Connect with us
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

Lupo, Binelli (AGIRE) scrive al Presidente Butterini: «Le Giudicarie sostengano la petizione della Val di Fassa.»

Pubblicato

-

Sergio Manuel Binelli (Agire per il Trentino)

In questi giorni a Canazei è stato annunciato l’avvio di una petizione per chiedere al prossimo Governo nazionale autonomia gestionale riguardo al controllo della popolazione dei lupi; nella Val di Fassa, infatti, i lupi stanno creando molti problemi ai cittadini e di conseguenza è stata lanciata questa raccolta firme nei Comuni Fassani.

A tal proposito, il Coordinatore organizzativo di AGIRE per il Trentino Sergio Manuel Binelli ha scritto una lettera al Presidente della Comunità di Valle delle Giudicarie Giorgio Butterini per chiedere che le Giudicarie sostengano l’iniziativa dei Comuni Fassani: “Mettendo da parte le polemiche – scrive Binelli –  sarebbe importante che la raccolta firme si diffondesse a macchia olio in tutta la Provincia autonoma di Trento, non solo per spirito di solidarietà ma anche perché i lupi non sono una problematica circoscritta solamente a determinate aree locali.

Binelli infatti ha ricordato che l’anno scorso è stata confermata la presenza dei lupi in altri territori come Folgaria e la Val di Non, inoltre verso la fine del 2016 erano stati rilevati “indici di presenza” anche in zone come la Val di Ledro, la Valsugana ed anche la Val Rendena.

Pubblicità
Pubblicità

Questi – prosegue Binellisono i dati forniti dall’Assessore provinciale Michele Dallapiccola (Patt) rispondendo ad un’interrogazione, lo stesso che un mese fa ha criticato duramente la mozione presentata dal cons. prov. Claudio Cia (AGIRE) che impegnava la Giunta provinciale a non rinnovare i progetti sui lupi come il Life WolfAlps e che adesso invece si fa promotore delle istanze dei cittadini”. Poi la stoccata: “ le elezioni provinciali si stanno avvicinando e se da una parte il Presidente Ugo Rossi ha avuto un’illuminazione sulla sicurezza dall’altra l’Ass. Dallapiccola vuole imitare il suo collega altoatesino Arnold Schuler. “

La lettera di Binelli si conclude con l’auspicio che la Comunità di Valle delle Giudicarie sappia coinvolgere al meglio tutti i 25 Comuni che ne fanno parte al fine di sostenere la petizione sui lupi.

Pubblicità
Pubblicità

Giudicarie e Rendena

«Note d’estate»: la rassegna chiude con i violini di Yuki Serino e Alina Company

Pubblicato

-

Da mettere in agenda gli ultimi due concerti di “Note d’Estate”, la Rassegna musicale di Scuola Musicale Giudicarie in collaborazione con il Comune di Sella Giudicarie, per due immancabili serate estive all’insegna della musica classica : domenica 18 agosto sarà protagonista la giovanissima stella del mondo violinistico Yuki Serino (foto), martedì 20 agosto il violino di Alina Company con il piano di Stefano Fogliardi, sempre alle ore 21.00 presso la suggestiva Chiesetta di S.Andrea a Breguzzo.

Domenica 18 agosto il penultimo appuntamento con Note d’Estate vede protagonisti giovanissimi talenti nel Concerto “M&M: bambini prodigiosi”. I giovanissimi autori, Yuki Serino al violino solista, Marco Serino al violino, Johanna Wassermann al violino, Sylvia Lanz alla viola, Christian Bertoncello al violoncello, propongono le musiche di Mozart, Mendelssohn, Elgar, Monti.

Entrambi bambini prodigio, Mozart e Mendelssohn sono i due autori che aprono il programma del 18 agosto.

Pubblicità
Pubblicità

Il riferimento alla precocità dei due grandi compositori non è casuale poiché la stella della serata, che interpreterà tra l’altro proprio il primo movimento del Concerto per violino di Mendelssohn è una giovanissima violinista, Yuki Serino, classe 2006.

Nata a Roma, in una famiglia di musicisti, ha iniziato lo studio del violino a 3 anni sotto la guida dei genitori e si è già esibita come solista con l’orchestra in diverse occasioni. A riassumere le parti orchestrali sarà in questo caso il quartetto d’archi capitanato da Marco Serino, padre di Yuki, a sua volta concertista in carriera ed apprezzato membro del famoso complesso “I Musici”. Nel quartetto si intrecciano ancora legami famigliari tra la violinista bolzanina

Johanna Wassermann (una lunga carriera come componente dell’Orchestra Haydn) e la figlia violista Sylvia Lanz, mentre al violoncello sarà Christian Bertoncello.  Dopo Mozart e Mendelssohn il programma prevede pagine diversificate per periodo storico e tipologia, dal Salut d’amor di Elgar alla virtuosistica Czardas di Monti, qui proposta in versione per 2 violini ed archi.

A chiusura della Rassegna “Note d’Estate”, martedì 20 aosto, il concerto “Neobarocco italiano del Novecento” con il violino di Alina Company e il piano di Stefano Fogliardi. Un gradito ritorno per il duo, entrambi interpreti in carriera.

Alina Company, fondatrice e primo violino del Quartetto di Fiesole (premiato al concorso internazionale di Cremona nel 1990 e al Concorso Gui nel 1996) ha  suonato nella maggiori sale da concerto di tutto il mondo e per i più importanti festival, esportando così la gloriosa tradizione del camerismo italiano.

E’ attiva anche come solista e didatta, registra per le reti televisiva italiane ed europee, incide per Frame e per Musikstrasse, nonché per la rivista Suonare News. Stefano Fogliardi è invece pianista trentino diplomatosi al Conservatorio di Trento e artista attivo su numerosi fronti, compresa la ricerca e valorizzazione di repertori poco frequentati.

Particolare la locandina della sera che in luogo del più tradizionale repertorio romantico propone autori del Novecento italiano come Castelnuovo Tedesco, Dallapiccola e Petrassi, nonché brani di Alvaro Company, grande chitarrista ma anche compositore. Una occasione per conoscere lo stile di uno strumentalismo italiano della prima metà del Novecento, ispirato per lo più dall’estetica del neoclassicismo

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Frontale moto – auto a Roncone, grave centauro 35 enne

Pubblicato

-

Ennesimo incidente motociclistico ieri sulla statale 237 del Caffaro all’altezza dell‘hotel Eden a Roncone.

L’allerta ai soccorsi è scattata alle 19.11 e sul posto è intervenuta subito un’ambulanza e l’elisoccorso che si è alzato da Trento.

Lo scontro è stato violentissimo e ha coinvolto un’autovettura condotta da un 51 enne e una moto con in sella un 35 enne.

Pubblicità
Pubblicità

Nello scontro ha avuto la peggio il centauro che è stato elitrasportato al canta Chiara di Trento in codice rosso e in gravi condizioni. 

Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco di Roncone che hanno messo in sicurezza la carreggiata e le forze dell’ordina che hanno ricostruito la dinamica dell’incidente per capire le eventuali responsabilità dei protagonisti.

 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Giudicarie e Rendena

Cappotta e finisce nel bosco, grave 81 enne

Pubblicato

-

È di due feriti, fra i quali uno grave il bilancio dell’incidente avvenuto in località Franc nel comune di Sella Giudicarie ieri poco dopo le 16.00

Un 81 enne insieme ad una donna è finito fuori strada cappottandosi e finendo fra gli alberi del bosco.

I due stavano dirigendosi verso il paese di Roncone ed erano appena partiti dalla loro abitazione quando l’uomo in un tornante ha perso il controllo della propria auto.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto sono arrivate due ambulanze e i vigili del fuoco di Roncone che hanno recuperato l’automobile della coppia.

La donna per fortuna ha riportato solo ferite superficiali, mentre l’81 enne è stato ricoverato all’ospedale di Tione in codice rosso. Le sua condizione sono ritenute gravi.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza