Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Violenze sessuali e maltrattamenti su una giovane bambina di Cernobyl. Arrestata 60 enne originaria di Cles.

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

È originaria di Cles in val di Non,  Adriana Deromedi, la donna 60 enne, responsabile delle violenze sessuali e dei maltrattamenti su una giovane bambina di Cernobyl.

La povera bambina dopo aver subito il disastro di Cernobyl e un grave incidente stradale molti anni fa, è stata pure raggirata anche dalla stessa famiglia di Castrocaro Terme che la ospitava quando lei era una delle bambine bielorusse che ogni estate passano un periodo in Italia nell’ambito del progetto di accoglienza delle piccole vittime delle radiazioni.

Tanti furono i forlivesi ad ospitare bambini sfortunati colpiti dalla nube terribile che si sprigionò dalla centrale nucleare di Chernobyl.

Pubblicità
Pubblicità

La notizia viene riportata oggi sul sito d’informazione  di Romagna uno che sta seguendo in modo approfondito il caso balzato alla cronaca su tutti i media nazionali.

Il 29 maggio del 2014 fu investita da un vecchio camion sulla via Firenze a Forlì mentre era in bicicletta e stava rientrando nella casa di San Varano dove all’epoca la famiglia che la ospitava abitava. Solo dopo, coi soldi del risarcimento di oltre 2 milioni, i coniugi comprarono una villa a Castrocaro Terme che ora è stata sequestrata.

Loro erano la coppia che la ospitava ogni anno, che avrebbe dovuto aiutarla e accoglierla e che, secondo quanto risulta dalle indagini della Squadra Mobile di Forlì che questa mattina all’alba ha arrestato entrambi, l’hanno appunto maltrattata, e, secondo le accuse, le hanno usato violenza sessuale e poi hanno ordito una truffa per sottrarle il denaro dell’assicurazione, assegnatole dopo l’incidente.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo ha 71 anni, la donna 60 ed è originaria di Cles nella Val di Non in Trentino. La coppia e’ stata arrestata dalla Polizia con l’accusa di aver maltrattato e violentato una ragazza di Chernobyl fin dall’eta’ di dieci anni e per appropriazione indebita e truffa di 2,1 milioni di euro.

L’incidente le ha causato un’invalidità dell’80% e la cifra che l’assicurazione le ha assegnato è di 2.120.000 milioni di euro. Le indagini della Squadra Mobile di Forlì, del dirigente Mario Paternoster coordinate dalla Procura di Forlì col reggente Filippo Santangelo, hanno fatto luce sul piano diabolico della coppia che voleva appropriarsi dell’intera somma liquidata a titolo di risarcimento, senza averne alcun titolo giuridico, e col totale controllo di ogni aspetto della vita della ragazza.

Il giudice ha deciso di mettere sotto sequestro un’immobile a Dres, frazione di Cles, di proprietà del ramo materno di Adriana Deromedi, su cui i coniugi avrebbero fatto una serie di consistenti interventi col denaro dell’assicurazione, e due conti correnti aperti presso un istituto bancario trentino.

Alla ragazzina erano state fatte firmare delle deleghe per la gestione del denaro. I maltrattamenti subiti sarebbero emersi quando questa ha avuto il coraggio di denunciare la sua situazione, con un bigliettino consegnato ad una assistente sociale.

La squadra mobile di Forlì poi si è occupata delle indagini, scoprendo anche la truffa. Le accuse sono di maltrattamenti, truffa, circonvenzione d’incapace, e per l’uomo, anche di violenza sessuale. denunciata per circonvenzione d’incapace anche la figlia 24enne della donna. Ora le accuse dovranno essere dimostrate in tribunale.

 

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento2 giorni fa

Trovate dai cani antidroga centinaia di dosi nascoste nelle piazze di Trento: 30 denunce nello scorso week end

Trento1 giorno fa

«Via da Trento per la paura»: la storia di Patrizio e Ivana emigrati felici in Slovenia

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Tragico incidente nella notte a Isera, perde la vita un 21 enne di Avio

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Mamma orsa in giro con i cuccioli a Spormaggiore – IL VIDEO

Trento5 giorni fa

Rischia di travolgere i bambini, bloccato dai genitori: «Sono soggetto alla 104, non possono farmi nulla»

Rovereto e Vallagarina6 giorni fa

Noriglio in mano alle baby gang e al degrado. La denuncia di Andrea Bertotti

Trento1 settimana fa

Tutti animalisti con gli orsi degli altri

Trento1 settimana fa

Mega rissa tra stranieri in centro storico nella notte – IL VIDEO

Valsugana e Primiero3 giorni fa

Imer, cane da conduzione attaccato dai lupi

eventi1 settimana fa

Miss Italia: è Eleonora Lepore di San Candido «Miss Schenna»

Val di Non – Sole – Paganella1 settimana fa

Per ferragosto a Cles quattro giorni di eventi ‘fantastici’

Trento5 giorni fa

Vittoria De Felice contro il PD Trentino: «Partito borghese che non vede i veri problemi della gente»

Fiemme, Fassa e Cembra5 giorni fa

Miss Italia torna a Moena: la reginetta è Giulia Barberini. Eletta anche la Soreghina 2023

Trento1 settimana fa

Morì durante una pratica sadomaso a Trento: assicurazioni condannate a risarcire la famiglia

Rovereto e Vallagarina1 settimana fa

Ritrovato dopo due giorni il corpo di Willy, il ragazzo annegato nel lago di Lavarone

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza