Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Fabio Valcanover: «Più Europa, più diritti e prosperità»

Pubblicato

-

Avvocato penalista e storico radicale, Fabio Valcanover è l’unico trentino nella lista proporzionale alla Camera per +Europa, il nuovo soggetto politico guidato da Emma Bonino.

Quando parla dell’obiettivo di +Europa, Valcanover non ha dubbi: “Vogliamo gli Stati Uniti d’Europa”. Perché? “Perché le battaglie per i diritti oggi si combattono in Europa. Lo sa anche Berlusconi, che cerca giustizia presso la corte di Strasburgo, ma che poi, opportunisticamente, fa un discorso incentrato sul nazionalismo”.

Fabio Valcanover, qual è il senso della sua candidatura?
Voglio dare una mano, faccio il portatore d’acqua, come i vecchi gregari del ciclismo.

Pubblicità
Pubblicità

Perché ha accettato la proposta di +Europa?
Sento che si è subissati da una propaganda che presenta l’Europa come un danno per l’Italia. Di fronte a questo discorso martellante che presenta l’Europa come se fosse un demone, serve un percorso di riconquista delle convinzioni…

A quali convinzioni si riferisce?
La convinzione, per esempio, che è più conveniente e più utile per tutti che non vengano imposti i dazi sulle merci che entrano in Italia – come invece chiede qualcuno – perché questo comporterebbe inevitabilmente dazi sulle merci che il nostro paese esporta.

Ci faccia qualche esempio…
Basta pensare a mele e vino, due eccellenze trentine, che subirebbero una batosta grandissima in caso di introduzione di nuovi dazi.

Pubblicità
Pubblicità

Quindi, che fare?
Bisogna ridare all’Europa il profilo del progetto originario, incentrato sulla libera circolazione delle merci e delle persone. In particolare, ricordo che la libera circolazione delle merci fu l’elemento di partenza, con la Comunità europea del carbone e dell’acciaio, con cui si tentò di trovare una soluzione al problema annoso dei confini tra Francia e Germania, che aveva portato alla prima guerra mondiale e le cui conseguenze avevano influenzato la seconda.

Quali sono gli aspetti negativi dell’Europa oggi?
Sotto il profilo istituzionale è troppo preponderante il volere dei singoli capi di stato. Per andare avanti va rafforzato il Parlamento europeo.

Ma che tipo di Europa volete: l’Europa delle Regioni o gli Stati Uniti d’Europa?
Siamo federalisti e lavoriamo verso gli Stati Uniti d’Europa. Il nostro percorso è quello che fu di Alcide De Gasperi, Robert Schuman, Konrad Adenauer, e prima ancora ancora di Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi. Noi vogliamo gli Stati Uniti d’Europa.

Cosa implicano gli Stati Uniti d’Europa?
La creazione, ad esempio, di un esercito unico per la difesa del continente – fermo restando il desiderio che non ci sia bisogno di eserciti – che comporterebbe una netta diminuzione della spesa in questa materia. Più in generale, è necessario l’accentramento di alcune funzioni essenziali, lasciando comunque la libertà sulle altre cose ai singoli stati membri.

Questo accentramento riguarderebbe anche i temi sociali?
Intanto, c’è l’ipotesi minimale di Stati Uniti d’Europa con struttura leggera. Bisogna prima sperimentare e poi correggere per approssimazioni progressive.

L’Europa può essere lo spazio per le battaglie radicali odierne?
L’Europa è lo spazio delle battaglie che i radicali hanno coltivato e coltivano.

Può farci un esempio?
Per quanto riguarda la giustizia – io mi occupo principalmente di diritto – i piccoli passi in avanti in materia di sistema penitenziario, per quanto riguarda il diritto a una pena che sia umana, ci arrivano dalle sentenze delle corti europee contro condizioni di detenzione che non erano oggetto di particolari critiche né da parte della giustizia italiana né da parte della nostra politica.
Penso al problema della carcerazione di una persona fortemente malata come Marcello Dell’Utri, che le corti italiane non risolvono e che noi, con Dell’Utri e i suoi famigliari, riteniamo vada risolto in sede europea.

E Berlusconi conta sulla corte di Strasburgo…
Il problema dell’applicazione sbagliata, perché, secondo me, erroneamente retroattiva della sentenza della legge Severino su Berlusconi, è un problema che si risolve, eventualmente, in Europa, non in Italia.
Questo dimostra chiaramente che l’Europa è ritenuta fondamentale non solo dalla nostra lista ma anche da altri, con il piccolo particolare che alcuni di questi, mentre cercano giustizia negli organi sovranazionali, predicano la necessità di un’impennata di orgoglio, nel nome del nazionalismo, della giustizia italiana su quella europea. Sono loro a essere in contraddizione.

Da dove passano oggi le battaglie per rendere il Trentino più moderno?
Va rafforzata l’autonomia. In materia di giustizia, ad esempio, per quanto riguarda la questione del governo delle carceri, sotto il profilo amministrativo, un passo importante può essere che questo passi dall’organismo di Padova a un organismo che vogliamo che sia istituito a Trento e/o Bolzano, per sovraintendere alle carceri della regione. Il fatto che, circa un mese fa, sia stata approvata, all’unanimità, una mozione in questo senso, dimostra che un po’ abbiamo imparato.

Gli insoddisfatti del Pd sembrano sempre più propensi a votare +Europa. Che ne pensa?
Ovviamente mi fa piacere, abbiamo bisogno di voti, non tanto di affetto e di stima. Non mi dà fastidio sotto il profilo identitario. Nella lista ognuno ha la sua storia, io mio occupo di giustizia, e spero che le iniziative sulla giustizia che facciamo siano da catalizzatore per chiunque venga da qualsiasi esperienza politica.

Quindi l’etichetta di “sinistra” è riduttiva o no?
Siamo all’interno di una coalizione che si definisce di centrosinistra, questo è un dato di fatto. Ma non ho problemi di etichetta. Me ne sono sentire dire di tutti i colori per tutta la vita. La sinistra ci chiamava fascisti, la destra comunisti e brigatisti.
Se devo essere più scherzoso, metto su il disco di Giorgio Gaber che canta “cos’è la destra cos’è la sinistra”.

+Europa è un progetto che continuerà dopo le elezioni? Parteciperete alle provinciali di ottobre come state facendo adesso in quelle nel Lazio?
Alle elezioni si ragiona di elezioni. Nel Lazio c’è una concomitanza di elezioni nazionali e provinciali, è giusto che si ragioni così.
Per usare una metafora, anche per la coalizione di centrosinistra questo è il periodo in cui fioriscono le camelie invernali. Dopo arriverà il periodo delle rose e… se son rose fioriranno. Ma mi pare che le provinciali siano quando le rose sono giù sfiorite, cioè dopo la vendemmia. Diamo tempo al tempo e lasciamo passare le stagioni.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]

Categorie

di tendenza