Connect with us
Pubblicità

Il Punto da Bruxelles

Energia, Dorfmann: «Noi modello in Europa. Puntare su efficienza e rinnovabili»

Pubblicato

-

Con l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici del 2016, l’Unione europea ha preso un impegno con l’ambiente e le future generazioni, che siamo fermamente intenzionati a rispettare.

Il 2016 è stato indicato come l’anno più caldo della storia e le conseguenze del riscaldamento climatico sono sotto gli occhi di tutti, checché ne dicano Trump e gli altri negazionisti. Per scongiurare la catastrofe climatica, due anni fa, a Parigi, i leader mondiali si sono accordati per mantenere l’aumento della temperatura globale ben sotto i 2 °C rispetto ai livelli preindustriali, mirando a contenerlo a 1,5 °C.

Il 2050 sarà l’anno zero, il punto di non ritorno: se entro quella data l’Ue e il mondo non avranno avviato un’economia a zero emissioni nette, altamente efficiente sotto il profilo energetico e completamente basata sulle energie rinnovabili, l’obiettivo del contenimento del riscaldamento climatico al di sotto di 1,5 °C sarà mancato per sempre.

Pubblicità
Pubblicità

Il tempo stringe e c’è tanto da fare. Proprio per questo, ieri abbiamo approvato in Parlamento europeo un pacchetto di ambiziose proposte di legge mirate a promuovere l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti di energia rinnovabili, e ad armonizzare i piani per l’energia e il clima dei vari stati membri.

In primo luogo, in termini di efficienza energetica, abbiamo stabilito un obiettivo vincolante della riduzione del consumo di energia nell’Unione del 40 per cento entro il 2030. Si tratta di un tema cruciale, perché un risparmio di energia in questo senso non serve solo a ridurre le emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, ma permette anche di abbassare i costi dell’importazione di energia nell’Unione, che ammontano ogni anno a 350 miliardi di euro.

A tal proposito, centrale è il tema dell’efficienza energetica dei fabbricati: il 40 per cento dell’energia consumata nell’Ue è, infatti, usata per il riscaldamento o il raffreddamento degli edifici. In questo settore, i margini di miglioramento sono molto ampi, dato che, a oggi, il 75 per cento degli edifici in Europa sono considerati inefficienti dal punto di vista energetico.

In secondo luogo, va notato che, nell’Unione europea, la quota di energia proveniente da fonti rinnovabili è quasi raddoppiata negli ultimi anni, da circa l’8,5 per cento nel 2004 al 16,7 per cento nel 2015. Siamo sulla buona strada per raggiungere l’obiettivo che ci eravamo fissati: entro il 2020 la quota di energia proveniente da fonti rinnovabili deve arrivare almeno al 20 per cento.

Ma a noi non basta, pensiamo già al 2030. A tal proposito, vogliamo migliorare l’accordo che i capi di stato e di governo europei hanno già trovato. Questi hanno deciso di spostare l’obiettivo delle quota di energie rinnovabili al 27 per cento entro il 2030. Ieri, in Parlamento europeo, abbiamo rilanciato, proponendo un obbiettivo ancora più ambizioso: il 35 per cento. Inoltre, contestualmente abbiamo votato per ampliare i diritti dei cittadini a produrre, stoccare e consumare l’energia autoprodotta da fonti rinnovabili, senza costi aggiuntivi o tasse.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

In terzo luogo, ieri abbiamo votato una proposta per l’istituzione di un meccanismo di cooperazione e controllo, la cosiddetta governance dell’unione energetica. Con questa, tra le altre cose, chiediamo l’introduzione di una serie di requisiti obbligatori nei piani per l’energia e il clima dei vari stati membri e puntiamo ad agevolare la cooperazione regionale in materia di infrastrutture relative alle fonti energetiche rinnovabili.

L’Europa è in una fase di profonda transizione, verso un nuovo e più sostenibile modello di produzione e consumo energetico. Il compito di finanziare questa transizione spetta, innanzitutto, al settore privato, ma è anche vero che l’Unione europea e i vari attori a livello nazionale e locale svolgono un ruolo cruciale nella creazione di un quadro politico favorevole.

Questo è particolarmente vero per la nostra Regione, soprattutto ora che, dalla fine dello scorso anno, le nostre due Province hanno ottenuto la competenza primaria sull’energia.

Il Trentino Alto Adige è tra le realtà italiane che più hanno puntato sulle energie rinnovabili e sull’efficienza energetica. Attraverso i vari impianti distribuiti sul territorio, le nostre due Provincie utilizzano le risorse disponibili localmente (sole, acqua, vento, biomassa, ecc.) per coprire una buona parte del loro attuale fabbisogno energetico.

La transizione che le nostre Province stanno attraversando, e che ora, grazie alla competenza primaria in materia di energia, possono ancora meglio padroneggiare, trasformerà radicalmente il modo in cui viviamo e produciamo, dall’economia, allo sviluppo, dalla mobilità, al turismo. Questi cambiamenti non determineranno solo un miglioramento della vita in generale, ma porteranno con sé nuove e interessanti opportunità economiche.

