Connect with us
Pubblicità

Trento

Migranti: Spesi oltre 11 milioni di euro per l’accoglienza in Trentino nel 2016

Pubblicato

-

L’assessore Luca Zeni risponde oggi all’interrogazione di Maurizio Fugatti (4492) in merito ai buoni spesa rilasciati ai profughi in Trentino e ad altre risorse messe a disposizione dalla provincia autonoma di Trento per il progetto accoglienza richiedenti asilo.

Le persone in accoglienza che hanno ricevuto la protezione internazionale (status di rifugiato o protezione sussidiaria) ovvero la protezione umanitaria fino ad oggi sono 111, (su circa 1.900 richiedenti) e 198 hanno proposto ricorso in via giurisdizionale mantenendo lo status di richiedenti protezione internazionale.

Per i buoni spesa regalati ai migranti per alimentari ed extra alimentari hanno risposto due aziende, una delle quali proponendo uno sconto del 3%. Per i buoni spesa «etnici» hanno invece risposto in tre con le seguenti percentuali di sconto: 15%, 10%, 5%.

Pubblicità
Pubblicità

Nel 2016 la spesa sostenuta per le tessere elettroniche prepagate dalla provincia di Trento è stata di 791.327,25. euro. Nell’anno 2017 la spesa sostenuta per i primi mesi 2017 (30 aprile 2017) è stata di € 350.070,19.

La cadenza della “ricarica” è mensile. Per un soggetto è di 139,00 euro, per due 220,00, per tre 264,00, per quattro 330,00 e per un nucleo di cinque soggetti 5 e più è di 409,00 euro.

Per quanto riguarda le tessere telefoniche, queste vengono rilasciate una tantum all’arrivo del migrante, per cui tutte le persone accolte hanno ricevuto per una sola volta massimo 15,00 euro di ricariche telefoniche come stabilito Protocollo d’intesa col Commissariato del governo per la provincia di Trento.

Pubblicità
Pubblicità

I beneficiari quindi – si legge nella risposta dell’assessore Zeni –  possono utilizzare la propria ricarica telefonica con un cellulare messo a disposizione dall’ente attuatore in determinate fasce orarie.

La spesa totale rendicontata al Commissariato del Governo per l’accoglienza straordinaria anno 2016 è stata di € 11.120.101,08 (dato aggiornato a maggio 2017).

Descrizione voce di spesa

Dalla risposta dell’assessore Zeni si viene anche a sapere che esiste anche un contributo “una tantum” che viene erogata  in caso di uscita del beneficiario dal progetto territoriale.  La relativa somma, funzionale a sostenere i costi di eventuale viaggio, vitto e alloggio per l’immediato periodo di uscita, non potrà essere superiore a 250,00 euro pro capite, salvo deroghe concesse dal Servizio Centrale e previa particolare relazione motivata.

Nel 2016 sono stati erogati e rendicontati allo Sprar euro 4.370,00 quali contributi straordinari per l’uscita.

Relativamente all’accoglienza straordinaria per l’anno 2016 sono stati rilasciati titoli di viaggio per un valore complessivo di € 510.804,95.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità

Necrologi

  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Arriva la sedia per sedersi a gambe incrociate ed evitare fastidiosi mal di schiena
    Nonostante la frenesia che caratterizza ogni città, lo stile di vita sedentario di molte persone è piuttosto comune, visto che la maggior parte delle ore si passa fermi e seduti davanti alla scrivania. Questo con il tempo può portare danni più o meno seri al fisico. Infatti, il rischio di incorrere in spiacevoli mal di […]
  • La nuova vita dei treni notturni, viaggiare sostenibile e comodo
    Dopo anni i treni notturni tornano di moda. Ultimamente infatti, in Europa hanno rincominciato ad essere più frequentanti e richiesti i treni notturni che permettono di spostarsi tra le principali città durante la notte, dormendo in un vagone dedicato. L’aumento della domanda rispetto a questo servizio è stata tale da spingere molte imprese ferroviarie a […]
  • Panchine giganti in Italia: la ricerca di un’incredibile esperienza
    Colorate, grandi e affacciate su panorami mozzafiato. Si parla delle Big Bench, ovvero delle panchine giganti, un fenomeno ideato dal designer americano Chris Bangle che nel giro di pochi anni si è diffuso in tutto il Bel Paese. Queste installazioni fuori scala, posizionati in piccoli luoghi di sconosciuta bellezza, cambiano la prospettiva del paesaggio, rendendo […]
  • Allargare le braccia e toccare due continenti: le splendide possibilità dell’Islanda
    Per molti, l’America è quel continente lontano ore ed ore di volo, ma sulla Terra esiste un luogo dove Europa ed America sono talmente vicine da essere toccate contemporaneamente, semplicemente allargando le braccia. Questo luogo pazzesco si trova in Islanda ed è considerato uno dei luoghi più spettacolari del mondo. La Silfra Fissure, patrimonio naturale […]

Categorie

di tendenza