Connect with us
Pubblicità

Trento

La Chiesa di Trento accoglie l’appello di Papa Francesco. Il 23 febbraio digiuno per la pace.

Pubblicato

-

La Chiesa di Trento raccoglie l’invito di Papa Francesco a una Giornata di preghiera e digiuno per la pace il prossimo 23 febbraio, secondo venerdì di Quaresima.

Bergoglio ha rivolto il suo appello a tutti i fedeli domenica 4 febbraio, durante l’Angelus in piazza San Pietro, chiedendo di pregare, in particolare, per le popolazioni della Repubblica Democratica del Congo e del Sud Sudan.

Nei due stati africani si consumano da troppo tempo conflitti civili di inaudita violenza, accompagnati da una grave crisi umanitaria che provoca povertà estrema e migrazioni: in fuga dal Sud Sudan, ad esempio, si calcolano non meno di tre milioni di rifugiati.

Pubblicità
Pubblicità

L’arcivescovo Lauro sollecita la Diocesi ad aderire all’iniziativa del Papa, promuovendo momenti di incontro e di preghiera nelle comunità sparse sul il territorio. Monsignor Tisi presiederà una S. Messa in cattedrale venerdì 23 alle ore 19.00. “Chiedo ai trentini, e non solo ai cristiani, – scrive Tisi alle parrocchie – di partecipare con il cuore alla Giornata di preghiera e digiuno. Fermiamoci, almeno per un attimo, a riflettere sulle sofferenze di interi popoli. Spesso arrivano da lì i volti dei migranti che ci chiedono di essere accolti”.

La Giornata di preghiera, raccomandata da Francesco, avrà anche un carattere ecumenico ed interreligioso: “Come in altre situazioni simili – ha detto il Papa – invito anche i fratelli e le sorelle non cattolici e non cristiani ad associarsi a questa iniziativa nelle modalità che riterranno più opportune, ma tutti insieme”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

di tendenza