Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Lupo, Binelli (AGIRE) scrive al Presidente Butterini: «Le Giudicarie sostengano la petizione della Val di Fassa.»

Pubblicato

-

Sergio Manuel Binelli (Agire per il Trentino)

In questi giorni a Canazei è stato annunciato l’avvio di una petizione per chiedere al prossimo Governo nazionale autonomia gestionale riguardo al controllo della popolazione dei lupi; nella Val di Fassa, infatti, i lupi stanno creando molti problemi ai cittadini e di conseguenza è stata lanciata questa raccolta firme nei Comuni Fassani.

A tal proposito, il Coordinatore organizzativo di AGIRE per il Trentino Sergio Manuel Binelli ha scritto una lettera al Presidente della Comunità di Valle delle Giudicarie Giorgio Butterini per chiedere che le Giudicarie sostengano l’iniziativa dei Comuni Fassani: “Mettendo da parte le polemiche – scrive Binelli –  sarebbe importante che la raccolta firme si diffondesse a macchia olio in tutta la Provincia autonoma di Trento, non solo per spirito di solidarietà ma anche perché i lupi non sono una problematica circoscritta solamente a determinate aree locali.

Binelli infatti ha ricordato che l’anno scorso è stata confermata la presenza dei lupi in altri territori come Folgaria e la Val di Non, inoltre verso la fine del 2016 erano stati rilevati “indici di presenza” anche in zone come la Val di Ledro, la Valsugana ed anche la Val Rendena.

Pubblicità
Pubblicità

Questi – prosegue Binellisono i dati forniti dall’Assessore provinciale Michele Dallapiccola (Patt) rispondendo ad un’interrogazione, lo stesso che un mese fa ha criticato duramente la mozione presentata dal cons. prov. Claudio Cia (AGIRE) che impegnava la Giunta provinciale a non rinnovare i progetti sui lupi come il Life WolfAlps e che adesso invece si fa promotore delle istanze dei cittadini”. Poi la stoccata: “ le elezioni provinciali si stanno avvicinando e se da una parte il Presidente Ugo Rossi ha avuto un’illuminazione sulla sicurezza dall’altra l’Ass. Dallapiccola vuole imitare il suo collega altoatesino Arnold Schuler. “

La lettera di Binelli si conclude con l’auspicio che la Comunità di Valle delle Giudicarie sappia coinvolgere al meglio tutti i 25 Comuni che ne fanno parte al fine di sostenere la petizione sui lupi.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Pinzolo – Madonna di Campiglio: ultimati i lavori alla stazione Plaza

Pubblicato

-

Un intervento atteso da tempo e ieri portato a termine da Trentino Sviluppo.

La stazione intermedia di Plaza che collega le piste di Pinzolo a quelle di Madonna di Campiglio vanta ora una struttura moderna e sbarrierata, grazie alla realizzazione di due moderni ascensori e di un magazzino per il parcheggio dei mezzi.

“L’intervento – ha detto Roberto Failoni, assessore all’Artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della provincia autonoma di Trento – risponde ad un’esigenza espressa dal territorio e apre nuove opportunità turistiche per l’intera ski area, con la possibilità di trasporto delle biciclette per l’estate e il completamento dell’offerta invernale. Si tratta di un’opera strategica che siamo, quindi, molto fieri di poter mettere a disposizione di tutti i turisti delle nostre montagne”.

PubblicitàPubblicità

Nuovo importante tassello nel piano di riqualificazione e potenziamento della proposta turistica dell’area di Pinzolo-Madonna di Campiglio. La stazione Plaza, che collega le due località, è stata infatti ristrutturata e completata con l’aggiunta di alcune opere strategiche.

La struttura, di proprietà di Trentino Sviluppo, è stata rinnovata con la realizzazione di due corpi paralleli che accolgono al loro interno sia le scale che due ampi ascensori per l’accesso al piano di imbarco della funivia.

La struttura è stata completata, poi, con un magazzino destinato al deposito dei mezzi e dei materiali. Si tratta di interventi progettati per integrarsi in modo armonico nella struttura già esistente, riprendendone le linee e i materiali, come è evidente dalla listellatura verticale in larice che ne mitiga anche l’impatto visivo.

I lavori hanno preso il via il primo di settembre e si sono conclusi in tempo per l’apertura degli impianti, il 5 dicembre. Sono stati eseguiti dalla ditta Inco Costruzioni Srl. Progettista e direttore lavori è Alberto Iori.

Pubblicità
Pubblicità

L’intervento, è il primo tassello della proposta di riqualificazione e potenziamento della proposta turistica dell’area presentata da Funivie Pinzolo nel Comune di Pinzolo e ha visto un pieno appoggio da parte della Giunta provinciale. L’opera è propedeutica alla realizzazione di nuovi interventi migliorativi dell’area, tra cui la nuova pista invernale da Puza dai Fo (Monte Grual) a Plaza. Per il periodo estivo consente inoltre di strutturare nuove proposte turistiche legate allo strategico settore del cicloturismo estivo.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

È morto giovedì 5 dicembre don Fortunato Caresani. Aveva 79 anni.

Pubblicato

-

È morto giovedì 5 dicembre don Fortunato Caresani. Aveva 79 anni.Originario di Cavrasto, fu ordinato presbitero nel 1966.

Fu vicario parrocchiale a Baselga di Pine (1966-1969), Lavis (1969-1972), Levico (1972-1976); dopo aver studiato all’Università a Padova nella facoltà di Lettere (1976-1980), divenne professore del Collegio Vescovile (1976-1994).

Fu quindi parroco a Fiavè e Ballino (1994-2017), Campo Lomaso, Godenzo-Poia, Lundo, Vigo Lomaso (2010-2017); da ultimo, collaboratore pastorale dal 2017.Da agosto di quest’anno era alla Casa del Clero.  Il feretro da sabato 6 dicembre è nella camera mortuaria di S.Croce del Bleggio, mentre il funerale verrà celebrato a Fiavè oggi lunedì 9 dicembre alle ore 14.30

PubblicitàPubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Ieri a Storo la Festa del Vigili del Fuoco volontari

Pubblicato

-

Un’occasione per fare comunità ma soprattutto per far conoscere l’attività portata avanti dai Vigili del Fuoco di Storo.

Sono stati tante ieri le persone che hanno voluto stringersi attorno ai volontari, visitare la caserma, i mezzi e le attrezzature in dotazione al Corpo, partecipare a una vera e propria festa.

Accolto dal comandante Alessandro Giacco, il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Mario Tonina ha voluto esprimere ai Vigili del Fuoco la vicinanza della Giunta provinciale: “Siete i custodi delle nostre comunità, esempio di responsabilità e senso civico. Grazie alla vostra dedizione portate avanti i valori del nostro Trentino che vedono nel volontariato uno dei punti di forza. I cittadini sanno sempre di poter contare su di voi, sempre pronti ad intervenire quando c’è bisogno. Lo abbiamo visto in modo straordinario con la tempesta Vaia, ma lo vediamo quotidianamente, giorno dopo giorno”.

Pubblicità
Pubblicità

Accanto al vicepresidente Tonina vi erano anche il sindaco di Storo Luca Turinelli, il presidente della Federazione dei Vigili del Fuoco volontari Tullio Ioppi e il consigliere provinciale Alex Marini.

Il pomeriggio di porte aperte alla caserma si è chiuso con la messa celebrata da don Andrea Fava nella Chiesa parrocchiale di San Giovani Nepomuceno a Darzo e quindi con un momento conviviale.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • PubblicitàPubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza