Connect with us
Pubblicità

Io la penso così…

Fusione o non Fusione ?? Quale dilemma a Dro, nemmeno la maggioranza ne sa nulla.

Pubblicato

-

Egregio Direttore,

Sembra che le recenti elezioni politiche nazionali abbiano dato una forte scossa anche alle vicende locali piuttosto stagnanti sul tema delle fusioni tra comuni: il Sindaco ex senatore Fravezzi e il suo collega di Drena hanno improvvisamente messo da parte tutta l’urgenza dei mesi scorsi, inviando una “lettera segreta” (così la definisce il PD di Dro, non noi!) a vari indirizzi della Provincia per spostare la replica del referendum a data da destinarsi.

Il Sindaco di Arco prende in mano la situazione e dichiara che farà la fusione con chi ci sta. Il Pd di Dro esce tardivamente dal letargo e chiede lumi al “suo” Sindaco, lamentando di non esser stato nemmeno informato: ma la letargia lo porta a rimanere l’ultimo strenuo difensore dell’urgenza del referendum per la fusione con Drena, quando per i due sindaci ora l’impellenza è tutta un’altra. Siamo fiduciosi che nei prossimi giorni ci illumineranno per farci comprendere l’urgenza di fermare l’urgenza.

Pubblicità
Pubblicità

Alcune domande al PD di Dro: ma dove eravate quando il Sindaco fissava l’obiettivo sbagliato di rifare il referendum? Perché avete condiviso la fretta e l’urgenza di predisporre una nuova consultazione popolare dopo un pronunciamento netto della cittadinanza? Perché avete creduto alla frottola che l’elettorato volesse questa nuova consultazione, trascurando il fatto che l’elettore sa quando e come votare e quando stare a casa? Perché vi lamentate ora di non esser stati coinvolti, dimenticando che Fravezzi ha sempre fatto così su tutte le questioni? Davvero vi aspettate che Fravezzi risponda alla vostra giusta obiezione sulla inconsistenza del “rischio rigetto”?

La sensazione che lasciate è che la vostra presa di posizione sia non solo tardiva, ma anche poco convinta e quindi durerà il tempo di farvi nuovamente convincere.

Francamente però dobbiamo dire che mentre il Pd almeno un timido segnale lo ha dato, le altre forze politiche sono nel silenzio più assordante.

Pubblicità
Pubblicità

Qual è la posizione del Partito autonomista?

E soprattutto dov’è l’opposizione della Lega? Continueranno i cittadini a vedere questa strana obbedienza o l’unico consigliere rimasto si deciderà a battere un colpo, dicendo qualcosa di preciso al proprio elettorato?

Pubblicità
Pubblicità

Perché bisogna capire che la situazione evolve velocemente e la proposta di creare finalmente un Comune Unico rappresentativo dell’intero Basso Sarca non è poi così distante.

I fatti oggettivi sono molti: a causa dei pasticci dei due sindaci da una parte si è bruciata l’ipotesi della “fusione ristretta” (Dro – Drena), ma si è aperta a Drena la prospettiva della fusione più larga con Arco. Questo pensiero si fa largo nella cittadinanza di quella comunità, così come in tutta la sua minoranza consigliare, ma anche tra parti della maggioranza. Lo stesso valga per Dro, dove il ns Movimento è da tempo convintamente aperto a tale prospettiva e sentiamo che tra i nostri Cittadini l’ipotesi acquista ogni giorno maggiori simpatie; per altro il parere favorevole ci giunge anche da diversi consiglieri di comuni limitrofi.

Ricordiamo la mozione presentata dai consiglieri di Arco del Movimento 5 stelle di Arco e votata all’unanimità dal consiglio comunale il 18.09.2017.

Resta aperta la partita con gli altri comuni alto-gardesani, ma siamo convinti che una decisa azione della parte alta della valle avrebbe effetti a cascata anche in quelle realtà. Se tutti e 7 i comuni si unissero, com’è auspicabile e sciocco non farlo, avremmo un totale di circa 50.000 abitanti, vuol dire diventare il secondo comune in Trentino ed il primo per PIL.

Certo, siamo consapevoli che questa trasformazione comporta rischi e difficoltà, soprattutto a livello della gestione del territorio, del rispetto per le istanza particolari di ogni paese, piccolo o grande che sia, della trasformazione dell’organizzazione istituzionale, ecc. Certo si taglierebbero 5 consigli comunali e un numero congruo di assessori, segretari comunali, … Certo si dovrebbe ridefinire il ruolo della comunità di valle.

Non siamo sprovveduti o visionari. Abbiamo ben presente la situazione odierna e sappiamo che i tempi sono ormai maturi per il cambiamento. Ci sono uomini lungimiranti e di buona volontà pronti a realizzare finalmente qualcosa di concreto , svincolato dalla vecchia maniera di fare politica, partendo dal basso, sapendo raccogliere le necessità dei Cittadino e tenerne conto, realmente e non per mera propaganda personalistica.

“Partire dal basso” dunque, dal coinvolgimento da subito e in tutte le varie fasi dei cittadini. Deve essere un processo partecipativo reale, senza assemblearismi, ma con la vicinanza e l’ascolto continuo delle istanze delle comunità. E quindi referendum: o referendum proposto dai consigli comunali, o referendum a cura di un Comitato di Cittadini.

Avremo così il reale sentire della Gente che deciderà di un argomento così delicato e importante per il futuro economico e territoriale.

E’ il tempo di scelte coraggiose e lungimiranti: così deve essere la vera politica. Abbiamo una sola valle e non possiamo più permetterci di sprecarla.

Movimento 5 Stelle Dro

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]

Categorie

di tendenza