Connect with us
Pubblicità

Italia ed estero

Apocalisse nucleare, gli esperti: ecco cosa succederebbe al pianeta Terra dopo una guerra atomica

Pubblicato

-


A quanto pare lo scoppio di un’eventuale bomba atomica sarebbe solo l’inizio di un’apocalisse da vero incubo.

Già, perché il vero disastro sarà sopravvivere su un pianeta Terra devastato che ritorna indietro di migliaia di anni.

In mesi in cui si discute con sempre più facilità di conflitti nucleari, dalla Corea del Nord al Medio Oriente, suona ancora più inquietante la conclusione di uno studio di alcuni scienziati della Rutgers University guidati dal climatologo Alan Robock.

Pubblicità
Pubblicità

Il punto di partenza, spiega Il Giornale, è l’utilizzo di 100 bombe atomiche. In questo caso la Terra sarà sconvolta da una “azione antropica” devastante.

Prima settimana – Il fall-out radioattivo colpirebbe dopo una settimana, sotto forma di una coltre di cinque megatoni di “black carbon” (carbone elementare), composto nocivo e inquietante, che cambierebbe tragicamente la composizione dell’atmosfera e la qualità del clima. I raggi del sole verrebbero bloccati dalla fuliggine, con oscuramento del cielo e rapido abbassamento delle temperature.

Dopo due settimane – Iniziano i terremoti, causati da faglie tornate attive. Lo strato di ozono è seriamente compromesso e con esso la difesa contro i raggi ultravioletti che aumenterebbero di colpo dell’80-120%.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo due mesi – Senza luce, le temperature si sono abbassate di circa 25 gradi. Città come Milano vivrebbero -30 gradi in inverno e a +2 in estate. È l’inverno nucleare, a cui sopravviverebbero solo pochi animali: scarafaggi, blatte, moscerini, topi e scorpioni. Diminuiscono drasticamente le precipitazioni, fiumi e laghi si prosciugano, pesci e di anfibi si estinguono, le piante smettono di crescere e le piante smettono di crescere.

Dopo due anni – La specie umana inizia il suo collasso. Grano e riso non crescono più, intere aree del pianeta non sono più vivibili e spostarsi nelle poche zone in cui sono sopravvissute fonti di alimentazione è impossibile. Due miliardi di persone sono condannati alla morte.

Dopo 5 anni – I tumori della pelle aumentano a causa dell’ozono ridotto. Le acque sono contaminate, le epidemie dilagano.

Dopo 20 anni – Si avverte un timido riscaldamento, dopo trent’anni tornano piogge più regolari, le piante in grado di fornire ossigeno all’atmosfera cominciano a crescere di nuovo. Ma forse per l’uomo sarebbe troppo tardi.

Pubblicità
Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]

Categorie

di tendenza