Connect with us
Pubblicità

La parola al direttore

Chi non paga ha sempre ragione, invece chi paga è «cornuto e mazziato»

Pubblicato

-

Alcuni recenti provvedimenti legislativi hanno portato alla modifica della prescrizione del pagamento delle bollette della luce, gas, acqua avvenuta con la legge di bilancio 2018 riducendola da 60 a 24 mesi.

Nel quadro della rinnovata normativa, il combinato disposto “legislatore + autorità dell’energia (Arera)” ha deciso che il debito dei “morosi” delle forniture di energia elettrica, il cui importo è estremamente difficile quantificare (ca 200-220 milioni€?) verso le società che forniscono la luce, sarà ripianato dagli utenti che la pagano.

Si tratta dei c.d “oneri di sistema”, parte integrante della bolletta elettrica. Cosa sono gli “oneri di sistema”? Sono imposte dovute allo Stato, ma incassate – in quanto sostituti di imposta – dalle società che forniscono la luce e poi riversate allo Stato.

Pubblicità
Pubblicità

Chi non paga la bolletta elettrica non paga nemmeno gli “oneri di sistema” cioè le imposte allo Stato. Ecco allora che lo Stato, tramite parlamento, governo e autorità per l’energia, recupera le imposte inevase, facendole pagare agli utenti che pagano.

Intanto, si sa che Arera ha autorizzato l’inserimento di una nuova voce nella bolletta elettrica ovvero di un contributo che sarà pagato dagli utenti per coprire gli scoperti dei “morosi”. Vedremo come, quando saranno formalizzate tutte le procedure, mentre si ipotizza che il “contributo morosi” per utente potrebbe essere da 1€ e 3€ al mese, sicché il maggior onere annuo per utente potrebbe essere intorno a 30€.

Principio e pratica aberranti, dunque! Come aberrante è il costo a carico del consumatore del sacchetto di plastica per l’ortofrutta. Nemmeno Jean-Bedel Bokassa era arrivato a tanto!

L’Arera (acronimo di Autorità di Regolazione per l’energia reti e ambiente) come si legge sul sito istituzionale è “ un organismo indipendente, istituito con la legge 14 novembre 1995, n. 481 con il compito di tutelare gli interessi dei consumatori e di promuovere la concorrenza, l’efficienza e la diffusione di servizi con adeguati livelli di qualità, attraverso l’attività di regolazione e di controllo.“, mentre parlamento e governo dovrebbero perseguire l’obiettivo del “bene comune”.

Il “bene comune”, chi l’ha visto?

Pubblicità
Pubblicità

Già nell’audizione del 25 novembre 2009, avevo sollevato, davanti alla Commissione straordinaria per la verifica dell’andamento generale dei prezzi al consumo per il controllo della trasparenza dei mercati del Senato, il caro bollette di luce e gas. (vedi resoconto stenografico della seduta n. 17 del 25 novembre 2009)

E a proposito delle bollette della luce, degne di nota sono le facilitazioni riconosciute dalla legge. Le famiglie che un Isee non superiore a 8.107€/anno e quelle con tre figli e un Isee inferiore a 20 mila€/anno possono contare sullo sconto che varia tra 112€ e 165€ all’anno. Mentre lo sconto è assicurato anche alle famiglie con malati che utilizzano apparecchiature elettromedicali.

Con l’occasione, ricordo che sono in arrivo le fatture della raccolta dei rifiuti che, malgrado la consolidata giurisprudenza della Cassazione e la sentenza n. 238/09 della Corte Costituzionale, saranno  illegittimamente gravata dall’IVA (aliquota ridotta 10%).

Consigliamo di procedere alla compensazione del credito maturato e di pagare la fattura al netto dell’IVA. Per far questo è necessario revocare la disposizione bancaria per il pagamento della fattura, poi si dovrà calcolare, andando a ritroso per 10 anni, l’IVA pagata, infine conguagliare il credito fino a concorrenza sulla fattura di febbraio e sulle successive, ricordandosi che in ogni caso il compenso da corrispondere all’ente gestore della raccolta rifiuti dovrà essere sempre al netto dell’IVA.

Inoltre, per effetto della sentenza del Consiglio di Stato n. 423 del 6 settembre 2017 la tariffa della racolta rifiuti  non può essere più pesante per i non residenti.

Ecco gli ARTICOLI DEL CODICE CIVILE che disciplinano l’istituto della compensazione

Art. 1241. Estinzione per compensazione.
Quando due persone sono obbligate l’una verso l’altra, i due debiti si estinguono per le quantità corrispondenti, secondo le norme degli articoli che seguono.

Art. 1242. Effetti della compensazione.

La compensazione estingue i due debiti dal giorno della loro coesistenza. Il giudice non può rilevarla d’ufficio.
La prescrizione non impedisce la compensazione, se non era compiuta quando si è verificata la coesistenza dei due debiti.

L’Associazione “Lo Scudo” a difesa dei Cittadini ( loscudo@email.it ) è a disposizione per tutti i chiarimenti necessari.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Fratellini soli a casa in quarantena: il Paese li aiuta “adottandoli”
    L’allarme sanitario che da settimane sta lasciando dolorose ferite, obbligando l’isolamento e la distanza dalle persone care, sta facendo riscoprire all’Italia un senso di vicinanza ed un’insaziabile bisogno di aiutarsi per riuscire ad arrivare il più velocemente possibile alla fine di un’emergenza che sta attraversando senza freni l’intero territorio nazionale. A confermare e dimostrare l’estrema […]
  • Dalle piume d’oca ai petali di fiori: La prima produzione di giacconi 100% naturali
    Esisteranno sempre alcuni capi di cui non se ne potrà mai fare a meno, e come non non si può affrontare il caldo estivo senza occhiali da sole e bermuda, così non si può superare il freddo invernale senza, il protagonista indiscusso dei mesi più gelidi: il piumino. Dalle classiche piume d’oca, alla più recente […]
  • Coronavirus: molto richiesti i saturimetri, a qualcuno servono davvero
    Dall’inizio dell’allarme coronavirus la corsa ai principali dispositivi di protezione individuale sembrava inizialmente limitarsi alle mascherine ed ai gel disinfettanti per le mani, diventati poi introvabili sia nelle farmacie che sui portali online, ma ultimamente il fenomeno parrebbe essersi allargato anche a strumenti prettamente sanitari come il saturimetro. Infatti, il particolare dispositivo a pinzetta facilmente […]
  • Coronavirus: L’Italia spegne i motori e i delfini tornano nei porti italiani
    La recente emergenza sanitaria ha reso l’Italia, Paese noto per la sua vivacità e il suo calore una penisola pressoché deserta obbligando negozi, centri commerciali e molte aziende a bloccarsi per intere settimane e costringendo milioni di italiani a guardare l’arrivo della primavera unicamente dalla finestra della propria abitazione. All’ombra di tutto questo, Madre Natura […]
  • Coronavirus: dalla Cina arrivano i caschi termoscanner per la polizia
    Da qualche mese, partendo dalla Cina e allargandosi come una macchia d’olio fino all’Italia, il mondo intero si è trovato improvvisamente a combattere una guerra contro un nemico veloce ed invisibile che non sta risparmiando niente e nessuno, colpendo non solo persone ma l’economia di interi Paesi, costringendo l’unione e l’impegno di tutte le forze […]
  • Coronavirus: 3 fasi per sanificare correttamente casa
    Candeggina, gel disinfettanti, alcol e spray si stanno rivelando i migliori alleati, nonché le armi più utilizzate in questo periodo per riuscire a combattere l’invisibile nemico che da settimane sta costringendo a casa milioni di italiani. Oltre alle ormai note raccomandazione di igiene emanate dal Governo, ai dispositivi di protezione individuale come le introvabili mascherine […]
  • Cascata “rosso sangue” in Antartide, uno spettacolo della natura
    Sono passato 109 anni dal primo avvistamento di questo macabro fenomeno situato nei pressi del lago (ovviamente ghiacciato) di Bonney, in Antartide. Nonostante questa cascata dal colore ramato fosse stata avvistata per la prima volta nel 1911 dal geologo Griffith Taylor durante una spedizione, soltanto qualche anno fa alcuni studiosi sono riusciti a risalire all’origine […]
  • Cenare sotto il mare: “Under” il primo ristorante sott’acqua d’Europa
    Attraversando i quattro angoli del mondo, sono molte sono le eccentricità dal punto di vista architettonico che si incontrano, ma pochi hanno lo stile e l’originalità del primo ristorante subacqueo di Baly, lungo le coste della Norvegia, candidato a diventare uno dei più spettacolari progetti architettonici mai concepiti in fondo al mare. “Under”si presenta come […]
  • Viaggiare rimanendo a casa: dall’arte ai paesaggi, vedere il mondo con i tour virtuali
    La veloce diffusione del Coronavirus in Italia e in Europa ha costretto milioni di persone a casa, obbligandoli ad annullare progetti e piani precedentemente programmati o a posticipare prenotazioni di viaggi a data da destinarsi. Ad oggi, la fine della quarantena sembra un giorno troppo lontano e la voglia di lasciare i confini della propria […]

Categorie

di tendenza