Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

A Cavedago ritorna il “Trato marzo”

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Dopo due anni di pausa ritorna a Cavedago, in altipiano della Paganella, il “Trato marzo”, un’antica tradizione popolare che inaugura l’arrivo della primavera e saluta la fine dell’inverno.

Una tradizione che un tempo era diffusa in tutto il Trentino, ma che oggi è legata solo ad alcune zone del Trentino come la val di Cembra e la val Rendena. Accantonata negli ultimi due anni, la cantilena in dialetto trentino del “Trato marzo su questa terra…” ritorna a Cavedago, giovedì sera, primo marzo 2018.

Come vuole la tradizione, la cantilena del “Trato marzo” deve essere recitata in un’altura sovrastante il paese, ovvero nel bosco sul monte Dorech di Cavedago in un punto particolare che fa eco in tutto il paese.

Pubblicità
Pubblicità

La ricorrenza consiste nell’accendere un falò, stare intorno ad esso ed urlare con l’aiuto di un megafono, la cosiddetta “rimela de le pute”, una filastrocca che accoppia scherzosamente ragazzi e ragazze del paese.

Il tutto è accompagnato dal suono del corno che riecheggia nel silenzio della sera per essere sentito in tutto il paese. Una volta passati in rassegna i giovani del paese vengono anche accoppiate le frazioni e, a volte, anche le montagne circostanti in un clima generale di divertimento e di tradizione popolare.

Il “Trato marzo” è un antico rito che si diffuse in tutto il Trentino e anche in altre regioni dell’arco alpino, come in Tirolo, Carnia e nel Veneto. Un rito di origine pagana che si ricollega alle feste celebrate nell’antica Roma alle calende di marzo, mese che apriva l’anno romano. Un tempo erano tre le sere che caratterizzavano il “Trato marzo”, oggi è stato ridotto ad una sera, quella per l’appunto del primo marzo.

Pubblicità
Pubblicità

Il rito del “Trato marzo” a seconda delle zone del Trentino si differenziava nella filastrocca e anche negli accoppiamenti, ma rimaneva la caratteristica recitazione delle strofe con megafoni di legno o elettrici.

Tradizionalmente i protagonisti sono i coscritti dell’anno, i giovani giunti alla maggiore età, per i quali il “Trato marzo” si configura come una sorta di rito di passaggio. Fin dalla prima metà del ‘600, questo rito è stato denunciato e proibito dalle autorità politiche e giudiziarie del Principato vescovile di Trento per le sue caratteristiche sarcastiche ed irriverenti.

Malgrado i divieti, la tradizione si è fortemente radicata nel territorio trentino, tanto che esiste un’ampia letteratura a riguardo e il “Trato marzo” è stato inserito nelle schede di catalogazione dell’APTO – l’Archivio Provinciale della Tradizione Orale – come tradizione popolare trentina da tramandare e ricordare.  Oggi questa usanza è meno radicata sul territorio, ma ancora oggi in alcune zone del Trentino viene mantenuta e ricordata.

A Cavedago la tradizione del “Trato marzo su questa terra…” ritorna giovedì primo marzo 2018. L’appuntamento è per le ore 20.30 in piazza S. Lorenzo a Cavedago – altipiano della Paganella – per ascoltare i coscritti del 2000 e del 1999 nella recita de la “rimela de le pute” dalla località Dorech di Cavedago. Il tutto sarà accompagnato da tè e brûlé per tutti.

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento6 ore fa

Giovedì 7 luglio a Pergine la grande festa per i 10 anni di Aluray

Val di Non – Sole – Paganella6 ore fa

Val di Sole: volano per 50 metri in una scarpata, miracolati

Giudicarie e Rendena6 ore fa

Frana sulla ss 421 tra San Lorenzo in Banale e Nembia, strada chiusa

Giudicarie e Rendena6 ore fa

Salvato dal soccorso alpino sul ghiacciaio della Vedretta degli Sfulmini

Piana Rotaliana7 ore fa

Mezzolombardo, un aiuto ad anziani e persone in difficoltà per lo smaltimento dei rifiuti: l’ultima proposta del consigliere Giorgio Devigili

Trento8 ore fa

Fugatti: “Risorse umane centrali per l’attuazione del PNRR”

Trento9 ore fa

Distretto Trentino Digitale 2026, Spinelli: «Nel documento le azioni della Provincia sul digitale, anche con le risorse PNRR»

Arte e Cultura9 ore fa

Il rinoceronte tra passato, presente e futuro: l’ombra dell’unicorno

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Dalla Polonia a Cles grazie al gemellaggio con il Liceo Russell

Trento9 ore fa

Avviato il progetto “spazzino di quartiere” con la sperimentazione a Gardolo

Trento9 ore fa

La mostra sull’Autonomia diventa itinerante

Trento9 ore fa

Coronavirus: 565 contagi e rianimazioni vuote nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento11 ore fa

Kanova Playground, domani alle 18 l’inaugurazione del rinnovato campo di pallacanestro

Trento12 ore fa

Via libera alla riforma delle Comunità di Valle, Gottardi: «Una riforma che rimette al centro i Comuni e i Sindaci»

Valsugana e Primiero12 ore fa

Al Pergine Festival, il femminile senza tempo della “Penelope” di Martina Badiluzzi

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 99 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. Calano i ricoveri

eventi3 settimane fa

Dal 17 al 26 giugno tornano a Trento le Feste Vigiliane

Valsugana e Primiero3 settimane fa

Sbanda, va in contromano e rischia di scontrarsi con altre auto prima di entrare in statale – IL VIDEO

Trento2 settimane fa

Coronavirus: 267 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Alto Garda e Ledro3 settimane fa

Stop alla viabilità a Riva del Garda: si girano le scene di un film americano

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 166 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Politica3 settimane fa

Referendum, vittoria dei sì ma niente quorum. Amministrative: nei grandi comuni avanti il centro destra

Telescopio Universitario3 settimane fa

UniTrento: da vent’anni il mondo fa tappa qui

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 49 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino con nessun positivo al molecolare

Trento3 settimane fa

Attimi di paura alla stazione delle corriere di Trento!

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Trovato morto in piscina Stefano Lorenzini di Levico Terme

Le Vignette di Fabuffa4 settimane fa

Il 51% degli adolescenti italiani non capisce un testo scritto. Una scuola che fa acqua da tutte le parti

Società4 settimane fa

L’impresa di Melissa Mariotti tra lavoro in Germania e progetti turistici in Valbrenta

Politica2 settimane fa

L’abbraccio mortale col PD affonda definitivamente il M5stelle

Italia ed estero3 settimane fa

Crolla un ponte sospeso durante l’naugurazione: 25 feriti – IL VIDEO

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza