Connect with us
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Pia Laviosa Zambotti «fa tappa» a Fondo e a Cles

Pubblicato

-

FONDO-CLES – Le iniziative nell’ambito della rassegna “Pia Laviosa Zambotti e le altre. Dalla terra allo spazio cercando l’umano” proseguono lunedì prossimo, 12 febbraio, con due appuntamenti.

A Fondo alle ore 20.30 al Teatro Parrocchiale sarà proiettato il film “Astrosamantha. La donna dei record” di Gianluca Cerasola che segue la proiezione di “Nostalgia della luce” di Patricio Guzmàn.

La scelta di proporre questi film prende spunto dalla singolare presenza di articoli di giornale sulla ricerca aerospaziale degli anni Cinquanta trovati nell’archivio della Zambotti.

Pubblicità
Pubblicità

Il suo interesse per l’evoluzione della civiltà che allora si prospettava nel futuro è uno stimolo per gettare uno sguardo insolito sulla lettura del passato, sulla funzione della memoria e la sua rimozione.

Il documentario di Cerasola racconta l’impresa di Samantha Cristoforetti, prima donna italiana nello spazio, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea protagonista della seconda missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana e capitano pilota dell’Aviazione Militare.

La Stazione Spaziale Internazionale in un clima di cooperazione internazionale è ormai uno stabile avamposto per la prossima colonizzazione dello spazio da parte dell’umanità.

Pubblicità
Pubblicità

Sempre lunedì 12 febbraio alle ore 20.30 a Cles, nella Sala Borghesi Bertolla, si terrà l’incontro “Antichi abitanti delle Alpi. Un saggio pionieristico di Pia Laviosa Zambotti” a cura dell’archeologa Rosa Roncador.

Nel 1941 Pia Laviosa Zambotti pubblicò il saggio intitolato “Problema culturale e problema etnico nella preistoria Atesina” in cui affrontò la complessa questione dell’interpretazione etnica della cultura archeologica del territorio alpino centro-orientale.

La studiosa sottolineava, fin dalle prime righe, come si trattasse “di un problema complesso […] per chi si accinga ad affrontarlo con serietà cosciente, senza abbandonarsi all’improvvisazione, o alle facili generalizzazioni”.

Un esempio della metodologia, della scrupolosità dei suoi studi e della sua visione dell’antichità che emergono anche in questo scritto: idee pionieristiche che hanno contribuito alla definizione delle popolazioni preistoriche e protostoriche, tra cui i Reti della seconda Età del ferro, delle Alpi centro-orientali.

Pubblicità
Pubblicità

Val di Non – Sole – Paganella

Piccole dame e piccoli cavalieri alla scoperta di Castel Belasi

Pubblicato

-

Tre piccole dame e un cavaliere nella corte di Castel Belasi (foto Sergio Zanotti)

Vestiti con abiti d’epoca, messi gentilmente a disposizione del Gruppo Arzberg Val di Non, alla scoperta del castello, dei suoi segreti, dei suoi aneddoti nascosti e delle opere d’arte ospitate nelle sue sale. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Romeno dice no: salta la fusione con Cavareno e Ronzone. “Borgo d’Anaunia” è il nome scelto da Fondo, Castelfondo e Malosco

Pubblicato

-

I cittadini di Romeno hanno detto no: non vogliono la fusione con i vicini di casa di Cavareno e Ronzone ed è quindi saltata la nascita del Comune unico “Belvedere d’Anaunia”. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Nuovo avvistamento dell’orso sulla Paganella. Il video

Pubblicato

-

Nuovo avvistamento dell’Orso fra Cavedago e Fai della Paganella. 

Oggi pomeriggio è stato ripreso vicino alla carreggiata dalla signora Daniela Nordera di Cavedago che ha voluto condividere le belle immagini.

L’orso sembrerebbe lo stesso avvistato il giorno 15 settembre poco prima dell’abitato di Cavedago mentre «sfilava» tranquillamente sul marciapiede della statale (qui articolo con video)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza