Connect with us
Pubblicità

Speciale elezioni 2018

Giusy Librizzi: «Giovani e famiglia nucleo principale della nostra società»

Pubblicato

-

«Meglio i contenuti piuttosto che la propaganda sterile» – recita la frase sulla pagina facebook di Giusy Librizzi candidata capolista di Noi con l’Italia nel collegio plurinominale della regione Trentino Alto Adige. Poche parole nel segno della concretezza, della serietà e della responsabilità che diversificano il suo movimento dagli altri.

Giusy Librizzi ha condotto i suoi studi in scienze organizzative e gestionali presso l’Università di Viterbo, successivamente consegue la laurea in Giurisprudenza presso Napoli.

È una dipendente del Ministero della Difesa. Da sempre in prima linea per la tutela dei diritti del personale del comparto difesa e sicurezza, ha scelto di scendere in campo per le prossime elezioni Nazionali del 4 marzo 2018.

Pubblicità
Pubblicità

La Sua candidatura al movimento “Noi con l’Italia-Udc” come si sposa con i tre punti fondamentali promossi del movimento per queste elezioni; mi riferisco allo slogan: “Responsabilità, Serietà e Concretezza per costruire il futuro”?

La mia candidatura è stata ampiamente valutata e la scelta del movimento è la naturale conseguenza della condivisione dei principi cardini dell’Udc. Noi abbiamo una seria Responsabilità nei confronti dei cittadini, i quali per troppo tempo sono stati illusi da false promesse e che per tanto devono essere tutelati. Quando si parla di serietà si fa riferimento ad un impegno costante che non abbia la durata del periodo antecedente le elezioni ma che persista nel tempo.

Serietà è per me sinonimo di sfida costante contro le false illusioni, serietà è per me voglia di un serio cambiamento, è ciò che fa di un politico innanzitutto un uomo ed in quanto tale deve far proprie le vicissitudini del cittadino.

Ultimo cardine, ma non certo tale in quanto a rilevanza, la Concretezza, il suo nesso è insito nel raggiungimento di un bene comune che non sia prettamente effimero ma che, con incombenza e devozione, conduca a risultati che permangano nel tempo e non siano solo il frutto di inconsistenza. Quello che fa paura agli uomini è la moderazione, é proprio la concretezza.

Da cosa parte la voglia di candidarsi nel collegio plurinominale del Trentino Alto Adige?

Forte è il sentimento che mi lega al Trentino Alto Adige. Primo fra tutti gli insegnamenti che custodisco con cura dentro me, impartiti da una donna nata e cresciuta oltr’ Alpe, innamorata della sua terra che fin da piccola mi ha trasmesso l’amore, gli usi e i costumi tipici della svizzera-tedesca. Mi riferisco a mia madre. Una volta giunta per lavoro in Trentino ho imparato ad amare, rispettare e tutelare ancora di più questa Regione perché solo chi vive davvero il Trentino Alto Adige non può che restarne meravigliato. È inoltre il territorio in cui ho scelto di costruire la mia vita, in cui ho trovato amicizie leali ed autentiche.

Nel percorso che contraddistingue la storia di ogni Regione, quella che distingue il Trentino Alto Adige ha avuto inizio secoli fa, nel tempo si è riusciti a realizzare un bagaglio di peculiarità uniche, che hanno reso questa terra sia un luogo di transito che un punto d’incontro fra le popolazioni appartenenti alle due grandi aree culturali situate a nord e a sud delle Alpi.

Terra di demarcazione dunque, che fin dai suoi albori è stata in grado di racchiudere al suo interno un’inscindibile unione tra lingue e culture prettamente differenti l’una dall’altra, ma è anche una terra che ha saputo conservare nei secoli un’unità culturale e di costume che l’hanno portata ad ottenere quella autonomia tanto invocata che l’ha resa singolare.

 L’Autonomia appartiene a tutti e non al singolo, ognuno di noi è chiamato a cooperare alla sua amministrazione e alla condivisione delle incombenze che essa implica. Autonomia significa quindi per noi abitudine a fare da sé, anziché delegare ad altri il soddisfacimento delle necessità e dei bisogni della comunità.

Letta in questo senso, l’Autonomia diventa, non semplicemente un adeguato strumento di autogoverno ma anche una straordinaria formula educativa che non smette di arrecare miglioramenti alla Regione di cui disporranno anche le generazioni future.

Quali sono i punti fondamentali del Suo programma che l’hanno accompagnata in questa campagna elettorale?

In questi anni le varie incombenze, soprattutto di natura economica, hanno oscurato le vicissitudini della Famiglia e il suo essere “nucleo principale” della nostra società.

Credo che la famiglia sia il motore che muove il mondo, essa è cellula indispensabile di ogni Nazione, ed in quanto tale deve essere tutelata; quello della famiglia è un tema che deve unificare e che invece fino ad oggi non ha fatto altro che dividere e contrapporre pareri che seppur differenti non riescono a trovare un punto di incontro univoco. Al di là di ogni giudizio la famiglia è la prima delle questioni tangibili che la “politica seria” deve affrontare.

Altro tema a me molto caro è la questione “Giovani” la vera forza del nostro paese. Sono amareggiata di assistere a continue fughe di cervelli; noi abbiamo un primato, ovvero una moltitudine di giovani preparati e pronti per essere immessi nel mondo del lavoro.

La grande depressione economica che ci ha travolti negli ultimi tempi non ha fatto altro che innescare il meccanismo attraverso cui la visione dell’Italia sia quella di una Nazione che non ha e non da spazio ai giovani. Invece non è così, l’Italia ha molte riserve che può e deve sfruttare al meglio.

Occorrono leggi in grado di tutelare i nostri giovani che sono il futuro di questa Nazione. Tema alquanto scottante quello della Sanità. Non si può e non si deve mettere in secondo piano la salute dei cittadini. La riduzione della spesa pubblica promossa anche dal Governo uscente secondo una politica di austerity non può riguardare la sanità pubblica ed intaccare pertanto il diritto alla salute; è un diritto del malato quello di essere accudito e seguito costantemente e non può per nessuna ragione essere abbandonato a sé stesso. Questo è uno dei temi fondamentali della mia campagna elettorale.

No ai tagli alla sanità ma maggiori fondi per avvicinarla alle esigenze dei cittadini. L’Italia è una splendida fabbrica, tanto bella al punto di riuscire a raggiungere obiettivi comuni sia di miglioramento territoriale quanto di valorizzazione del patrimonio storico-culturale e ambientale.

Obiettivi da non tralasciare sono il potenziamento dell’impresa e la promozione dell’industria 4.0, la salvaguardia dei deboli e ri-imparare la potenza del dialogo. Solo attraverso un reale confronto di idee anche le persone più lontane possono unirsi perchè insieme si è più forti per raggiungere il bene comune.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Profumi funzionali: in arrivo nuove fragranze per diminuire lo stress ed aumentare il benessere
    I ricordi e le emozioni sono unite da un profondo e stretto legame con l‘olfatto che lo rendono come il gusto, uno dei sensi più potenti e straordinari arrivando ad influenzare molte volte anche i nostri comportamenti. L’olfatto è quel senso che non solo riesce a collegare i ricordi, gli attimi e addirittura i sapori […]
  • Svizzera: dal 2020 il tragitto casa – lavoro viene considerato orario d’ufficio
    In metropolitana, in autobus o in treno: tutti i giorni durante il tragitto che da casa porta al lavoro si risponde a numerose telefonate, si inviano e ricevono sollecitazioni, informazioni o delucidazioni sia via mail che attraverso social riguardo gli impegni lavorativi della giornata e della settimana. Dal primo gennaio 2020, in Svizzera, il tragitto […]
  • “Cortex Cast”: il gesso del futuro direttamente dalla stampante 3D
    Il gesso è da sempre stato l’irritante, ingombrante e pesante compagno di molte convalescenze, accompagnando e terrorizzando per settimane milioni di persone in tutto il mondo. Molto presto tutto questo potrebbe diventare soltanto ricordo molto lontano; a rimpiazzare con notevole onore il vecchio gesso sarebbe “Cortex Cast”: un esoscheletro stampato in 3D, composto da nylon […]
  • Formaggella della Solidarietà: il Caseificio Val di Fiemme ed il successo del volontariato d’impresa
    Le aziende hanno diversi sistemi e modi per creare valore, ma soltanto uno riesce a generare opportunità ed importanza contribuendo con successo al benessere del territorio e della società: Il volontariato sociale d’impresa. Il Caseificio della Val di Fiemme è entrato e si è distinto in questo importante mondo, creando e dedicando ad ogni anno […]
  • Affitti troppo alti: Berlino impone con legge un tetto massimo ai prezzi
    In tutta Italia, le cifre da capogiro degli appartamenti in affitto colpiscono direttamente ragazzi, studenti universitari ed intere famiglie che, costretti a scontrarsi con le difficoltà lavorative e la mancanza di un capitale iniziale per acquistare una casa di proprietà, devono a ripiegare sull’appartamento in affitto. Nonostante le cifre improponibili, il profondo cambiamento della società […]
  • Bhutan: l’incredibile fascino del Paese più felice del mondo
    Incastonato tra le rocce dell’immensa catena montuosa Himalayana, tra Cina e India, la natura lascia spazio al piccolo ma affascinate Stato monarchico del Bhutan. Nonostante sia uno dei paesi più poveri dell’Asia, qui si registra il tasso di felicità più elevato di tutto il continente e l’ottavo nella classifica mondiale. Infatti, oltre agli incredibili paesaggi, […]
  • Mobili fonoassorbenti per eliminare i rumori da casa e dagli uffici
    Il rumore del traffico esterno, il calpestio proveniente dal piano superiore, la televisione del vicino a volume troppo alto: questi sono solo alcuni dei rumori che possono infastidire l’ambiente domestico. Il mercato offre moltissimi sistemi per ottimizzare, migliorare e molte volte eliminare il problema: dai blocchi di muratura, applicati sopratutto nelle nuove costruzioni, ai feltri […]
  • Stop agli oggetti smarriti: Google Tile aiuta a trovare le chiavi di casa
    Perdere oggetti e non riuscire più a ritrovarli è diventato un fenomeno talmente comune e frequente dall’essere d’ispirazione a numerose ricerche scientifiche per riuscire a determinarne le cause e i motivi. Secondo alcuni ricercatori, oltre allo stress e la fretta, sarebbero le attività inconsce ad allargare le possibilità di perdita. Infatti, senza volerlo spostiamo gli […]
  • Parco giochi per anziani: l’incredibile idea per che unisce il gioco alla salute
    All’arrivo della terza età troppo spesso si tende ad uscire e socializzare meno, con risultati non completamente positivi sulla salute. Una delle soluzioni insieme alle tante attività può essere lo sport: una perfetta occasione di interazione e socializzazione che permette di mantenersi attivi non solo nel corpo ma anche nello spirito. Per aiutare gli anziani […]

Categorie

di tendenza