Connect with us
Pubblicità

Trento

Il banchiere cattolico Ettore Gotti Tedeschi non ha dubbi: «o l’Europa cambia, o va incontro alla rovina»

Pubblicato

-

Mentre il dibattito è strozzato dalle semplificazioni, per cui una certa vulgata definisce “antieuropeista” tout court chiunque metta in luce le profonde criticità presenti nell’odierna Unione Europea, un uomo con esperienza internazionale come Gotti Tedeschi – ospite alcuni mesi orsono, a Trento, di Civica Trentina -, in un articolo pubblicato sul sito dell’associazione Libertà e persona, si richiama ad un trentino come Alcide De Gasperi, per ricordare che l’Europa di oggi non è certamente quella che lui avrebbe voluto.

E neppure quella che sognavano gli altri padri fondatori, Konrad Adenauer e Robert Schuman. La loro Europa, scrive Gotti Tedeschi, voleva essere sussidiaria ai singoli paesi componenti, al fine di valorizzarne le identità e risolverne i problemi”, e non una realtà “governata egoisticamente e accentratamente da una Bruxelles qualsiasi fatta da burocrati influenzata dagli stati dominanti”, Germania e Francia in primis.

Queste elezioni sono dunque per Gotti Tedeschi un’ occasione da non perdere per mettere all’angolo chi ha svenduto la sovranità del nostro paese, da Mario Monti a Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, nella speranza che un’ Italia meno servile, in collaborazione con i paesi dell’est, critici verso il dirigismo senz’anima di Bruxelles, possa imporre una sterzata all’intera Unione Europea.

Pubblicità
Pubblicità

Perchè è evidente che non si può risolvere tutto con gli slogan e con le invettive contro i cattivi “populisti”. Sia perchè certe etichette sono sciocche a prescindere, sia perchè lo scontento di milioni di persone non può essere ignorato maledicendolo o screditandolo a parole, ma andando alle sue cause.

Se oggi cresce il divario tra paesi forti e paesi deboli all’interno dell’Ue, e quello tra ricchi e poveri, anche all’interno dei paesi più potenti, significa che ci sono un po’ di cosette che non vanno bene.

L’Europa di oggi – figlia di politiche neoliberiste aggressive, le stesse che in tutto Occidente permettono a sole 8 persone (Bill Gates, Jeff Bezos, Warren Buffett…) di possedere una ricchezza pari a quella di metà della popolazione mondiale-, può piacere moltissimo a chi, magari pieno di soldi e privo di radici e di famiglia, vive tra Londra, Roma e Parigi viaggiando in aereo in I classe e frequentando il bel mondo della borghesia cosmopolita dominante. Ma per la maggioranza delle persone l’Italia sta diventando un paese che non offre futuro alle nuove generazioni, con poca sicurezza e nessuna prospettiva.

Pubblicità
Pubblicità

L’EUROPA DEI FONDATORI – Cosa avrebbero voluto, per tornare alle parole di Gotti Tedeschi, i padri fondatori dell’Europa e il nostro De Gasperi?

Certamente tutti e tre erano avversi ad ogni nazionalismo, avendone visto gli effetti durante la seconda guerra mondiale. Ma non disprezzavano affatto nè l’amor patrio nè le radici culturali e religiose dei loro popoli.

Al contrario! Erano tutti e tre uomini di confine, ma amavano la loro terra; erano tutti e tre cattolici, e questo salvò soprattutto il tedesco Adenauer dalle tentazioni nazionalistiche sempre presenti nel protestantesimo germanico (anche oggi); erano tutti e tre convinti che accanto alla cittadinanza nazionale, ve ne potesse essere una europea nella misura in cui l’Europa divenisse davvero il luogo della solidarietà e della fraternità tra i popoli, e non un ring di libera concorrenza in cui il pugile più grosso ha facoltà di picchiare più agevolmente quello più magro.

Se pensiamo al nostro De Gaperi, da giovane deputato a Vienna difendeva l’italianità del Trentino contro il pangermanesimo nazionalista dei tedeschi; contrapponeva la cultura cattolica, di Dante, Tommaso, Michelangelo e Manzoni, alle filosofie di Kant, di Nietzsche e del “teutonico Marx“; nel contempo lodava l’efficienza austriaca, paragonandola alla burocrazia elefantiaca dello Stato italiano, e meritando così, da parte dei tedeschi, l’accusa di essere “filo-italiano”, e da parte degli italiani, l’accusa di essere “austriacante”.

Soprattutto De Gasperi riteneva essenziale il coinvolgimento del popolo in ogni progetto politico: questo lo porterebbe oggi a criticare duramente l’evidente deficit di democrazia in cui vive l’Europa. Un deficit visibile sotto molti aspetti: come noi italiani abbiamo vissuto l’imposizione al governo di un burocrate come Mario Monti, eletto prima senatore a vita e poi premier senza passare da alcuna elezione, così i Greci sono continuamente umiliati nella loro libertà democratica ( i loro govenri sono fantocci nelle mani della Troika).

Non se la passano meglio i paesi dell’est, Polonia ed Ungheria in primis, costantemente messi all’angolo per la loro volontà di rimanere nell’Europa mantenendo però le loro radici e la loro visione del mondo.

O l’Europa diventerà una vera federazione, o, procedendo così, come la vogliono Emma Bonino e Paolo Gentiloni, senz’anima, senza radici, senza identità e senza democrazia, sembra destinata alla autodissoluzione.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori
    Dal Governo si lavora a nuove regole per lo smart working post emergenza covid-19, tra queste la riduzione delle tasse in busta paga e sgravi per le imprese. Da luglio, Camera e Senato hanno presentato... The post Smart Working, verso sgravi contributivi per le aziende ed agevolazioni fiscali per i lavoratori appeared first on Benessere […]
  • Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse
    Una delle novità anticipata dall’ex Ministro dell’università, Manfredi e concretizzata dall’attuale Cristina messa prevede ad allargare la no tax area per gli studenti universitari, comprendo i costi fino alla fascia reddituale di 22 mila euro.... The post Università, si allarga la no tax area: fino a 22 mila euro non si pagano le tasse appeared […]
  • Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli
    Dall’Unione Europa arriva il via libera agli aiuti di Stato per le imprese italiane colpite economicamente dalla pandemia Covid-19. I gravi effetti economici causati dall’arrivo del Coronavirus stanno avendo ancora pesanti ripercussioni per le attività... The post Imprese, nuovi aiuti di Stato approvati dall’Unione europea: i dettagli appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli e le novità
    Anche quest’anno torna il bonus pubblicità per le aziende puntano su investimenti pubblicitari, con l’invio delle domande che partirà dal 1 fino al 31 ottobre 2021. Bonus pubblicità 2021 Per il 2021 -2022, il credito... The post Bonus pubblicità 2021, per le aziende un risparmio pari al 50% sugli investimenti pubblicitari effettuati: tutti i dettagli […]
  • Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri
    Da novembre 2021 i costi di revisione delle auto aumenteranno. Decisione concordata dai Ministeri dell’Economia e della Mobilità Sostenibile. Dal 1 novembre aumenti prezzi revisione auto L’aumento che inizialmente sarebbe dovuto partire il 30 gennaio,... The post Aumentano i prezzi della revisione auto, arriva il bonus veicoli sicuri appeared first on Benessere Economico.
  • Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro
    Il Ministro dello Sviluppo economico, Giorgetti ha attivato un fondo pari a 140 milioni di euro a sostegno delle attività rimaste chiuse in conseguenza delle misure restrittive anti-Covid. In dettaglio Il fondo avvivato dal Ministero... The post Contributi per palestre e discoteche: attivato un fondo da 140 milioni di euro appeared first on Benessere Economico.
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]
  • L’Italia e i boschi incantati: alla scoperta di fate, gnomi e folletti
    Ogni stagione con i suoi profumi e i suoi colori, invita qualsiasi escursionista ad esplorare la natura che, tra vegetazione ed alberi si mostra in tutto il suo splendore. In particolare, l’Italia è nota per essere una miniera di patrimoni artistici e culturali inestimabili capaci di scatenare la curiosità di grandi e piccini, con la […]

Categorie

di tendenza