Connect with us
Pubblicità

Spettacolo

Una «Fuga da Auschwitz»: perché ricordare è un dovere civile

Pubblicato

-

Pubblicità

Pubblicità

Come far fronte a quei controversi vuoti di memoria che troppo spesso mediano il nostro rapporto con la storia, restituendone una costruzione irrimediabilmente compromessa? E, conseguentemente, come pensare di poter costruire un solido futuro su fondamenta così scricchiolanti, traballanti e precarie?

A volte il teatro, con le sue infinite risorse drammaturgiche, prova a dare una risposta empatica e coinvolgente a queste domande pesanti come macigni, assolvendo così un’importante funzione civile.

Su questi presupposti è nato lo spettacolo «Fuga da Auschwitz», una produzione del Teatro delle Quisquilie, in scena a Trento al Teatro San Marco il 31 gennaio alle ore 21.00 e in replica per le scuole martedì 30 alle 8.45 e 10.15, mercoledì 31 alle 8.30 e 11.00, in occasione della Giornata della Memoria – e già tutte sold out.

Scritto da Massimo Lazzeri e Filippo Fossa, diretto da Lazzeri e interpretato da entrambi con Adele Pardi, lo spettacolo veicola informazioni rigorose dal punto di vista storico, ma soprattutto racconta la storia di un’avventura verso la sopravvivenza e, oltre, verso la testimonianza di orrori che si devono raccontare.

È l’aprile del 1944 e, dopo due anni di prigionia, Rudolf Vrba e Alfréd Wetzler riescono a mettere in atto il loro piano di fuga dal lager di Auschwitz-Birkenau.

Una volta accolti dalla comunità ebraica, i due giovani sopravvissuti raccontano la loro storia di vita con la premura di “dettare” ai capi ebrei un rapporto dettagliato e preciso sul folle progetto di sterminio previsto dalla “soluzione finale”, nella speranza di arrestare i terribili piani di Adolf Eichmann.

Pubblicità
Pubblicità

I loro tentativi furono vani e la storia non si fermò, procedendo a passo incalzante verso le tenebre: i treni carichi di deportati continuarono a viaggiare portando centinaia di migliaia di persone verso le camere a gas, e la storia di Rudolf e Alfréd rimase uguale a quella di milioni di altri esseri umani, fatta di sogni che non sono diventati realtà e di una realtà che è diventata incubo.

Oggi a testimoniare la fuga e la parola dei due giovani ci rimangono i “Protocolli di Auschwitz” dell’aprile del 1994, il primo documento in assoluto sui campi di concentramento nazisti.

La speranza di Vrba era che gli ebrei ungheresi si rivoltassero contro le SS prima che fossero caricati sui treni della morte. Tuttavia, i leader ebrei magiari si mossero in ritardo.

Pubblicità
Pubblicità

  • Pubblicità
    Pubblicità
Trento7 ore fa

Basta catene ai cani, multe fino a 800 euro. Claudio Cia: «Disegno di legge di civiltà»

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Messa in sicurezza della SS421, la soddisfazione di Denis Paoli: «Appalto del secondo lotto previsto a inizio 2023»

Val di Non – Sole – Paganella8 ore fa

Vigili del Fuoco Val di Sole: quest’anno 1.500 interventi per 380 pompieri effettivi

Fiemme, Fassa e Cembra9 ore fa

Ospedale Cavalese: la Giunta dichiara l’interesse pubblico

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Bentornato sci: a Pontedilegno-Tonale aprono gli impianti, via a una nuova stagione invernale

Val di Non – Sole – Paganella9 ore fa

Melinda vince il premio «Vivere a spreco zero 2022» nella categoria ortofrutta

Sport10 ore fa

Morto il ciclista Davide Rebellin: è stato travolto da un camion

Piana Rotaliana11 ore fa

Living LAB alla FEM «Vite e clima: quali scenari futuri?»

Trento12 ore fa

Trento terza nella classifica italiana delle città più digitalizzate ICity Rank ‘22

Bolzano12 ore fa

Rubano i vestiti ad un anziano in ospedale: l’azienda sanitaria chiede lo scontrino per risarcire

economia e finanza12 ore fa

L’indice di fiducia dei consumatori trentini rimane negativo. Cala anche il potere d’acquisto dei consumatori

Ambiente Abitare12 ore fa

Lupi, Enpa: «un’altra conferma che l’allarme-lupo è strumentale»

Trento13 ore fa

APT: Pinè e Cembra cambiano casa e si uniscono con Trento

Val di Non – Sole – Paganella13 ore fa

Caso Iob: David Dallago rimane in carcere

Trento13 ore fa

Manifesti contro il gender all’Università di Trento, Coordinamento DAria: «Propaganda gender business sulla pelle delle persone»

Valsugana e Primiero2 settimane fa

Monica Cadau perde il ricorso al TAR e dovrà risarcire il comune di Borgo e il Ministero

Trento2 settimane fa

A Trento è arrivata “Pokè Monade”, la Poke trentina!

Trento1 settimana fa

Avvistato un branco di lupi tra Centa San Nicolò e Caldonazzo

Trento3 settimane fa

Occupa abusivamente 3 parcheggi da anni e nessuno fa nulla

Trento1 settimana fa

I pendolari della sanità trentina: «È l’unico modo per curarsi e rimanere in vita»

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Morte neonato a Cles: era già successo 42 anni fa

Val di Non – Sole – Paganella3 settimane fa

Massimiliano Lucietti è morto mentre era a terra per sparare

Trento3 settimane fa

Le sconcertanti e imbarazzanti parole di Antonio Ferro sulle Oss trentine

Le ultime dal Web2 settimane fa

Tesla Model Y impazzita uccide due persone – IL VIDEO

Val di Non – Sole – Paganella2 settimane fa

Non più lezioni, ma esperienze in montagna. A Molveno apre la nuova «Non scuola di sci»

Trento3 settimane fa

Non poteva essere l’avvocato della Provincia di Trento. La corte dei Conti chiede 113 mila euro di risarcimento a Giacomo Bernardi

Trento2 settimane fa

Gardolo: autobus va contro un’auto, manda a quel paese il guidatore e scappa

Trento2 settimane fa

Trento in lutto, è morto Rinaldo Detassis fondatore di Elettrocasa

Trento3 settimane fa

Paura in Trentino per una scossa di Terremoto

Rovereto e Vallagarina5 giorni fa

Via libera per la costruzione della mega stalla a Terragnolo. La polemica però continua

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

  • Pubblicità
    Pubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Categorie

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

di tendenza