Connect with us
Pubblicità

Sport

Volley, quarti playoff: Verona pareggia la serie, Trento battuta al tie-break

Pubblicato

-

Il match di Verona (foto Trentino Volley)

Anche gara 2 dei quarti di finale playoff finisce 3-2 al tie-break. Stavolta però è Verona che la spunta in casa, 15-13 al quinto set, mentre una settimana fa era stata la Diatec Trentino a imporsi.

Sarà dunque decisiva la terza partita della serie che si giocherà a Trento, alla BLM Group Arena. Domani sarà comunicato se il match sarà fissato sabato o domenica.

La cronaca. Lorenzetti non cambia di una virgola la formazione titolare vista in campo domenica sera al PalaTrento, optando per schierare la sua Diatec Trentino con Giannelli in regia e Vettori opposto, Lanza e Kovacevic in banda, Eder e Kozamernik al centro e De Pandis libero. La Calzedonia Verona si presenta in campo con Spirito alzatore, Stern opposto, Jaeschke e Maar laterali, Mengozzi e Pajenk al centro, Pesaresi libero. L’inizio della partita è spettacolare, perché le due formazioni si alternano costantemente al comando (1-3, 7-5, 7-9) lavorando benissimo in fase di break point. Con gli ace di Lanza ed Eder la Diatec Trentino costringe Grbic al primo time discrezionale (14-12 e poi 15-12). Alla ripresa Verona approfitta di un paio di sbavature degli ospiti per rifarsi sotto (17-16). Trento risponde con un altro ace, stavolta di Vettori per il 21-19, lanciando il rush finale che vede il ritorno della parità a quota 22 (attacco di Stern). I padroni di casa con Jaschke passano a condurre 22-24 e chiudono alla seconda opportunità con lo stesso opposto sloveno (23-25).

Pubblicità
Pubblicità

La Diatec Trentino prova a reagire in avvio di secondo set (5-3 con Kovacevic in evidenza), ma è un vantaggio che dura poco, perché Verona con Pajenk la riprende già a quota sette e poi mette la freccia 8-10. Lorenzetti inserisce Teppan al posto di Vettori per un problema alla caviglia. I gialloblù cambiano marcia con Lanza e volano sul +3 (15-13) e poi su anche sul +4 (17-13) con Kozamernik al servizio. Anche in questo caso Trento si fa riprendere già sul 19-19, prima di trovare però un parziale pesantissimo di 6-2, guidato da Lanza e Eder, che consente agli ospiti di impattare il computo dei set sul 25-21.

La contesa riparte sul filo dell’equilibrio nel corso della terza frazione, in cui la Diatec Trentino prova ad accelerare subito (6-4) prima di essere ripresa e superata dalla Calzedonia (7-10). La squadra di Lorenzetti vacilla, ma poi si riprende arrivando sino al 13-13 anche grazie a cinque errori quasi consecutivi degli scaligeri. Si torna a quindi a giocare sul punto a punto sino al 20-20, poi con Teppan gli ospiti vanno sul +3 (23-20) e difendono con lo stesso opposto estone il vantaggio sino al 25-23.

Verona con le spalle al muro, prova a scappare alla ripresa delle ostilità (5-7), ma Trento non ci sta e con Kovacevic e Lanza arriva in fretta alla parità (10-10). Il match prosegue sul filo dell’equilibrio in questo quarto set sino al 16-16, poi Pajenk affonda il colpo (16-18) che Verona difende sino al 20-22 per meriti specifici di Stern (attacco e muro). La Diatec Trentino col servizio di Kozamernik ed il muro di Eder (su Pajenk) raggiunge la parità di nuovo a quota 23, ma poi nel finale spreca l’occasione per chiudere i conti (Kovacevic murato da Stern e pipe di Lanza out), lasciando il punto del 2-2 agli scaligeri (24-26).

Il tie break vede la Calzedonia tentare la fuga già sul 3-5, poi ulteriormente incrementata sul 6-9. I trentini provano a forzare i colpi per risalire la china ma incappano sovente in errori diretti (7-11) che spianano la strada agli avversari verso la terza ed ultima gara della serie (13-15).

Pubblicità
Pubblicità

Calzedonia Verona-Diatec Trentino 3-2
(25-23, 21-25, 23-25, 26-24, 15-13)
CALZEDONIA: Mengozzi, Spirito 2, Jaeschke 17, Pajenk, 8, Stern 23, Maar 16, Pesaresi (L); Birarelli 3, Marretta 1, Frigo (L). N.e. Paolucci, Magalini, Grozdanov. All. Nikola Grbic.
DIATEC TRENTINO: Lanza 16, Eder 7, Giannelli 3, Kovacevic 16, Kozamernik 13, Vettori 4, De Pandis (L); Chiappa (L), Hoag, Teppan 11, Zingel. N.e. Cavuto e Partenio.  All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Cesare di Roma e Puecher di Padova.
DURATA SET:  30’, 29’, 32’, 33’, 21’; tot. 2h e 25’.
NOTE: 3.712 spettatori, incasso non comunicato. Calzedonia: 15 muri, 1 ace, 24 errori in battuta, 7 errori azione, 43% in attacco, 35% (16%) in ricezione. Diatec Trentino: 2 muri, 10 ace, 22 errori in battuta, 17 errore azione, 39% in attacco, 45% (14%) in ricezione. Mvp Maar.

Pubblicità
Pubblicità

Sport Trentino

Dolomiti Energia Trentino, martedì sera (ore 20.00) alla BLM Group Arena torna la Virtus Bologna nel Round 3 di Top 16

Pubblicato

-

I bianconeri nel terzo turno della seconda fase di 7DAYS EuroCup ospitano l’ambiziosa Virtus Bologna di Milos Teodosic e coach Djordjevic: palla a due alle 20.00, biglietti in vendita su aquilabasket.vivaticket.it e presso l’Aquila Basket Store.

Lo scorso 5 gennaio in una BLM Group Arena sold-out andava in scena una delle più intense partite della stagione: Dolomiti Energia Trentino e Segafredo Virtus Bologna nell’ultimo turno di regular season in campionato hanno dato vita a 40′ di intensità ed emozioni, con i padroni di casa a rimontare dal meno 19 fino a sfiorare il colpaccio. Entusiasmante la “sfida nella sfida” tra un Ale Gentile da 22 punti e 4 su 6 da tre e un maestoso Milos Teodosic che ha chiuso la sua prima volta contro Trento con 30 punti (16 nel solo ultimo quarto).

L’occasione quindi è ghiotta: tentare l’impresa contro una big europea per rilanciarsi anche nella classifica del gruppo E di Top 16 in 7DAYS EuroCup.

Pubblicità
Pubblicità

Compreso quello già citato, sono nove i precedenti fra le due squadre da quando Trento è arrivata in Serie A: il bilancio complessivo è di 5-4 in favore della Dolomiti Energia, che è alla terza sfida “europea” contro una squadra italiana. Fino a questo momento, solo successi per i bianconeri contro altre squadre italiane in EuroCup: doppia W contro Reggio Emilia nelle Last 32 del 2015-16, e nello stesso anno vittoria all’andata e al ritorno contro Milano per eliminare le scarpette rosse e qualificarsi ad una storica semifinale di EuroCup.

L’altra sfida del gruppo E di Top 16 va in scena a Istanbul, dove sempre martedì con palla a due alle ore 18.15 italiane si sfidano Darussafaka Istanbul(1-1) e la capolista Partizan Belgrado (2-0).

Le altre due italiane impegnate in 7DAYS EuroCup: Venezia (1-1) gioca ospite del Promitheas Patrasso (1-1) martedì alle 18.15, Brescia (1-1) invece il giorno seguente ospita Oldenburg (1-1) in un altro match chiave per delineare i valori di un girone equilibratissimo (palla a due mercoledì alle 20.30).

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Basket serie D: risultati clamorosi e classifica rivoluzionata. Virtus Altogarda in testa

Pubblicato

-

Nella foto Riccardo Frattarelli: ieri contro il Gardolo 18 punti + 7 rimbalzi

Alla seconda giornata del 2020 del campionato di serie D, cambia la classifica.

La Virtus Riva vince lo scontro diretto con Gardolo, il Cus Trento perde a sorpresa in casa con l’Audace Pergine e così la Gardascuola Virtus Altogarda si porta al primo posto alla pari del Gardolo.

Mentre il Cus Trento scivola al secondo posto dov’è raggiunto dal Gs Riva che ha battuto non senza difficoltà, Paganella Lavis.

Pubblicità
Pubblicità

Cambiamenti anche in coda, dove il Basket Pergine abbandona l’ultimo posto dopo aver vinto lo scontro diretto con l’Europa Bolzano.

Muove la classifica anche il Psg Villafranca che ha battuto in volata lo Junior Basket Rovereto.

Risposa il Piani Bolzano che non ha potuto prendere parte alla rivoluzione della classifica.

Vediamo i protagonisti di questa undicesima giornata.

Pubblicità
Pubblicità

In Cus Trento – Pergine Audace, in evidenza per il Cus Covi che con 28 punti è stato il miglior realizzatore dell’incontro e per Pergine Lucchini ( 18 punti) e Paladino (14). Per la prossima giornata, prima del girone di ritorno, decisamente interessante la partita che sarà giocata tra Gs Riva e Piani Junior Bolzano.

Curiosità anche per Cus Trento – Junior Basket Rovereto che dovrebbe essere l’occasione del riscatto per la squadra allenata da coach Jakovljevic: anticipo a giovedì 23 gennaio.

RISULTATI: Tecnisan Gs Riva – Paganella Lavis 71 – 64. Europa Bolzano – Basket Pergine 72 – 77. Cus Trento – Pergine Audace 72 – 77 d.ts. Psg Villafranca – Junior Basket Rovereto 77 – 74. Garda Scuola Virtus Altogarda – Franceschi Eurocar Gardolo 68 – 67.

CLASSIFICA: Gardascuola Virtus Altogarda e Franceschi Eurocar Gardolo 16. Tecnisan Gs Riva e Cus Trento 14. Piani Junior 12. Pergine Audace 10. Junior Basket Rovereto e Paganella Lavis e Psg Villafranca 8. Basket Pergine 2. Europa Bolzano 0. Gs Riva e Junior Basket Rovereto una partita in meno.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Sport Trentino

Pallamano Pressano: esonerato Andreasic

Pubblicato

-

Prima che la stagione sia compromessa, il direttivo del Pressano ha deciso di esonerare l’allenatore Andreasic che aveva firmato in estate per sostituire Dumnic.

Da giocare c’è ancora la Final Eight di Coppa Italia dove al primo turno, i gialloneri affronteranno un non insuperabile Fasano; mentre resta ancora concreta la possibilità di qualificazione ai play off.

Purtroppo Andreasic non è mai riuscito a dare personalità alla squadra che solo a tratti si è espressa ad alti livelli.

Pubblicità
Pubblicità

Eppure i giocatori validi ci sono e non per nulla l’obiettivo di inizio stagione era quello di entrare a far parte del gruppo delle prime cinque squadre del campionato.

La difesa che era l’arma vincente dei campionati scorsi, è venuta meno e le imprecisioni in attacco sono costate care in più di un’occasione.

Ad Andreasic era stato chiesto non tanto di lanciare un progetto, quanto di ottenere il massimo da giocatori esperti e da giovani promettenti: per entrambi era necessario un salto di qualità per migliorare i risultati delle passate stagioni.

Purtroppo l’idea tecnica è fallita ed ora si cerca di dare una scossa alla squadra con l’arrivo di un nuovo allenatore che sarà ufficializzato in giornata.

Pubblicità
Pubblicità

Di certo sarà un accordo che durerà solo fino a fine campionato e che dovrà pesare il meno possibile sul bilancio della società.

E’ altrettanto evidente che tutti gli allenatori che potrebbero interessare al Pressano, sono accasati e l’impressione è che possa prevalere una scelta interna, comunque gradita ai giocatori.

Quello di Andreasic è il primo esonero dell’allenatore nella storia della società giallonera.

Il tecnico Neven Andreasic era stato esonerato anche il 23 aprile del 2019 dal presidente dell’Oderzo Gigi Balzano

 

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza