Connect with us

News dalle Valli

Arrestato il quarto richiedente asilo per la violenza sessuale di Trento

Pubblicato

-

Martedì 9 gennaio la Squadra Mobile di Trento ha arrestato il quarto nigeriano, coinvolto nella violenza sessuale di gruppo e rapina avvenuta il 25 novembre a Trento, per la quale erano già stati arrestati altri tre connazionali.(qui l’articolo dei precedenti arresti)

Si tratta di un 24 enne che risiede presso  la residenza Fersina di Trento.

L’operazione, che era iniziata venerdì primo dicembre, aveva consentito agli investigatori di individuare un gruppo di nigeriani, tutti richiedenti asilo, che alcuni giorni prima avevano abusato sessualmente di una giovane ragazza.

PubblicitàPubblicità

Gli investigatori della Squadra Mobile, diretti dal Vice Questore Aggiunto Salvatore Ascione, il 25 novembre 2017 raccoglievano dalla ragazza, che in qui giorni si trovava a Trento per far visita ad una sua connazionale, il racconto di un abuso sessuale e di una rapina che alcuni uomini nigeriani, avevano commesso nei suoi confronti.

La giovane, all’atto della denuncia raccontava che, mentre si trovava nei pressi di un bar, veniva costretta da alcuni uomini, sotto minaccia, a recarsi nel vicino parco. Qui gli uomini approfittavano sessualmente di lei, violentandola a turno. Successivamente la minacciavano nuovamente di ulteriori ritorsioni se avesse chiesto aiuto alla Polizia.

La donna, benché impaurita, riusciva comunque a chiedere aiuto dando così impulso alle indagini.

Dopo i necessari riscontri la ragazza riconosceva senza ombra di dubbio i suoi carnefici, 3 dei quali venivano tratti in arresto il 1 di dicembre 2017.

Dopo i primi provvedimenti cautelari gli investigatori stringevano il cerchio sul quarto componente della banda che veniva arrestato il 9 gennaio. “A fronte di reati particolarmente degradanti per la dignità umana, commenta il capo della Squadra Mobile Salvatore Ascione, è fondamentale una risposta immediata ed efficace da parte della Polizia Giudiziaria che consenta non solo di assicurare alla giustizia gli autori di questo grave reato, ma anche di dimostrare che non esistono sacche di impunità dove criminali possono insidiarsi nella nostra comunità”.­

Pubblicità
Pubblicità

Valsugana e Primiero

Primiero: Centauro esce di strada e perde la vita

Pubblicato

-

L’allarme ai soccorsi è arrivato alle 13.48 .

Il drammatico incidente è successo sulla strada tra Lamon e Imer in località Le Moline, conosciuta in passato già come teatro di incidenti simili.

Un uomo di 56 anni, Giambattista Cerutti di 57 anni residente a Manerbio in provincia di Brescia, purtroppo ha perso la vita sul colpo uscendo di strada da solo mentre stava sorpassando un’autovettura.

PubblicitàPubblicità

Nell’incidente non stati coinvolti altri veicoli.

Vano quindi l’intervento dei soccorritori arrivati sul posto con l’elicottero dei vigili del fuoco permanenti insieme ai carabinieri della compagnia di Cavalese.

 

Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Scomparso nel nulla a Sarnonico, l’appello degli amici sul web

Pubblicato

-

L’appello corre forte sul web nelle ultime ore.  Gli amici di Lorenzo Arpoasi, un ragazzo di 20 anni scomparso da Sarnonico nella  mattinata di oggi, domenica 22 luglio stanno condividendo un appello:

«Lorenzo Arpoasi 20 anni scomparso da Sarnonico stamattina al momento della scomparsa indossava tuta con felpa blu e K – wat color grigio condividere il più possibile se ci sono novità contattarmi in privato grazie mille».  Si sono anche attivati i vigili del Fuoco di Sarnonico -Seio che hanno cominciato le ricerche nella zona.

AGGIORNAMENTO: il ragazzo è stato ritrovato in buone condizioni di salute. 

PubblicitàPubblicità

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Val di Non – Sole – Paganella

Tragedia in valle di Tovel: 64 enne precipita e muore

Pubblicato

-

Nuova tragedia della montagna oggi domenica 22 luglio 2018,.

Nella mattinata poco dopo le 10.00 in valle di Non un uomo di 64 anni, Gianpaolo De Concini di Tuenno, mentre era in compagnia dell’amico, ha perso la vita precipitando per circa 30 metri, durante un’escursione in val di Tovel.

I due stavano affrontando un tratto di sentiero particolarmente esposto quando il 64 enne è scivolato, precipitando a valle.

PubblicitàPubblicità

L’incidente si è verificato tra pian della Nana e la val Madris, nei pressi del passo de l’Om a quota 2.200 metri.

Sul posto sono intervenuti gli uomini del soccorso alpino  e due elicotteri del soccorso ma purtroppo l’uomo è morto sul colpo a causa delle lesioni procurate durante la caduta.

De Concini era andato da poco tempo in pensione. È stato il compagno che si trovava a dare subito l’allarme chiamando il Numero Unico per le Emergenze 112 verso le 10.40.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino Occidentale ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha caricato a bordo il personale del Soccorso Alpino e lo ha verricellato sul luogo dell’incidente.

I soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’escursionista. La salma è stata trasportata all’ospedale di Cles. 

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Iscriviti alla Newsletter

Archivi

Categorie

Archivio

di tendenza

fortemalia inserto magazine

fortemalia.it