Sta a noi tutti, decisori politici e cittadini, saper cogliere le opportunità che si nascondono nella grande sfida per frenare il riscaldamento globale, per guidare e non subire la rivoluzione verde che si è aperta davanti a noi.

A cura di Herbert Dorfmann, Europarlamentare eletto nel collegio del Trentino Alto-Adige

 

Pubblicità
Pubblicità

  • PubblicitàPubblicità
  • Pubblicità
    Pubblicità

Archivi

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

  • Covid19: L’isola di Cipro paga le vacanze ai turisti contagiati e ai loro famigliari
    Nonostante Cipro abbia avuto poco meno di 1.000 casi di contagi e 17 vittime da Coronavirus, non vuole rinunciare all’attesissimo nonché molto importante traffico turistico estivo dando così il benvenuto a qualsiasi viaggiatore. A differenza di altri Stati, Cipro si sta infatti attrezzando per non ostacolare gli arrivi nei luoghi di villeggiatura sull’isola mediterranea attraverso […]
  • Giappone propone vacanze quasi gratis per rilanciare il turismo
    Negli ultimi mesi, il Giappone come tutti gli altri Stati del mondo, ha subito un forte rallentamento dal punto di vista turistico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid – 19, arrivando ad un calo del 99.9% del turismo locale con neanche 3 mila arrivi durante il mese di aprile. Inoltre, considerando che il 2020 avrebbe […]
  • Coronavirus: distributori automatici di mascherine gratuite
    Nel periodo in cui la massima attenzione all’igiene e al distanziamento sociale sono la priorità principale per ogni Governo del mondo, la città di Singapore in stato di lockdown fino a giugno, ha deciso di contenere la diffusione da Covid – 19, garantendo a tutti i cittadini mascherine gratuite attraverso particolari distributori automatici. La caratteristica […]
  • NASA, progetta il sistema per prevedere alluvioni e siccità fino a 60 giorni prima
    Vista dallo spazio la Terra appare come un Pianeta Blu grazie alle grandi distese di acqua in continuo movimento che ricoprono il 70% dell’intera superficie. Da quando evapora, fino a quando cade pioggia alimentando le falde acquifere, l’intero ciclo dell’acqua dolce è così importante da essere al centro di alcuni programmi di ricerca internazionali volti […]
  • Borghi italiani dimenticati: incentivi, bonus e aste a partire da 1 euro per ripopolarli
    Da nord a sud l’Italia intera è costellata di Borghi che conservano, identità, mestieri e saperi di un patrimonio immateriale e materiale di una storia unica al mondo certificata dall’Unesco. Alcuni di questi, vengono chiamati “comuni a rischio scomparsa” a causa delle loro ridottissime dimensioni, eppure fanno parte del patrimonio storico e artistico italiano, rappresentando […]
  • Covid, oltre 60.000 perdono il lavoro: lo Stato li assume per un importante progetto
    L’emergenza sanitaria da Coronavirus con le misure preventive, indubbiamente necessarie al fine di contrastare la pandemia, hanno gravemente frenato i consumi mondiali, con pensanti ripercussioni sull’intero tessuto imprenditoriale. Tutto questo, ha portato inevitabili e devastanti conseguenze non solo per le abitudini sociali, ma anche e sopratutto per il settore produttivo ed economico. Nel mondo infatti, […]
  • Coronavirus: da nord a sud l’Italia ringrazia con vacanze gratis ai sanitari impegnati nella battaglia
    Nonostante l’emergenza sanitaria, lo abbia pesantemente logorato, esiste un pezzo del settore turistico italiano che vuole ringraziare tutti i medici, operatori sanitari e ausiliari che, durante questi mesi sono stati impegnati, spesso senza tregua per salvare le vite di moltissime persone affette da Coronavirus dedicando loro una splendida ed esclusiva vacanza gratuita. Infatti, in vista […]
  • Civita Bagnoregio: l’incredibile borgo sospeso sulla Valle dei Calanchi
    Tra il lago Bolsena e la Valle del Tevere, nel Comune di Bagnoregio in provincia di Viterbo, si estende un’ immensa area lunare che regala un paesaggio davvero particolare caratterizzato da una successione di rocce argillose in erosione per effetto degli agenti atmosferici detti “calanchi”. Quello dei calanchi è un ambiente decisamente unico che offre […]
  • La Vespa Samurai usata in agricoltura contro il “nemico”, la cimice asiatica
    Arrivata in Italia nel 2012, la cimice marmorata (Halyomorpha halys) detta anche cimice asiatica, è una specie invasiva aliena proveniente dalla Cina che, nel corso del 2015 dopo una rapida e capillare diffusione in quasi tutte le Regioni italiane, ha causato ingenti danni sopratutto alle produzioni ortofrutticole concentrandosi su meli, peri, peschi e ciliegi. A seguito […]

Categorie

di tendenza