche pubbliche, ovvero analizzare gli effetti prodotti dalla normativa provinciale, per verificare in quale misura l’intervento pubblico ha determinato i cambiamenti sperati. La citata legge n.5/2013 ha inoltre istituito il tavolo di coordinamento per la valutazione delle leggi provinciali, il cui compito pare essere molto simile a quello per cui è stata conferita la consulenza. L’Università deve essere certo finanziata, ma non con questi pretesti che, a mio avviso, sono lesivi dell’immagine di chi lavora con grande professionalità all’interno della PAT». 

Perché è stato esternalizzato all’Università l’incarico descritto in premessa? Per quale motivo la Giunta Rossi ha ritenuto che nessuna struttura e/o dipendente provinciale fosse in grado di svolgere l’approfondimento e l’eventuale revisione/aggiornamento della LP 32/1990? Per quale motivo non è stato coinvolto il Tavolo di coordinamento per la valutazione delle leggi provinciali? Come giustificare l’esistenza di un Organo legislativo provinciale, supportato da funzionari e dirigenti di ogni sorta, se nessuno sa approfondire, revisionare o aggiornare una legge?

Questi sono i 4 quesiti dell’interrogazione ai quali la Giunta Rossi dovrà rispondere.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti
    Il mondo cambia in fretta, a volte più velocemente di quanto previsto. In questo senso l’arrivo del Covid ha straordinariamente accelerato tutti i processi: da quelli economici, ai naturali fino a quelli lavorativi. Il lavoro... The post Verso la YOLO Economy, rischiare per cambiare lavoro: i motivi e i settori emergenti appeared first on Benessere […]
  • Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli
    Negli ultimi anni gli imprenditori agricoli under 35 sono aumentati del 12%. Per facilitare questa transizione verso la terra esistono possibilità come ISMEA che permette di aiutare, anche economicamente i giovani che scelgono questa strada.... The post Il ritorno alla terra: ISMEA, un bando per agevolare i giovani imprenditori agricoli appeared first on Benessere Economico.
  • Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare
    La svolta crescente dell’online parla anche di risparmio e sostenibilità ecco perché le bollette cartacee sono ormai superate. L’arrivo del digitale ha convertito molti utenti ad entrare nel circuito delle bollette online, pagabili su rete... The post Addio alle buste delle bollette: un trucco per risparmiare appeared first on Benessere Economico.
  • Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco
    L’Agenzia delle Entrate rinforza l’organico e assume due mila “ agenti segreti” per potenziare la lotta all’evasione. Con i fondi del Recovery Fund arriveranno anche nuove assunzioni mirate proprio a rinforzare il campo della lotta... The post Lotta all’evasione: arrivano gli “agenti 007” del fisco appeared first on Benessere Economico.
  • Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy
    Negli ultimi decenni la struttura demografica e sociale dell’Europa e del mondo è cambiata in profondità e questa dinamica continuerà a prestare i suoi effetti anche in futuro. Per questo motivo, le istituzioni comunitarie devono... The post Rivoluzione demografica, la tendenza si sposta verso la Silver Economy appeared first on Benessere Economico.
  • Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni
    Con le esigenze dei Paesi costretti ad evolversi per adattarsi ai tempi e al mondo che si trasforma, il cambiamento climatico diventa un’opportunità di investimento a lungo termine. Un occasione per tutti di cogliere questo... The post Cambiamento climatico come opportunità di investimento: i settori più richiesti nei prossimi anni appeared first on Benessere Economico.
  • Un ponte sottomarino galleggiante: l’incredibile scommessa della Norvegia
    Un tunnel che galleggia a mezz’acqua nel mezzo di un fiordo, con macchine che sfrecciano su entrambe le direzioni e poco sotto un abisso blu profondo oltre mille metri. Si tratta della scommessa della Norvegia, un progetto avveniristico essenziale per superare il principale problema di trasporto nel Paese. Lo studio realizzato da un team di […]
  • E’ consigliabile scegliere letture rilassanti, leggere brutte notizie fa male
    Leggere cattive notizie fa male. L’espressione che descrive la tendenza di continuare a guardare e navigare ossessivamente tra le notizie cattive anche se risultano tristi scoraggianti o deprimenti è stata rinominata dall’inglesismo: Doomscrolling. Il termine è composto da due parole: “doom” che riporta a tutto ciò che è catastrofico e, “ scrolling” si riferisce al […]
  • Le foreste rinascono dai fondi del caffè
    Troppe volte siamo stati abituati a gettare cose che, a differenza dall’aspetto, possono essere davvero utili per le persone, la natura e la vita. Così come risveglia milioni di persone in tutto il mondo, esattamente lo stesso può fare con le foreste: Il caffè o meglio il suo scarto può infatti essere davvero utile per […]
  • Vigilius Mountain Resort, dove purificarsi dallo stress della vita quotidiana
    Niente automobili, nessun rumore, niente stress. Solo natura e pace. Non ci sono strade che portano al Monte San Vigilio, si arriva solo dopo una breve salita in funivia. Qui l’aria sa di larice e di libertà. L’hotel a 5 stelle vigilius mountain resort si accoccola nella natura, diviene tutt’uno con essa, così semplice e […]

Categorie

di tendenza