Connect with us
Pubblicità

Arte e Cultura

Al SanbàPolis Emel Mathlouthi: la voce della Rivoluzione dei Gelsomini

Pubblicato

-

Riprende con il concerto di Emel Mathlouthi la terza edizione di “Transiti – Musiche in Movimento”, la rassegna promossa dal Centro Servizi Culturali S. Chiara e curata da Alberto Campo. Un vero e proprio viaggio musicale in sei tappe – dal Maghreb fino a New York – che giovedì 8 febbraio porterà sul palco del Teatro SanbàPolis il potentissimo mix di musica e parole dell’artista tunisina.

Esule a Parigi dal 2008 per poi trasferirsi oltreoceano, Emel Mathlouthi non ha mai reciso i legami con la sua terra di origine e con il suo background culturale, proponendo un’innovativa contaminazione tra quelle che sono le caratteristiche sonorità del Maghreb e il pop occidentale.

Impossibile non riconoscere nella sua proposta artistica l’influenza del suo vissuto e di quelli che sono stati fin dalla sua adolescenza i suoi riferimenti artistici – da Joan Baez ad artiste come Björk e Sinéad O’Connor. Dopo aver brevemente militato in una band metal durante gli anni dell’università, deciderà di intraprendere un percorso solista, componendo canzoni di stampo politico che le faranno rendere conto quanto siano frustranti la mancanza di opportunità nel suo Paese e l’apatia dei suoi concittadini. 

Pubblicità
Pubblicità

Ad uno sguardo più acuto, “Ya Tounes Ya Meskina” – in italiano “Povera Tunisia” – rappresenta perfettamente quel particolare periodo della sua vita, tanto che nel 2008 la cantante abbandonerà la sua terra d’origine per volare verso Parigi.

Anche se lontana dalla sua terra natia, la musica di Emel Mathlouthi non reciderà mai il ‘cordone ombelicale’ col popolo tunisino, il quale addirittura farà della sua celebre canzone “Kelmti Horra” – ossia “La mia parola è libera” – l’inno della Rivoluzione dei Gelsomini, che nel 2011 portò alla caduta del dittatore tunisimo Ben Alì. Le sue parole diventeranno così l’equivalente storico di quelle di Joan Baez in quel di Tunisi, dimostrando attaccamento ai valori della libertà con un sostegno preso sia in favore della rivolta del suo paese, sia per sostenere quella dell’Egitto.

Pubblicità
Pubblicità

Il suo album di debutto, intitolato “Kelmti Horra”, arriva nel 2012 ed è un miscuglio potentissimo di musica e parole, con testi che testimoniano le numerose ingiustizie viste e subite nel suo Paese d’origine. Tuttavia, come sottolineato dal redattore di Ondarock Vassilios Karagiannis «Non è soltanto questione di militanza: se è vero che sin da prima della pubblicazione di “Kelmti Horra” i testi delle sue canzoni erano contraddistinti da tematiche scomode e da un viscerale sentimento di protesta (fatto che ne ha impedito la diffusione ufficiale in madrepatria), vi è comunque un senso di compartecipazione alle vicende esposte capace di trascendere la pur fondamentale dimensione politica, per elevarsi a grido universale, a chiamata che trascende questo o quel particolare contesto.»

Questo suo ‘grido universale’ sarà talmente forte da venire recepito in tutto il mondo, tanto che l’11 dicembre 2015 a Oslo, in occasione della cerimonia di conferimento del Nobel per la Pace al Quartetto del Dialogo Nazionale, promotore del pluralismo democratico in Tunisia, verrà invitata a cantare la sua canzone più celebre. 

Il suo secondo album “Ensen” – che potremo apprezzare il prossimo 8 febbraio a SanbàPolis alle ore 21.00 – è stato accolto con entusiasmo dalla critica musicale, che lo ha considerato come un raffinato approfondimento della formula introdotta con “Kelmti Horra”: un (riuscito) mix di melodie orientali con un approccio da folk songwriter tutto occidentale.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento3 settimane fa

Nel 2021 su «La Voce del Trentino» lette oltre 30 milioni di pagine da 8 milioni di lettori

Trento2 settimane fa

Coronavirus: una vittima e 972 nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Trento2 settimane fa

Coronavirus: nuovo record di contagi nelle ultime 24 ore. Sempre stabili i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 2.372 contagi e due morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due morti e 2.290 contagi nelle ultime 24 ore. Calano sensibilmente i ricoveri

Trento3 settimane fa

Coronavirus: due vittime e 807 nuovi contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 408 nuovi casi e nessun decesso nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento3 settimane fa

Coronavirus: record di contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Morta una donna di 55 anni

Trento3 settimane fa

Coronavirus: 1.307 nuovi contagi in Trentino nelle ultime 24 ore. Superato il milione di vaccinazioni

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 1 decesso e 938 contagi nelle ultime 24 ore. Calano i ricoveri in terapia intensiva

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 894 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino. C’è anche una vittima. Stabili i ricoveri

Trento4 settimane fa

Coronavirus: altri 3 morti nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Fugatti: «Lupi grave problema di sicurezza, attendiamo l’approvazione del piano di gestione guida costruito per il Trentino»

Trento4 settimane fa

Coronavirus: nessun decesso e 139 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

Trento4 settimane fa

Coronavirus: 3 vittime e 502 contagi nelle ultime 24 ore in Trentino

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un grande parco…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si presenta al…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla tempesta Vaia…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per…

Necrologi

Categorie

di tendenza