Connect with us
Pubblicità

News dalle Valli

Trento, Madonna Bianca: tunisino arrestato per tentato omicidio della compagna

Pubblicato

-

Un 41enne tunisino, C.B., è accusato di tentato omicidio e lesioni personali gravissime per aver cercato di uccidere la sua compagna nel quartiere Madonna Bianca di Trento. L’uomo ha quasi ammazzato la sua donna con violentissimi colpi al volto ed è stato arrestato questa mattina dalla polizia dopo una lunga notte di ricerche.

Verso le 23.30, la Squadra Volante è stata chiamata in via Marighetto per una violenza domestica. Gli agenti sul luogo dell’aggressione hanno soccorso la donna di origine tunisina che aveva riportato gravi lesioni al volto e in seguito hanno iniziato una lunga ricerca dell’aggressore che si è conclusa stamattina con il suo fermo di polizia giudiziaria.

Nel corso della denuncia la donna ha raccontato agli Agenti che il suo compagno era entrato in appartamento e dopo averla minacciata di morte l’aveva ripetutamente colpita al volto; fendenti che non hanno avuto esito letale soltanto per i disperati tentativi di difesa della donna come dimostrano le ferite riportate anche alle braccia.

Pubblicità
Pubblicità

L’aggressore è scappato prima dell’arrivo degli Agenti facendo perdere nell’immediato le proprie tracce. Subito dopo è scattata un’importante azione di ricerca del fuggitivo con diverse pattuglie della Squadra Volante e personale della Squadra Mobile. Le ricerche, continuate tutta la notte, hanno consentito alla Squadra Volante, che aveva stretto il cerchio intorno al fuggiasco, di individuare l’uomo questa mattina con ancora indosso i vestiti intrisi del sangue della donna.

Nel frattempo, mentre la donna ricorreva alle cure del locale Pronto Soccorso per suturare le gravissime ferite riportate, C. B. è stato condotto presso gli Uffici della Questura e sottoposto al fermo di polizia giudiziaria per i reati di tentato omicidio e lesioni personali gravissime. Successivamente è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Pubblicità
Pubblicità

Fiemme, Fassa e Cembra

Nuovo incidente col parapendio. Sul col Rodella un pilota salvato per miracolo

Pubblicato

-

Pochi minuti dopo lo schianto mortale avvenuto sempre sul Col Rodella, che ha visto la morte di un pilota di nazionalità straniera (il terzo in pochi giorni in Trentino) i soccorsi hanno dovuto intervenire ancora.

Poco prima, verso le 15.20, l’Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino è intervenuta per un incidente ai danni di un pilota di parapendio a cui si è chiusa la vela mentre stava sorvolando il Col Rodella (Val di Fassa).

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo è precipitato sulle rocce ed è rimasto appeso con la vela alla parete.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto si sono portati l’elicottero del Nucleo Elicotteri della Provincia Autonoma di Trento e due operatori della Stazione Alta Val di Fassa del Soccorso Alpino.

È stata quindi attrezzata una sosta che ha permesso al Tecnico di Elisoccorso, all’equipe medica e ai due soccorritori di calarsi in corda doppia fino al paziente.

Dopo essere stato messo in sicurezza, l’uomo è stato stabilizzato, imbarellato e recuperato a bordo dell’elicottero con il verricello per essere trasportato in codice rosso, con gravi politraumi, all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Anaune Pallavolo, via alle attività in palestra per i più piccoli

Pubblicato

-

Sono riprese le attività in palestra dell’Anaune Pallavolo di Cles per i piccoli sportivi che abbiano voglia di cimentarsi nel volley. (altro…)

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Fiemme, Fassa e Cembra

Si schianta sulla Marmolada col parapendio. È il terzo morto in pochi giorni in Trentino

Pubblicato

-

Un pilota di parapendio straniero, la cui identità è ancora sconosciuta, ha perso la vita precipitando sulla Marmolada.

L’uomo, dopo aver perso presumibilmente il controllo della vela, è andato a sbattere sulle rocce della parete nord della Marmolada ed è scivolato fino ad adagiarsi sul ghiacciaio del Piccolo Vernel.

Pubblicità
Pubblicità

L’allarme al Numero Unico per le Emergenze 112 è stato lanciato poco dopo le 16.

Pubblicità
Pubblicità

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero dell’Aiut Alpin Dolomites, il quale ha caricato a bordo due operatori della Stazione Alta Val di Fassa per portarli sul luogo dell’incidente insieme all’equipe medica.

Per l’uomo non c’era ormai nulla da fare e dopo il nulla osta delle autorità la salma è stata ricomposta ed elitrasportata alla camera mortuaria di Canazei.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Categorie

di tendenza