Connect with us
Pubblicità

Alto Garda e Ledro

Marco Boni, senza esito la segnalazione in Val di Ledro

Pubblicato

-

Le ricerche di Marco Boni, 16enne scomparso a Riva del Garda il 16 febbraio, si sono spostate in Val di Concei dove è stata ritenuta verosimile una delle segnalazioni arrivate lo scorso fine settimana.

Una delle piste seguite ha subìto un rallentamento a causa del maltempo, ovvero quella riguardante una possibile caduta nelle acque del lago di Garda sotto la zona del bastione e il sentiero del ponale, dove il ragazzo è stato anche inquadrato dalle telecamere. Difficile, infatti immergersi con le acque mosse dal vento e le basse temperature.

La segnalazione di Marco in Val di Concei è stata fatta da una donna, la signora Helen Santi, che ha fornito molti particolari corrispondenti all’abbigliamento e all’aspetto del ragazzo ritratto nelle foto diffuse dalla polizia.

Pubblicità
Pubblicità

Le ricerche sono così passate in Val di Ledro dove si sperava di trovare qualche pista concreta grazie ai cani molecolari. Questi ultimi però non hanno dato nessun segnale positivo, infatti non hanno trovato nessuna traccia concreta da seguire.

A questo punto qualcuno parla addirittura di sensitivi, medium, maghi e quant’altro, che si sarebbero fatti vivi con la Questura di Trento per dare una mano a ritrovare Marco. Il caso ha avuto un’eco nazionale ed è un’ottima fonte di pubblicità.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza